Browsing Tag:

Verdure

Antipasti/ verdure

Muffin con radicchio tardivo noci e pecorino

muffin con radicchio tardivo noci e pecorino

Da mangiarne mille! Adoro i muffin dolci e salati, sono pericolosi, piccoli, innocenti, con quel colorito che invoglia, potrei mangiarne mille senza colpo ferire, quindi meglio prepararli solo in occasioni dove siamo in tanti.

Avevo tanto pecorino buono, proveniente da Norcia, un rimasuglio di radicchio tardivo e poco più che un cucchiaio di noci, volevo utilizzare tutti e tre, all’inizio pensavo a dei pancake poi ho cambiato idea.

Ricette veloci e sbrigative perchè il periodo è intenso, molto impegnativo e le energie scarseggiano, mi è tornata la tosse, dormo poco rispetto a quanto vorrei, arrivo a sera morta, e spesso mi sento tale appena sveglia.

Passerà, anche se dopo altre sfide ancora più impegnative mi attendono, ne sono felice, giustamente un po’ intimorita ma carica, procedo un passo alla volta perchè se penso a tutto insieme mi gira quasi la testa.

Corro nella mia giornata augurandovi un buon martedì.

 

muffin con pecorino noci e radicchio tardivo

 

Ingredienti:

100 gr di radicchio tardivo (già cotto)

50 gr di noci

180 gr di farina

1 bustina di lievito

3 uova

50 ml di olio

150 ml di latte

100 gr di pecorino

sale e pepe

 

muffin con noci radicchio tardivo e pecorino

 

1 In una ciotola sbattete le uova con il latte e l’olio.

2 Tritate le noci grossolanamente.

3 In una ciotola raccogliete la farina, il lievito, il pecorino grattugiato, le noci.

4 Unite il composto liquido e il radicchio amalgamate, regolate di sale e pepe.

5 Accendete il forno a 200 gradi, riempite degli stampi da muffin per trequarti della capienza, infornate per 25/30 minuti, dovranno risultare dorati.

Primi

Zuppa con fagioli e cavolo nero

Zuppa con cavolo nero e fagioli

Oggi sarò breve e di poche parole perchè non sto bene, un mega raffreddore e tanta tosse mi stanno dilaniando, ho sempre gli occhi lucidi e il fazzoletto in mano.

Ieri sera a confortarmi ci ha pensato questa zuppa, semplicissima, vegan e saziante, unica accortezza mettere a mollo i fagioli il giorno prima, dopo è veramente un attimo prepararla perchè la mettete sul fuoco e ve la dimenticate per un po’.

Torno a letto, buon week end.

 

Zuppa con cavolo nero e fagioli

 

Ingredienti per due persone:

300 gr di fagioli borlotti

300 gr di fagioli cannellini

300 gr di cavolo nero

1 spicchio di aglio

olio evo

peperoncino

sale e pepe

 

zuppa di fagioli e cavolo nero

1 Cuocete i fagioli, la cottura varia a seconda di come li cuocete, se in pentola pressione o in una casseruola, naturalmente potete utilizzare anche quelli in scatola.

2 In una casseruola versate due o tre cucchiai di olio, lo spicchio di aglio a metà e il peperoncino, unite il cavolo nero precedentemente lavato e tagliato a striscioline, fate insaporire per qualche minuto, unite i fagioli poi acqua tanta da coprire gli ingredienti.

3 Lasciate cuocere per una mezzora, regolate di sale e pepe, decidete voi se la volete più asciutta quindi proseguite nella cottura lasciando evaporare l’acqua o se la volete brodosa. Servite subito calda.

DOLCI

Ciambella alle mandorle e carote viola

ciambella alle carote viola e mandorle

Prima volta nella vita che mangio e utilizzo le carote viola. Fino a poco tempo fa non era facile trovarle, anche il fruttivendolo spesso storceva il naso nel doverle trovare, ora le trovo al supermercato.

