Browsing Tag:

Dolci

DOLCI

Crostata alla crema frangipane all’olio di oliva e frutti di bosco

crostata con crema frangipane all'olio e frutti di bosco

Una ricetta super! E’ del Maestro Knam, a Natale ho ricevuto in regalo un suo libro, ho felicemente scoperto che le ricette sono tutte fattibili, niente ingredienti strani, difficile da reperire, termometri, attrezzatura particolare, spiegato facilmente e con foto che aiutano a capire alcuni passaggi.

Direi fantastico, avevo preso qualche libro di Massari l’anno scorso, quelli che escono con Il Corriere della Sera, alcune ricette semplici, fattibili, altre complicate, tantissimi passaggi, preparazioni, esteticamente complesse, direi non per tutti, quello di Knam, assolutamente per tutti.

Detto ciò, ero tentata dal cioccolato, come sempre, però ho pensato di cambiare un po’, la crema frangipane è buonissima e inoltre un’amica voleva assaggiarla per cui ho optato per questa torta dal sapore particolare, che sa di mandorle ma si sente anche l’olio.

Ho utilizzato la frolla e la crema di Knam poi ho apportato delle modifiche, lui utilizzava le banane e il cioccolato io ho scelto i frutti di bosco, penso che si possano tranquillamente provare svariati abbinamenti.

Buona giornata.

 

crostata con crema frangipane all'olio di oliva e frutti di bosco

 

Ingredienti:

per la frolla:

125 gr di burro

125 gr di zucchero

1 uovo

240 gr di farina 00

un pizzico di sale

per la crema frangipane:

150 gr di burro morbido (due ore fuori dal frigorifero)

150 ml di olio di oliva

300 gr di zucchero

4 uova

300 gr di farina di mandorle

90 gr di farina 00

frutti di bosco

 

crostata con frangipane all'olio di oliva e frutti di bosco

 

1 Preparate la frolla, lavorando con una frusta a mano o nella planetaria lo zucchero e il burro, una volta amalgamati unite le uova, la farina e il sale, formato un impasto compatto e omogeneo, coprite con la pellicola e riponete in frigorifero per tre ore.

2 Preparate la crema frangipane: montate il burro con lo zucchero, deve essere montato bene, risultare chiaro e spumoso.

3 Unite l’olio a filo e le uova, amalgamate.

4 Unite le due farine, amalgamate.

5 Imburrate una tortiera, stendete la frolla circa 5 mm (anche un cm se vi piace spessa), foderate la tortiera, versate la crema, disponete la frutta prima lavata e asciugata.

6 Accendete il forno a 175 gradi, quando è ben caldo infornate la torta e cuocete per 45 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare del tutto perchè la crema si rassodi, almeno 4-5 ore.

NOTE: la crema è abbondante, potrebbe avanzarvene un po’, non superate il bordo di frolla, potete usare anche olio extravergine di oliva, rispetto alla cottura, deve dorarsi ma non scurirsi troppo, piuttosto abbassate la temperatura e cuocete un po’ di più, è normale che una volta sfornate la crema al centro sembri molle, la torta deve raffreddare molto bene. Potete anche metterla in frigorifero ma va gustata a temperatura ambiente per evitare che la frolla sia troppo dura e la crema perda la consistenza di cremoso, morbido, spero dalla foto si intuisca la consistenza.

DOLCI

Crostatine al cioccolato e ricotta

crostatine ricotta con cioccolato

Secoli che volevo preparare una torta con ricotta e cioccolato, un abbinamento classico e buonissimo, fermo restando che la ricotta deve essere eccellente, non quella del supermercato confezionata per intenderci.

Una cremosità che adoro, se preparata il giorno primo anche meglio così da lasciare la crema in frigorifero a rassodarsi per bene, comunque lasciate passare almeno una decina di ore prima di gustarle, non pensate di mangiarla subito perchè perde davvero.

