Browsing Category

Antipasti

Antipasti/ Lievitati/ Pesce/ verdure

Grissini peperoni e acciughe

Ripeto per la milionesima volta: la pasta sfoglia salva la vita.

Avere un rotolo in frigorifero è sempre un’ottima idea. In mille modi potete utilizzarla, dalla sfogliata alle brioche, dalle girelle ai salatini, torte salate ecc…

Questi grissini sono perfetti per un aperitivo estivo informale e casereccio.

Ovviamente potete farcirli come volete, le opzioni sono infinite.

Patè, crema di olive, salumi, formaggi, olive, capperi, pomodori secchi, pesti vari, verdure, hummus ecc..

Ve li consiglio anche in versione dolce con crema al cioccolato, nocciole, mandorle, burro di arachidi, marmellata, solo frutta secca, crema pasticcera ecc…

Spero di avervi regalato un’idea semplice e veloce per le vostre cene in terrazza, in spiaggia, pic nic, camminate in montagne a quant’altro.

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare

1 peperone rosso

100 gr di robiola (o tofu, philadelphia, caprino)

una decina di filetti di acciughe

sale

1 Arrostite il peperone pulito e tagliato a metà, fate raffreddare.

2 Frullate il peperone spellato con il formaggio fino  ottenere una crema omogenea.

3 Stendete la pasta sfoglia su una teglia coperta con carta forno, va bene quella della sfoglia stessa.

4 Accendete il forno a 200 gradi mentre si scalda spalmate la crema su metà pasta sfoglia in orizzontale.

5 Stendete sempre in orizzontale le acciughe, chiudete la pasta a libro su stessa.

6 Con una rotella formate delle strisce larghe un cm e mezzo circa, distribuitele separate sulla teglia, regolate di sale.

7 Infornate per 25 minuti, gustate dopo dieci minuti di riposo o fredde.

Antipasti/ colazioni salate/ contorni

Crostini brie e ciliegie

Ciao giugno, sei arrivato in un lampo.

Se non scoppia il caldo atroce potresti essere un bel mese, caldo ma non troppo, con le prime cene all’aperto, senza calze, con il golfino sera e mattina, il sole che scalda ma non annienta.

La natura che si sveglia, buio oltre le 21, bei tramonti, i primi week end via, progetti per le vacanze, i panni stesi che asciugano in un giorno, i pasti veloci e freschi.

Non deluderci giugno, sii primavera prima di diventare estate.

A proposito di pranzi freschi, veloci, all’aperto….questi crostini.

Una bella sorpresa, detto da una che non ama il brie.

Il contrasto fra il dolce e salato, il croccante dei semi di zucca, un bell’abbinamento.

Provateli, si preparano in un attimo.

Buon week end.

 

Ingredienti per 4 persone:

8 fette di pane buono (quello che volete segale, semi, bianco, nero, integrale ecc..)

2 cucchiai di marmellate alle ciliegie

8 fettine di brie

ciliegie q.b.

sale pepe

semi di zucca

1 Lavate e snocciolate le ciliegie, tagliatele a pezzetti.

2 Tagliate le fette di pane e metà e le fettine di brie in tre pezzetti.

3 Scaldate una padella antiaderente grande per un paio di minuti.

4 Disponete le fette di pane, giratele dopo 3-4 minuti, fiamma media.

5 Una volta girate disponete su ogni fetta i tre pezzetti di brie, cuocete per altri 3-4 minuti, vedrete il formaggio ammorbidirsi e cambiare colore.

6 Rapidamente trasferite il pane su un vassoio, dividete la marmellate sulle otte fette di pane, unite le ciliegie, sale pepe e semi di zucca.

 

Antipasti/ colazioni salate/ contorni/ verdure

Pancake carote e zucchine

Ciao maggio, ormai sei agli sgoccioli.

Sei stata faticoso, ho sempre avuto e tuttora ho tanto sonno pur dormendo.

Ho letto libri che non mi hanno entusiasmata, qualcuno mollato a metà.

Ho sudato e continuo a sudare per i lavori nel condominio e le risposte importanti che attendiamo.

Mi sono goduta una cena con due delle mie più care amiche, qualche pomeriggio in famiglia, il gruppo di lettura che tengo al lavoro, un’iniziativa che ho in mente da proporre e una che ho organizzato.