Non saprei descrivervi il sapore ma sicuramente è diverso da quello delle carote classiche, non so se sia corretto ma credo siano meno dolci, anche nella torta il sapore ottenuto non è troppo dolce.

Una ciambella senza lattosio e direi senza grassi particolari, giusto un po’ di zucchero, un salva vita per questo periodo intenso in cui ho poco tempo ma la colazione è sempre sacra e possibilmente mi piace variare, alterno fette biscottate integrali con torte, muffin, pancake, biscotti home made.

La prassi sarebbe le fette biscottate ma ogni tanto cambio perchè mi vengono a noia e diciamocelo non sono cattive ma neanche una delizia, specie se senza nulla, no marmellata, no miele, no cioccolato.

Così ho la colazione pronta per tutta la settimana e mi alzo con il buon umore quando so che c’è un dolcetto ad aspettarmi, periodo davvero pieno pieno ma per ora le energie mi tengono compagnia, speriamo duri…buona settimana.

 

ciambella con carote viola e mandorle

 

Ingredienti:

350 gr di carote viola

250 gr di zucchero di canna

150 gr di farina

80 gr di farina di mandorle

70 gr di fecola di patate

80 ml di olio di semi

4 uova

1 bustina di lievito

1 bustina di cremor tartaro

 

ciambella con mandorle e carote viola

 

1 Spelate le carote, tagliatele a pezzetti e cuocetele al vapore, circa 25/30 minuti. Lasciate intiepidire.

2 In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero fino a rendere il composto gonfio e spumoso.

3 In una ciotola setacciate le farine e i lieviti.

4 Frullate le carote fino a ottenere un purè, se occorre utilizzate un po’ dell’olio (una parte del totale).

5 Versate la purea nel composto liquido, unite anche l’olio, mescolate.

6 Accedete il forno, mentre si scalda unite le farine al composto liquido mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.

7 Versate il composto (io non ho imburrato perchè ho utilizzato uno stampo di silicone, altrimenti imburrate) nello stampo a ciambella, infornate per circa 45 minuti, lasciate intiepidire prima di toglierlo dallo stampo.

Lievitati

Cinnamon rolls alla zucca

cinnamon rolls alla zucca

Rieccomi dopo un periodo di silenzio causa cambiamenti inerenti al blog, ho fatto qualche pasticcio, mi sono esaurita per capire cose che per me sono arabo, proprio il vuoto totale, mi sono fatta aiutare ma ho anche smanettato su google per capire alcune cose da sola, non senza fatica.

E ora eccoci qui, il blog è sempre uguale se vi state chiedendo cosa ho cambiato, ho “solo” cambiato hosting e dominio, aspetti tecnici, ritorno con un dolcetto americano soffice e profumato alla cannella perfetto per queste giornate fredde.

Adoro questo genere di lievitati, mi regalano grande soddisfazione, adoro guardare l’impasto crescere, mi pare sempre una magia, ogni tanto alzo lo strofinaccio sotto cui riposa la pasta per vedere quanto cresce e quasi mi emoziono.

Vi ho già detto che da un anno abbondante a questa parte mi intrigano i lievitati, non tanto il pane che mangio raramente ma i croissant, le brioche, i donut, i panini, bomboloni, qualcosa ho già preparato e avete già la ricetta ma voglio sperimentare altro e migliorare anche in quanto già provato, per ora vi lascio questi che si preparano molto facilmente, non sono belli da vedere ma vi assicuro che sono ottimi, buona settimana.