Un dolce preludio al week end che come sempre ultimamente è impegnativo, ricco di cose da fare, poco relax e soprattutto vola! Oggi è anche l’ultimo giorno di gennaio, un mese che tanti dicono essere durato un secolo ma che a me non sembra tale, in fondo fino al 7 è stato come essere quasi in vacanza.

Un mese ricco, per me direi positivo, ho risolto tante questioni, affrontato diverse cose che avevo da fare da tempo, portato avanti un bel progetto importante, sono soddisfatta perchè mi vedo attiva, propositiva, tendo meno a rimandare, aspetto che ahimè mi caratterizza spesso, sento la stanchezza ma anche la soddisfazione delle cose fatte.

Foto….no comment, mano che trema, buio totale, la neve/pioggia!

 

crostatine al cioccolato e ricotta

Ingredienti:

180 gr di farina

40 gr di cacao

125 gr di burro

80 gr di zucchero a velo

1 uovo e 1 tuorlo

500 gr di ricotta di capra

1 uovo

125 gr di zucchero a velo

100 gr di gocce di cioccolato

 

crostatine ricotta e cioccolato

1 Preparate la frolla impastando la farina, il cacao, lo zucchero, il burro e le uova, lavorate rapidamente fino a ottenere una pasta compatta e omogenea, riponete mezzora in frigorifero.

2 In una ciotola lavorate la ricotta, lo zucchero, l’uovo e le gocce, datele una consistenza cremosa, compatta, ben amalgamate, basta mescolare con energie per qualche minuto.

3 Imburrate gli stampi da crostatina, stendete la pasta direttamente dentro prendendone una noce abbondante o se preferite stendete la pasta con il mattarello dandole la misura dello stampino.

4 Farcite con un cucchiaio abbondante di crema.

5 Accendete il forno a 170 gradi,  coprite con strisce di pasta se vi è avanzata, potete anche non coprirle, se avete ancora crema vi conviene usare la pasta per fare un’altra crostatina, infornate per 50 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare prima di toglierle dagli stampi e mettere in frigorifero.

 

crostatine al cioccolato con la ricotta

DOLCI

Ciambella alle mandorle e carote viola

ciambella alle carote viola e mandorle

Prima volta nella vita che mangio e utilizzo le carote viola. Fino a poco tempo fa non era facile trovarle, anche il fruttivendolo spesso storceva il naso nel doverle trovare, ora le trovo al supermercato.

Non saprei descrivervi il sapore ma sicuramente è diverso da quello delle carote classiche, non so se sia corretto ma credo siano meno dolci, anche nella torta il sapore ottenuto non è troppo dolce.

Una ciambella senza lattosio e direi senza grassi particolari, giusto un po’ di zucchero, un salva vita per questo periodo intenso in cui ho poco tempo ma la colazione è sempre sacra e possibilmente mi piace variare, alterno fette biscottate integrali con torte, muffin, pancake, biscotti home made.

La prassi sarebbe le fette biscottate ma ogni tanto cambio perchè mi vengono a noia e diciamocelo non sono cattive ma neanche una delizia, specie se senza nulla, no marmellata, no miele, no cioccolato.

Così ho la colazione pronta per tutta la settimana e mi alzo con il buon umore quando so che c’è un dolcetto ad aspettarmi, periodo davvero pieno pieno ma per ora le energie mi tengono compagnia, speriamo duri…buona settimana.

 

ciambella con carote viola e mandorle

 

Ingredienti:

350 gr di carote viola

250 gr di zucchero di canna

150 gr di farina

80 gr di farina di mandorle

70 gr di fecola di patate

80 ml di olio di semi

4 uova

1 bustina di lievito

1 bustina di cremor tartaro

 

ciambella con mandorle e carote viola

 

1 Spelate le carote, tagliatele a pezzetti e cuocetele al vapore, circa 25/30 minuti. Lasciate intiepidire.

2 In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero fino a rendere il composto gonfio e spumoso.

3 In una ciotola setacciate le farine e i lieviti.

4 Frullate le carote fino a ottenere un purè, se occorre utilizzate un po’ dell’olio (una parte del totale).

5 Versate la purea nel composto liquido, unite anche l’olio, mescolate.

6 Accedete il forno, mentre si scalda unite le farine al composto liquido mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.