Al contrario di tanti ho amato la pioggia, il fatto che ancora tenga lontano il grande caldo che arriverà di botto stremandoci in pochi giorni.

Peraltro piove anche oggi.

Per pranzo oggi con una bella insalata questi pancake, semplicissimi da fare e sazianti.

Buona giornata.

 

Ingredienti:

per preparare i pancake clicca qui

50 gr carote 

50 gr zucchine

sale pepe

una noce di burro

1 Preparate la pastella, aggiungete carote e zucchine tagliate a julienne, pepe e sale.

2 Imburrate bene una padella antiaderente, fatela scaldare due minuti a fiamma viva.

3 Versate mezzo mestolo raso di composto, lasciate cuocere finchè non compariranno le bollicine in superficie, girate con una spatola, cuocete altri due minuti.

Proseguite nello stesso modo fino al termine della pastella.

 

Antipasti/ contorni/ Pesce/ verdure

Strudel asparagi provola acciughe

Bella ricetta svuota frigo.

Oltretutto con sfoglia senza glutine comprata per sbaglio che vi dirò non è niente male.

Ricetta da preparare al volo quando siete stanchi, di fretta e la voglia e il tempo per cucinare scarseggiano.

Aprile è volato fra tanta pioggia, moltissimo sonno, primi istanti di primavera.

Una gita a Parigi per festeggiare i cinquanta anni di matrimonio dei miei, un pranzo con una amica, una pizza in venticinque, un cinema con mia sorella.

Altra visione cinematografica con i miei da mia sorella, qualche bel libro, qualche nuovo progetto lavorativo, qualche pensiero per i lavori a casa.

Grandi dormite, prime idee sulle vacanze, un amico risentito dopo tempo, anzi due, un mobile che mi piacerebbe acquistare, qualche idea per sistemare casa.

Ciao aprile anche se è già il 5 maggio e in un istante finiremo nella morsa del caldo con mio grande disappunto.

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia

un mazzo di asparagi

100 gr di provola affumicata

5-6 filetti di acciuga

sale e pepe

semi di zucca 

olio

1 Cuocete in acqua bollente gli asparagi precedentemente spuntati e lavati, scolate e lasciate intiepidire.

2 Accendete il forno a 200 gradi mentre si scalda srotolate la pasta sfoglia su una teglia da forno senza togliete la carta forno in cui è avvolta.

3 Distribuite metà asparagi poi pezzetti di provola, sale e pepe e metà filetti di acciughe.

4 Unite gli altri ingredienti, arrotolate la pasta su stessa sigillando bene i bordi.

5 Spennellate di olio e unite i semi di zucca, infornate per 30 minuti, gustate caldo o tiepido.

Antipasti/ contorni/ Legumi/ verdure

Farinata di agretti

Idea semplice e buonissima.

Soprattutto se amate gli agretti ma anche se cercate un modo per mangiare verdure senza amarle granchè.

La farinata nella sua semplicità resta una ricetta buonissima, croccante e unta ma anche sana, veloce da preparare e altrettanto da finire.

A me ricorda sempre le estati con i nonni paterni, quando la si comprava al forno poi ci sedevamo su una panchina o un muretto e ognuno divorava il suo pezzo.

Ricordo benissimo quando la mangiavamo d’estate a Monterosso alle Cinque Terre.

Il sole, la canicola dell’ora di pranzo, con ancora la salsedine addosso e anche la sabbia, mia nonna ne comprava per un esercito e noi tutti contenti.

A me piace molto la classica ma negli anni ho sperimentato con le cipolle, i fiori di zucca, proverò senz’altro con le zucchine.

Vi auguro buona giornata in questo freddo martedì di fine aprile.

 

Ingredienti per una teglia tonda o rettangolare grande:

150 gr farina ceci (la mia di Azienda Agricola Dolci Giuseppina)

400 ml acqua

40 ml olio evo

sale mezzo mazzo di agretti.

 

1 Mettete in una ciotola capiente la farina, formate una fontana al centro e unite mescolando con una frusta a mano poco alla volta l’acqua.