 

cinnamon rolls con zucca

 

Ingredienti:

500 gr di farina (potrebbe servirne altra impastando + quella per la spianatoia)

1 uovo

200 gr di zucca lessata

65 gr di burro

150 ml di latte

10 gr di lievito di birra

75 gr di zucchero

1 pizzico di sale

60 gr di burro morbido

40 gr di zucchero

2 cucchiaini di cannella

 

cinnamon rolls con la zucca

 

1 Intiepidite il latte e scioglietevi il lievito.

2 Inserite tutti gli ingredienti nella planetaria (o in una ciotola), cominciate a impastare versando il latte poco alla volta, lavorate circa una decina di minuti quando avrete ottenuto un impasto omogeneo e liscio.

3 Mettete in una ciotola, coprite e fate lievitare, deve raddoppiare.

4 Preparate la farcitura mescolando insieme il burro, lo zucchero e la cannella.

5 Infarinate un piano di lavoro, stendete la pasta in un rettangolo, altezza poco meno di un cm, spalmatevi con un pennello o una spatola la crema di burro.

6 Arrotolate il rettangolo su se stesso formando un cilindro, con un coltello tagliatelo a fette di circa 2 cm di larghezza, lasciate riposare le vostre girelle per circa mezzora.

7 Accendente il forno a 180 gradi, imburrate una teglia rettangolare, disponete le girelle, lasciate un po’ di spazio perchè cresceranno in cottura, infornate per circa 25 minuti, sfornate e lasciate intiepidire.

NOTE: volendo potete dividere l’impasto in due parti, avrete dei cinnamon rolls più piccoli ma ne avrete tanti,  spesso vengono glassati con un glassa di zucchero a velo e acqua, se la fate aspettate che siano tiepidi.

Pesce/ Primi

Fettucce con pesto di coste e totani

fettucce condite con pesto di coste e totani

Un piatto nato per caso, non avevo molto in casa e voglia di uscire non pervenuta nell’ennesimo week end di pioggia, buio ecc…..prima ho pensato alle coste che mi piacciono tanto condite olio, sale e limone ma il limone non c’era e quindi già storcevo un po’ il baso.

Visto che amo il pesto e trasformo in pesto tutte le verdure possibili (qua lo trovate con i peperoni, gli agretti, di mele ed erba aromatiche, con i pomodori secchi, con le castagne, di fagiolini ecc…..) ecco risolta la questione coste, dopo mi sono tornati in mente i totani.

Un abbinamento mai provato ma che mi è piaciuto, il pesto è delicato mentre il totano ha un sapore più deciso, un incontro fra cremoso e non dico croccante ma corposo si, non so se si può dire ma credo abbiate capito.

Se avete qualche pesto da consigliarmi sono qua, magari qualcosa di particolare, intendo dire non zucchine, broccoli, melanzane ecc…che sono piuttosto noti, se vi viene in mente qualcosa che per voi merita, che assolutamente va provato ditemi che sono sempre curiosa. Buona giornata.

 

fettucce con pesto di coste e totani

Ingredienti:

per due persone

200 gr di fettucce

2 cespi di coste di medie dimensioni

mezzo spicchio di aglio

1 cucchiaio di pinoli

olio evo q.b.

2 cucchiai di parmigiano

150 gr di totani già puliti

olio evo

peperoncino

sale

1 Lavate e pulite le coste, utilizzate sia la parte verde che quella croccante, quanto meno una parte, fatele cuocere al vapore o saltate in padella per cinque dieci minuti, lasciate intiepidire.

2 Preparate il pesto mettendo nel mixer le coste, i pinoli, l’aglio, il sale, azionate aggiungendo a filo l’olio, dovete decidere voi che consistenza dargli in base ai vostri gusti, se mettete molto olio diventa quasi liquido, se lo volete più denso regolatevi con il parmigiano aggiungendolo poco alla volta.

3 Mettete a bollire l’acqua per le fettucce, nel mentre in una padella scaldate due cucchiai di olio con peperoncino, unite i totani tagliati sottili a pezzetti e un pizzico di sale (se volete sfumate con del vino bianco ma poco vino), cuocete mescolando ogni tanto per circa una decina di minuti scarsi, assaggiate, non cuocete troppo a lungo se no diventano gommosi.