7 Versate il composto (io non ho imburrato perchè ho utilizzato uno stampo di silicone, altrimenti imburrate) nello stampo a ciambella, infornate per circa 45 minuti, lasciate intiepidire prima di toglierlo dallo stampo.

Lievitati

Cinnamon rolls alla zucca

cinnamon rolls alla zucca

Rieccomi dopo un periodo di silenzio causa cambiamenti inerenti al blog, ho fatto qualche pasticcio, mi sono esaurita per capire cose che per me sono arabo, proprio il vuoto totale, mi sono fatta aiutare ma ho anche smanettato su google per capire alcune cose da sola, non senza fatica.

E ora eccoci qui, il blog è sempre uguale se vi state chiedendo cosa ho cambiato, ho “solo” cambiato hosting e dominio, aspetti tecnici, ritorno con un dolcetto americano soffice e profumato alla cannella perfetto per queste giornate fredde.

Adoro questo genere di lievitati, mi regalano grande soddisfazione, adoro guardare l’impasto crescere, mi pare sempre una magia, ogni tanto alzo lo strofinaccio sotto cui riposa la pasta per vedere quanto cresce e quasi mi emoziono.

Vi ho già detto che da un anno abbondante a questa parte mi intrigano i lievitati, non tanto il pane che mangio raramente ma i croissant, le brioche, i donut, i panini, bomboloni, qualcosa ho già preparato e avete già la ricetta ma voglio sperimentare altro e migliorare anche in quanto già provato, per ora vi lascio questi che si preparano molto facilmente, non sono belli da vedere ma vi assicuro che sono ottimi, buona settimana.

 

cinnamon rolls con zucca

 

Ingredienti:

500 gr di farina (potrebbe servirne altra impastando + quella per la spianatoia)

1 uovo

200 gr di zucca lessata

65 gr di burro

150 ml di latte

10 gr di lievito di birra

75 gr di zucchero

1 pizzico di sale

60 gr di burro morbido

40 gr di zucchero

2 cucchiaini di cannella

 

cinnamon rolls con la zucca

 

1 Intiepidite il latte e scioglietevi il lievito.

2 Inserite tutti gli ingredienti nella planetaria (o in una ciotola), cominciate a impastare versando il latte poco alla volta, lavorate circa una decina di minuti quando avrete ottenuto un impasto omogeneo e liscio.

3 Mettete in una ciotola, coprite e fate lievitare, deve raddoppiare.

4 Preparate la farcitura mescolando insieme il burro, lo zucchero e la cannella.

5 Infarinate un piano di lavoro, stendete la pasta in un rettangolo, altezza poco meno di un cm, spalmatevi con un pennello o una spatola la crema di burro.

6 Arrotolate il rettangolo su se stesso formando un cilindro, con un coltello tagliatelo a fette di circa 2 cm di larghezza, lasciate riposare le vostre girelle per circa mezzora.

7 Accendente il forno a 180 gradi, imburrate una teglia rettangolare, disponete le girelle, lasciate un po’ di spazio perchè cresceranno in cottura, infornate per circa 25 minuti, sfornate e lasciate intiepidire.

NOTE: volendo potete dividere l’impasto in due parti, avrete dei cinnamon rolls più piccoli ma ne avrete tanti,  spesso vengono glassati con un glassa di zucchero a velo e acqua, se la fate aspettate che siano tiepidi.

DOLCI

Red Velvet

red velvet

Una di quelle ricette che volevo provare da secoli, anni e anni, rimanda rimanda con la scusa che non trovavo mai il colorante in gel ma appena l’ho visto e pure vicino a casa non ho potuto esimermi e prenderlo.

Un dolce che a volte spaventa ma che in realtà non è difficile da realizzare, bastano alcune accortezze, in primis come già detto il colorante deve essere gel, no liquido, meglio di no in polvere che è più difficile da dosare. Secondo aspetto le basi vanno cotte in teglie diverse, o siete molto abili a tagliare la torta cuocendola in un’unica volta, come si fa per la maggior parte delle torte per intenderci o io non correrei rischi.