2 Quando avrete ottenuto una pastella senza grumi, eliminate la schiumetta che si forma in superficie, lasciate riposare per tre ore eliminando ogni tanto la schiuma e mescolando la pastella.

3 Lavate e pulite gli agretti, lessateli per dieci-quindici minuti, lasciateli raffreddare.

4 Unite olio e sale alla pastella e mescolate bene, ungete con olio una teglia da forno.

5 Accendete il forno a 250 gradi mentre si scalda distribuite gli agretti sul fondo della teglia.

6 Versate la pastella, cuocete per 12 minuti nella parte bassa del forno e poi abbassando a 200 gradi per altri 15 minuti a metà forno. Sfornate e servite calda.

Antipasti/ Pesce/ verdure

Cestini di asparagi e tonno

Antipasto finger food per il week end in arrivo.

Idea semplice che seppur non perfetta fa la sua scena.

Ma soprattutto sono buonissimi, pensavo mi sarebbero piaciuti ma non così tanto.

Fra primo contorno secondo e mille antipastini non ho dubbi: scelgo i secondi.

Mi piace curiosare, guardare come sono disposti, inutile dire che sono esteticamente più belli rispetto a guardare un arrosto.

Mi piace vedere i colori, le forme, le consistenze, adoro le alzatine per creare più piani.

Una tavolata di antipasti fa sempre tanta scena e si sa nei matrimoni, cene ecc….viene presa d’assalto!

Segnatevi questa idea semplice e di stagione.

Buon fine settimana.

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rotonda

1 mazzetto di asparagi

100 gr di tartare di tonno fresco

200 gr di formaggio spalmabile

2 cucchiai di parmigiano

sale e pepe

una noce scarsa di burro

1 Formate i cestini srotolando la pasta sfoglia, con un bicchiere formate i cerchi, io avevo 12 stampini e mi è avanzata la pasta.

2 Ungete con il burro gli stampini poi adagiate la pasta facendola aderire bene ai bordi.

3 Accendete il forno a 200 gradi mentre si scalda disponete un foglietto piccolo di carta forno in ogni stampino, sopra adagiate un cucchiaio raso di fagioli secchi, riso (la cottura in bianco).

4 Cuocete per 20-25 minuti, sfornate e fate raffreddare del tutto prima di eliminare carta forno e fagioli.

5 Lessate 15 minuti gli asparagi in acqua bollente eliminando la parte di gambo più dura (soprattutto se sono grossi), scolate, lasciate raffreddare.

6 In un mixer frullate gli asparagi e i formaggi, regolate di sale, dovrete ottenere una crema.

7 Inserite la crema in una sach a poche e poi nei cestini, beccuccio a piacere.

8 Infine aggiungete il tonno e il pepe.

Antipasti/ Pesce/ verdure

Crostini di polenta puntarelle e acciughe

Ricetta improvvisata….più o meno come sempre.

Ho comprato della polenta bianca, difficile da reperire per cui ho colto l’occasione, a fette.

Non volevo farci il solito sugo da polenta, funghi o formaggio o ragù, cinghiale ecc…

Ho visto in frigorifero le puntarelle ed ecco nata la ricetta.

Chiamarla ricetta è anche troppo direi, si tratta di assemblare gli ingredienti.

Semplice, veloce, economica, sana.

Le puntarelle per me sono una di quelle verdure che mi piacciono si e no, dipende da come sono condite/accompagnate.

Ci sono un tot di verdure che compro per diversificare, non mangiare sempre le stesse, le puntarelle una di queste verdure.

Il retrogusto amarognolo non mi conquista ma con il dolce della polenta e il sapido delle acciughe che notoriamente amo, direi che sono un antipasto o contorno niente male.

Vi auguro buon week end.

 

Ingredienti per due persone:

10 fette di polenta, altezza fetta 5 mm

200 gr puntarelle

5-6 filetti di acciughe

olio evo

sale e pepe

1 Tagliate a fette la polenta, disponetela su una teglia da forno coperta di carta forno.

2 Scaldate il forno a 200 gradi nel mente condite insieme le puntarelle, le acciughe a pezzetti, sale pepe e olio un paio di cucchiai

3 Spennellate con dell’olio le fette di polenta, cuocete dieci minuti poi passatele sotto il grill altri 3-4 minuti, devono dorarsi.