4 Scolate la pasta e condite con il pesto e i totani.

contorni/ Primi/ verdure

Pizza di polenta con broccoli e castagne

pizza alla polenta con broccoli e castagne

L’idea velocissima per una finta pizza, della pizza ha solo la forma perchè si tratta di polenta, a dirla tutta pure istantanea perchè non sempre si ha il tempo di trascorrere tempo in cucina e preparare piatti come vorrebbe la tradizione.

Aggiungete dei broccoli preparati in precedenza, cotti semplicemente al vapore e delle castagne già cotte pure loro, un avanzo di formaggio e la finta pizza è pronta. Adoro questi piatti un po’ del riciclo, degli avanzi, un po’ intavolati all’ultimo, oltretutto pure piatto unico, la polenta sazia, un po’ di verdura, il formaggio e le castagne.

Ormai ci siamo, è giunto il momento di pensare alle ricette di Natale, sto decidendo che fare, alcuni anni vi ho proposto due menu, uno pesce, uno carne, dall’antipasto al dolce (senza pesce e carne….), altri anni idee sparse di primi, antipasti, contorni, dolcetti, altri anni ancora soprattutto idee regalo, vediamo, un’idea me la sono fatta ma devo ancora decidere.

Se avete idee, suggerimenti, desideri ditemi, intanto mi preparo a un week end freddo, piovoso, sicuramente qualche piatto lo sfornerò, vedrete prossimamente, buon fine settimana.

 

pizza di polenta con broccoli e castagne

Ingredienti:

700 ml di acqua

1 busta di polenta 125 gr

sale grosso

100 gr di broccoli

2 cucchiai di castagne

60 gr di formaggio (io asiago ma va bene fontina, emmenthal, ecc…)

sale e pepe

 

pizza di polenta con castagne e broccoli

1 Preparate la polenta mettendo a bollire l’acqua, aggiungete il sale grosso, versate mescolando con una frusta poco alla volta la polenta, attenzione a non far formare grumi, mescolate fino a quando non cominceranno a comparire bolle in superficie.

2 Mettete dalla carta forno su una teglia da forno, versatevi la polenta calda distribuendola sull’intera superficie della teglia, lasciatela riposare un quarto d’ora.

3 Accendete il forno a 200 gradi, distribuite sulla polenta i broccoli, le castagne e il formaggio a pezzetti, regolate di sale e pepe.

4 Infornate per circa venti minuti, tempo di fa sciogliere e dorare il formaggio, sformate e servite subito.

Lievitati

Focaccia con crema di zucca salsiccia provola affumicata

focaccia con crema di zucca provola affumicata e salsiccia

Un classicone o quanto meno di recente ne ho viste e assaggiate diverse, ottima per cui l’ho replicata, un grande mix di sapori che si sposano alla grande, forse mi è venuta un po’ alta ma perchè non avevo la teglia rettangolare e usando la tonda ne avevo meno da distribuire.

Metà novembre, ridendo e scherzando, si fa per dire…un mese e praticamente è Natale e confesso, non sono psicologicamente pronta. Io che ogni anno vi comincio a parlare di Natale con anticipo, che adoro avere l’albero in casa per due mesi, adoro le lucine, le decorazioni, le luminarie, il clima di festa, ecc…quest’anno no.

Forse perchè il tempo è matto e ancora non fa freddo, forse perchè mi sembra che fino all’altro ieri fosse estate, forse che quest’anno mio fratello non viene e questo cambia parecchio le cose, chissà forse devo ancora entrare nel clima, il tempo c’è ma quest’anno mi sembra di non attenderlo particolarmente.

Vi terrò aggiornati, intanto affrontiamo questa grigissima giornata milanese, sono sveglia dalle 4.30…..