Tre teglie diverse vuol dire che vengono uguali perchè le pesate, sono pulite, compatte senza briciole dovute al taglio, per il resto è un dolce che non comporta particolari difficoltà, la mia ricetta nasce dopo aver visto almeno una ventina di ricette in rete che più o meno si assomigliano.

Se a Natale volete fare un figurone ve la consiglio, è bella, alta che fa la sua scena, la parte cremosa piace sempre e soprattutto giocate con la decorazione, dai classici frutti di bosco al ribes, biscottini natalizi, stelline di cioccolato, frutta secca pralinata ecc….

 

red velvet

Ingredienti:

per tre basi da 300 gr ognuna

310 g farina
270 g zucchero
10 g cacao
1 cucchiaino scarso di bicarbonato
un pizzico abbondante di sale
250 g latticello (*leggi sotto come preparare il latticello fatto in casa)
220 g olio di semi
2 albumi
1 cucchiaino aceto
1 cucchiaino scarso colorante rosso in polvere o in gel

per il frosting:

250 g mascarpone
185 g formaggio spalmabile
105 g zucchero a velo
310 g panna fresca neutra

per decorare:

frutti di bosco

1.PER LA BASE: In una ciotola pesare e mescolare tutti gli ingredienti solidi: farina, zucchero, cacao, bicarbonato e sale. In un’altra ciotola pesare assieme tutti gli ingredienti liquidi: latticello, olio, albumi, aceto e colorante in polvere diluito in una piccola parte del latticello.

2 Versare gli ingredienti liquidi nella ciotola degli ingredienti solidi e mescolare energeticamente con una frusta a mano.

3 Imburrare e infarinare 3 tortiere del diametro di 15-16 cm e versare in ognuna di essa 300 g di composto.

4 Cuocere in forno statico a 175° per circa 20-25 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare.

5 PER IL FROSTING: Per il frosting versare in planetaria con la frusta, o in una ciotola, il mascarpone, il formaggio spalmabile e lo zucchero a velo. Mescolare fino ad ottenere un composto ben montato. A parte montare la panna ottenendo una consistenza semi-montata, aggiungerla alla crema di formaggi e continuare a mescolare finché il composto sarà ben denso.

6 ASSEMBLAGGIO: Mettere il primo disco di torta sul piatto da portata. Versare il frosting in una sac à poche con bocchetta liscia ( 1 cm) e creare tanti piccoli ciuffi sulla prima base. Adagiare il secondo disco di torta e continuare a creare dei piccoli ciuffi con la sac à poche. Posizionare l’ultimo disco di torta in superficie, decorare con altro frosting e i frutti di bosco. Lasciare riposare in frigorifero per almeno 2 ore prima di servire.

Il latticello potete farlo in casa se non lo trovate pronto, prendete 125 ml di yogurt bianco magro unitevi 125 gr di latte parzialmente scremato e un cucchiaino di succo di limone, mescolate bene e lasciate riposare per mezzora. Se vi avanza dell’impasto usatelo per preparare dei muffin.

 

red velvet

Dal mondo/ DOLCI

Torta di patate dolci arancia e spezie

torta con patate dolci arancia e spezie

Penso sia la prima volta che mangio le patate dolci, almeno che io ricordi, sicuro è la prima volta che le cucino. Avevo in mente un dolce, non so perchè non ho preso in considerazione un piatto salato, avevo in mente di usare le spezie, girovagando nel web ho trovato questa versione perfetta perchè avevo tutti gli ingredienti.

Una crema che pare quasi una mousse, si scioglie in bocca e il giorno dopo ancora più buona, per me promossa e da rifare, magari con qualche variante giusto per sperimentare un po’.

In questi giorni mi sono venute alcune ricette natalizie che condividerò con voi, più o meno ho scelto cosa fare, niente menù dall’antipasto al dolce anche perchè è tardi, ridendo e scherzando manca già meno di un mese.

Ultimo venerdì di novembre, un mese strano, volato, una salute così così, una bella cena ligure, una cena di compleanno da amici, un altro compleanno con gli amici storici, quelli di sempre, anche con qualche amico che non vedevo da secoli, un progetto importante che piano piano si sta completando, un paio di bei libri, qualche momento di fatica, dubbi, serate con copertina sul divano.

 

torta di patate dolci spezie e arance

 

Ingredienti:

250 gr di farina

125 gr di burro

12 gr di zucchero a velo

2 tuorli

2 patate americane grandi

2 uova

200 ml di panna fresca

80 gr di zucchero

mix spezie cannella, cardamomo, noce moscata

succo di un’arancia

 

torta di patate dolci arancia e spezie

1 Preparate la frolla lavorando insieme la farina, i tuorli, lo zucchero e il burro, una volta ottenuta una pasta compatta e omogenea, fate riposare mezzora in frigorifero.

2 Sbucciate le patate, tagliatele a tocchetti e cuocetele o saltate con acqua in padella o al vapore, lasciate intiepidire poi schiacciatela per formare una purea, io per avere una purea uniforme ho utilizzato il mini pimer.

3 Aggiungete alla purea di patate la panna, lo zucchero, le uova, le spezie e il succo di arancia, amalgamate bene.

4 Accendete il forno a 180 gradi, imburrate uno stampo, se usate quello tondo circa 24/26 cm, stendete con le mani la frolla, equiparate bene i bordi.

5 Versate la crema, distribuitela in modo uniforme, infornate per un’ora circa, sfornate e lasciate intiepidire prima di servire, ottima anche il giorno dopo, orse anche meglio.

DOLCI

Biscotti ai tre cioccolati

biscotti ai tre cioccolati

Che io ami i biscotti non è una novità, che li ami quasi solo ed esclusivamente homemade o comunque artigianali neppure, che io sia una drogata di cioccolata altro fatto noto, la novità dov’è?

Poca roba ma non avevo mai preparato biscotti con cioccolato al latte, fondente e bianco insieme! Magari vi aspettavate chissà che…la gioia delle piccole scoperte e prove in cucina.

Inutile dire che li adoro, li avevo recentemente preparati altre due volte ma con un solo tipo di cioccolato, ieri mi è presa una gran voglia di un dolcetto ma in formato mini e adatto sia dopo cena che per colazione e ho pensato di provare questi biscotti con tre cioccolati, potrei mangiarli tutti!

Penso che potrebbero diventare uno dei miei possibili regali natalizi, ogni anno ad amici e conoscenti preparo qualcosa realizzato da me, un anno il pesto rosso, poi lemon curd, crema al cioccolato bianco e lavanda, crema alle nocciole, l’anno scorso i pop corn caramellati, caramello salato ecc…..i biscotti ora che ci penso mai, li metto nel carrello delle possibilità.

Venerdì, io spero di dormire tanto domani che questa settimana è stata dura in quel senso, sono davvero molto molto stanca, dicono che verrà freddo tanto freddo, che bello! Si sa che sono donna da freddo. Buon fine settimana.

 

biscotti con tre cioccolati

Ingredienti:

11o gr di burro temperatura ambiente

130 gr di zucchero di canna

1 uovo grande

150 gr di farina

30 gr di cacao

mezzo cucchiaino di bicarbonato

125 gr di cioccolato fondente

250 gr di cioccolato misto bianco, latte, fondente (o gianduia)

 

biscotti con tre tipi di cioccolato

1 Sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria (i 125 gr).

2 Nella planetaria o in una ciotola con le fruste sbattete lo zucchero con il burro, montatelo una decina di minuti fino a che non diventa ben spumoso.

3 Aggiungete l’uovo e montate altri tre-quattro minuti.

4 Unite la farina, il cacao, il bicarbonato setacciati e il cioccolato fuso, amalgamate bene.

5 Unite il resto del cioccolato tagliato a scagliette grossolanamente, vanno bene anche pepite, gocce, quadretti, mescolate amalgamando bene gli ingredienti.