 

focaccia con crema di zucca salsiccia e provola affumicata

Ingredienti:

500 gr di farina manitoba

10 gr di lievito di birra

250 ml di acqua

sale

100 gr di crema di zucca (zucca cotta al vapore e passata al mini pimer)

60 gr di salsiccia

60 gr di provola affumicata

1 Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida, nella planetaria versate la farina, aggiungete il sale e a filo l’acqua azionandola a media velocità, una volta formata la pasta impastatela per circa 6-7 minuti, potete rifare tutto a mano su un piano di lavoro. Coprite e fate lievitare per 4 ore circa.

2 Cuocete la salsiccia tagliata a tocchetti e senza buccia in una padella antiaderente senza aggiunta di olio, cuoce in circa 7-8 minuti.

3 Accendete il forno a 220 gradi, ungete una teglia da forno, stendete con le mani la pasta, cospargete la superficie con la crema di zucca, infornate, dopo 20 minuti aggiungete la salsiccia e la provola tagliata a pezzi, cuocete per altri 10 minuti circa, servite calda.

Antipasti/ contorni

Club sandwich tacchino e avocado

panino farcito con tacchino e avocado

I piatti unici che preferisco, il pane è sempre un ottimo alleato quando si ha fretta, quando si hanno avanzi da smaltire, con salumi, formaggi, salse, creme, veloce, economico, da farcire con quel che vuoi, diciamo una mano santa.

I tramezzini farciti trovo siano fantastici, spesso più del pane con mortadella o simili, mi piace il doppio strato, il mix di ingredienti, consistenze, sapori, questa una versione semplice ancora estiva con tacchino, avocado e pomodori secchi, evidente che potete riempirli come preferite.

Ultimo venerdì di settembre, un mese di caldo, estate piena, lo ricorderò per le tante zanzare che hanno pasteggiato con le mie caviglie, per aver ripreso e dato una scossa a un progetto importante, per la vicinanza con alcune persone, per aver sperimentato qualche ricetta nuova, le serate aspettando una pizza in eterno, le tante chiacchiere con qualche amica, le serate sul divano, le partite di pallavolo, un solo libro letto e neanche finito in quanto lento e noioso, la nascita di due bimbi, figli di amici.

pane farcito con tacchino e avocado

 

Ingredienti:

per due club sandwich

6 fette di pane a cassetta grande

mezzo avocado

6 fette di tacchino

8 pomodori secchi

2 cucchiai di maionese

 

club sandwich avocado e tacchino

 

1 Accendete il forno, prendete una teglia mettete dalla carta forno e distribuitevi il pane.

2 Sbucciate l’avocado, tagliatelo a metà e poi a fette.

3 Fate scaldare il pane per qualche minuto poi mettete la funzione grill per due minuti.

4 Sfornate il pane, prendete una fetta farcitela con del tacchino e qualche fetta di avocado, mettete la maionese, coprite con una fetta di pane, mettete altro tacchino e quattro pomodori secchi, coprite con ultima fetta di pane premete leggermente perchè si compatti, tagliatelo a metà in diagonale, procedete nello stesso modo con l’altro tramezzino.

 

club sandwich tacchino avocado

contorni

Tarte con pomodorini e feta

torta ai pomodori e feta

Ultimi scampoli di estate? Chissà, intanto godiamoci queste giornate soleggiate ma freddine, quanto meno la mattina presto e la sera, il primo maglioncino, la finestra chiusa per dormire, la prima copertina sul lenzuolo, le scarpe chiuse, il primo te caldo.

Ancora poco tempo per gustare la frutta e la verdura estive che sono quelle che prediligo, una torta semplice semplice ma arricchita dalla cottura con aceto e zucchero, un sapore diverso dal solito, potete anche apportare delle varianti, come utilizzare la mozzarella, cuocere i pomodori con aglio, olio, peperoncino, magari anche con qualche acciuga, volendo capperi, olive, erbe aromatiche.