6 Accendete il forno a 160 gradi, coprite una teglia da forno con la carta forno, formate delle palline grandi come una noce e distribuitele sulla teglia ben distanziate, in una teglia classica massimo dodici palline, infornate per 12-15 minuti, sfornate e aspettate almeno 15-20 minuti prima di toglierli dalla carta forno, devono asciugarsi.

Con questo impasto a me ne sono venuti 22. Se li fate più piccoli cuocete per 12 minuti.

DOLCI

Mud cake alle tre creme

mud cake alle tre creme

Oggi questo blog compie cinque anni, mamma mia!

Sognavo una torta bellissima, me l’ero immaginata, la decorazione, le creme, i dettagli, dove esporla con che sfondo, tutto mi ero immaginata e invece….

Quando l’ho realizzata è successo di tutto, lo stampo che mi serviva era da mia mamma, quello che ho dovuto utilizzare non andava bene, ho dovuto creare la versione mini quindi addio precisione, mentre preparavo la crema è suonato il campanello quasi si brucia il cioccolato.

Mentre la guarnivo un urlo in strada per cui una seconda crema mi è caduta, pavimento da lavare, crema da rifare, metà della frutta presa era spappolata, la stabilità dei tre strati messa a dura prova, nel mentre ha iniziato a diluviare sono calate le tenebre.

Una delle due mini mud mi è caduta sul tavolo, preparare la seconda, metto le candele la cera inizia a colare alla velocità della luce e infatti potete ammirarla sullo sfondo del mobile dove in un secondo ho fotografato, insomma alla fine ero stremata.

Avrei potuto non pubblicare ma invece lo faccio comunque, un pezzettino virtuale per ognuno di voi che ha contribuito ad arrivare fin qui con me, cinque anni di prove, successi, fallimenti, incontri, crescita, cambiamenti, belle foto, foto oscene, ricette rifatte all’infinito, altre che dopo una volta va bene così, commenti bellissimi, grandi insegnamenti, tante parole, a seconda della giornata, dell’umore, del clima, del luogo in cui mi trovavo, scoperte, nuovi ingredienti, grandi classici, delusioni, divertimento, tempi lenti, la magia della lievitazione, le colate di cioccolato, il profumo della cipolla che soffrigge, la bellezza della pasta fresca, la lenta cottura di un arrosto.

Grazie grazie grazie grazie grazie, davvero, di cuore, se mi avessero detto che saremmo arrivati fin qui non ci avrei creduto!

Per la torta:

per la mud cake trovate la ricetta qui

é la stessa torta in versione mini e con la frutta.

mud cake alle tre creme

DOLCI

Donuts al cioccolato

donuts al cioccolato

Foto bruttissime, scattate al volo prima che me li sottraessero di mano per divorarli. Una blogger seria non li pubblicherebbe ma io preferisco privarvi di questa delizia.

Non li avevo mai fatti, a dire il vero anche mangiati poche volte, ho visto la ricetta su una rivista e mi sono lanciata senza avere minimamente idea di come dovesse essere l’impasto, che consistenza dovesse avere, ecc….direi buona la prima a giudicare dai commenti.

Un mercoledì che profuma di vacanza, di ponte lungo, di prime serie avvisaglie di autunno per cui un bel caminetto, una bottiglia di vino, il calore del forno mentre cuociono  le caldarroste o un succulento arrosto, fanno piacere così come una coperta sul divano, una tisana bollente prima di dormire.

Io starò a casa, torno da due giorni quasi tre in Umbria molto intensi, con una tappa anche a Roma, il tutto sempre accompagnato da forte vento, nubifragi, pioggia, poche ore di sonno, un viaggio di ritorno allucinante, motivo per cui, complice un meteo previsto non proprio amico, starò a casa, voi che farete di bello? Magari i donuts!