Questo settembre è volato ma ha dato anche i suoi frutti e questo è l’importante, quando scorrono le giornate in fretta e magari non ci vedi neanche un senso, ti sembra di non concludere niente di buono, di non portare a termine i tuoi lavori, esaudire i tuoi desideri e quant’altro, lo trovo frustrante.

A proposito di cose da fare, corro che la mattina sta volando e devo fare delle telefonate.

 

torta con feta e pomodorini

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta brisee

400 gr di pomodorini ciliegini

2 cucchiai di zucchero di canna

50 gr di feta

4 cucchiai di olio evo

3 cucchiai di aceto balsamico

basilico

sale e pepe

 

tarte ai pomodorini con feta

 

1 Srotolate la pasta brisee lasciandola sulla carta forno, stendetela nella teglia tonda che utilizzerete, fatela riposare.

2 Lavate i pomodorini, in una padella mettete l’olio, l’aceto, lo zucchero, il sale e il pepe, mescolate, aggiungete i pomodorini, fate cuocere per circa venti minuti mescolando di tanto in tanto e facendo attenzione che non si attacchino, fuoco medio.

3 Disponete i pomodorini nella torta creando un cerchio (inteso non buttati a caso), spezzettate la feta e mettetene dei pezzetti qua e là.

4 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda, ripiegate i bordi della brisee su se stessi, infornate per circa 30 minuti, i bordi dovranno risultare dorati, sfornate, lasciate intiepidire e decorate con le foglie di basilico.

 

tarte ai pomodorini e feta

contorni/ verdure

Parmigiana di melanzane al pesto

melanzane alla parmgiana al pesto

Amore puro per la parmigiana ma del resto a chi non piace? Stento a credere che qualcuno possa alzare la mano.

Ho voluto prepararla con il pesto avendolo preparato fresco con quel profumo inconfondibile di basilico, una variante altrettanto ottima, ho fritto la melanzana passandola nell’uovo e nel pangrattato ma per i salutisti o chi ha poco tempo potete o friggerle senza panatura o addirittura cuocere prima al forno.

Un settembre che a Milano è caldo, ieri era piena estate, quasi trenta gradi ma quell’aria freschina la mattina che tanto mi piace ed è preludio dell’autunno, come già detto sono ampiamente pronta e proiettata sull’autunno, stagione bellissima e con colori fantastici.

E poi ve lo dico, so che qualcuno penserà, questa è matta ma ogni giorno che passa è un giorno che ci avviciniamo a Natale che notoriamente è una festa che adoro.

Dopo questa dichiarazione quasi ridicola quando sei ancora senza calze, con vestito sbracciato ecc….vi auguro buona giornata.

 

parmigiana di melanzane con pesto

 

Ingredienti:

per due persone

1 melanzana media

1 mozzarella da circa 100 gr

150 gr di pesto

100 gr di parmigiano grattugiato

2 uova

pangrattato q.b.

olio per friggere

sale

 

parmigiana di melanzane al pesto

 

1 Lavate la melanzana, tagliatela a fette sottili.

2 Mettete in un piatto piano le due uova sbattetele, in un altro piatto il pangrattato.

3 Versate abbondate olio in una padella antiaderente, mentre si scalda passate ogni fetta prima nell’uovo, scrollate quello in eccesso poi nel pangrattato, controllate che sia ben panata tutta la fetta, immergetele nell’olio ben caldo e friggete finchè risulteranno ben dorate da entrambi i lati, circa 5 minuti, mettetele su un foglio di carta assorbente.

4 Tagliate la mozzarella ben scolata e pezzetti, prendete i vostri stampi o una teglia soltanto, disponete uno strato di melanzane, cospargete con pezzetti di mozzarella, un paio di cucchiaiate di pesto, il parmigiano, regolate di sale.

5 Accendete il forno a 200 gradi, proseguite la parmigiana alternando gli strati, infornate per circa 20 minuti, servite calda o tiepida.