 

donuts al cioccolato

Ingredienti:

per circa 15 donuts

250 gr di farina manotoba

200 gr di farina + quella per stendere l’impasto

150 gr di zucchero a velo

12 gr di lievito di birra

240 ml di latte

60 gr di burro

3  tuorli

30 gr di zucchero

30 gr di cacao

sale

olio di semi

donuts al cioccolato

 

1 Sbriciolate il lievito in una ciotolina, unite un cucchiaino di zucchero e 2 cucchiai di acqua tiepida, mescolate.

2 In una ciotola o nella planetaria versate le due farine, il latte, il burro morbido tagliato a pezzetti, i tuorli, lo zucchero rimasto e il lievito sciolto, unite un pizzico di sale, iniziate a impastare per circa cinque minuti, se non usate la planetaria utilizzate le fruste elettriche. Coprite con la pellicola e lasciate lievitare 1.30 h.

3 Stendete l’impasto sul piano di lavoro infarinato, altezza 1 cm e mezzo, ricavate con un coppapasta dei dischi, con un coppapasta piccolo create al centro la forma della ciambella, lasciate lievitare altri 40 minuti.

4 Versate abbondante olio in una padella, una volta ben caldo friggete i donuts tre minuti circa per lato, dovranno risultare ben dorati, scolate su un foglio di carta assorbente e lasciateli raffreddare.

5 Preparate la glassa mescolando il cacao, lo zucchero a velo e il latte, immergete le ciambelle nella glassa lasciandola colare su una gratella posta sotto alle ciambelle, lasciate che la glassa risulta ben rappresa sulla ciambella prima di servire.

DOLCI

Sbriciolata di mele amaretti e cioccolato

sbriciolata amaretti mele e cioccolato

Di solito la preparo salata con verdure, formaggio, salumi, ecc…..ho voluto provarla dolce, togliendo la parte solitamente del parmigiano e sostituendola con lo zucchero, parlo di grammi naturalmente.

Potete farcirla come volete, con fette di frutta, frutti rossi, marmellata, miele, frutta secca, cioccolato (scaglie, gocce, quadretti, pepite), amaretti, quello che volete in sostanza, se amate il croccante la adorerete, io che preferisco nettamente questo genere di dolci ai cremosi, la adoro.

Un dolce che si prepara facilmente e che potete servire anche appena sfornato, io a volte lo preparo e ci faccio colazione per cinque sei mattine, resta fragrante, croccante, lo conservo in forno o sotto un copri torte (si chiama così?), per me meglio una torta che biscotti fatti in casa perchè quelli uno tira l’altro e finisce che te ne mangi un quintale come nulla.

Venerdì l’ultimo di ottobre, avete realizzato che fra due mesi è già passato Natale? Fuori pare a tratti ancora estate, follia, è sempre più difficile gustarsi le stagioni, entrare nel clima, pieno autunno e ieri a Milano c’erano 28 gradi, io questo week end vado a Perugia voi che fate? Buon fine settimana.

 

sbriciolata con amaretti mele e cioccolato

 

Ingredienti:

per la pasta:

300 gr farina

150 gr burro freddo + burro per lo stampo

1 uovo

80 gr di zucchero

2 mele piccole

12 amaretti

60 gr di cioccolato

 

sbriciolata alle mele amaretti e cioccolato

 

1 Preparate la pasta lavorando insieme la farina, lo zucchero, il burro tagliato a pezzetti e l’uovo, otterrete un pasta sbriciolosa.

2 Dividete in due la pasta, prendete uno stampo a cerniera diametro 22, ungetelo con il burro, stendete con le mani metà della pasta.

3 Accendete il forno a 180 gradi, sbucciate due mele, tagliatele a fettine, disponetele sulla base della torta, sbriciolate sparsi sulla base gli amaretti e il cioccolato tagliato a scaglie grossolanamente.

4 Prendete il resto della pasta e disponetelo a briciole sulla torta, cercate di coprire l’intera superficie, se resta qualche buco non è un problema, infornate per 45 minuti, sfornate e lasciate intiepidire prima di servire.