4 Sfornate e mettete sopra ogni fetta un abbondante cucchiaio di puntarelle, servite.

Antipasti/ contorni/ Patate/ Pesce

Sformatini di baccalà patate e cannellini

Grande amore per il baccalà anche se lo mangio raramente.

Rigorosamente dissalato, lo trovate al super, non ho la costanza e la pazienza per dissalarlo giorni.

Tortino davvero semplice da preparare, specie se cuocete prima le patate e i cannellini.

Secondo me piace anche ai bambini, tre ingredienti che insieme si sposano bene e nessuno è troppo marcato.

Febbraio stai volando fra sonno che manca, giornate lavorative intense, tante piccole e grandi cose da fare.

In qualche modo faccio tutto, direi quasi mai secondo come mi immagino prima ma alla fine è il risultato quello che conta.

Soprattutto ora sono proiettata su qualche giorno di ferie a marzo, metà più o meno stabilita, una settimana non mi pare vero, non la faccio da quest’estate.

Replicate questa piccola delizia.

 

Ingredienti:

400 gr baccalà dissalato

200 gr patate lesse

50 gr cannellini (i miei di Azienda Agricola Dolci Giuseppina)

2 cucchiai di latte

2 cucchiai olio evo

2 spicchi d’aglio

40 gr farina

mezzo cucchiaino di lievito

2 uova

sale e pepe

1 Cuocete il baccalà al vapore per circa 15 minuti, fate raffreddare.

2 Nel mixer radunate le patate lesse a pezzetti, i cannellini, il latte, l’olio, l’aglio tritato, il baccalà, le uova, sale e pepe, frullate fino a ottenere un composto omogeneo.

3 Unite la farina e frullate nuovamente.

4 Accendete il forno a 200 gr, mentre si scalda distribuite il composto negli stampini, se occorre imburrate, io silicone quindi no.

5 Cuocete per  20-25 minuti, sfornate e lasciate intiepidire, in friggitrice ad aria stessa temperatura 15 minuti.

Antipasti/ contorni/ frutta secca/ verdure

Insalata di indivia pere parmigiano senape

Idea molto semplice ma gustosa, specie se come me l’indivia non vi entusiasma.

Sono sempre a caccia di ricette per mangiare una maggiore varietà di verdure possibili.

Molte non mi entusiasmano da sole, devo trovare il giusto abbinamento per mangiarle.

Vedi cavolfiore, indivia, cavolo, verza ecc…

Da sole giammai, non ce la faccio, hanno un sapore che non mi piace.

Questa insalata con il dolce della senape al miele, il croccante delle noci, il sapido del parmigiano, la delicatezza delle pere l’ho amata.

Gennaio è stato un mese ricco, un po’ faticoso, un po’ in attesa per via di una questione lavorativa andata a buon fine.

Febbraio si cambia marcia, come orari, ritmi, ambiente e prassi lavorative ma non solo.

Sistemata la questione lavoro (aspettavo da giugno) ci sono due tre cose su cui voglio concentrarmi.

Mi sembrano tante e conoscendomi non riuscirò a fare tutto bene ma iniziamo.

E’ un periodo in cui ho tante idee e progetti che vorrei realizzare, speriamo di farcela!

Buona giornata.

 

Per 4 persone:

4 cespi di indivia belga

2 pere mature

100 gr di parmigiano (pezzo non grattugiato)

70 gr di noci

4 cucchiai di senape (io al miele della Maille)

3 cucchiai di olio evo

sale e pepe

1 Lavate l’indivia tagliatela a listarelle in verticale, disponetela direttamente in 4 piatti.

2 Con una mandolina create le scaglie di parmigiano disponendole su ogni piatto.

3 Stessa cosa per le noci tritate grossolanamente.

4 Tagliate le pere a metà, tagliatele a metà nel senso verticale, disponetele su ogni piatto.

5 Mescolate in un bicchiere/ciotola la senape con l’olio, distribuite su ogni piatto, regolate di sale e pepe.

Antipasti/ contorni/ Pesce

Cheesecake al salmone

Niente dolcetti per la befana, ne abbiamo mangiati troppi ma un antipasto.

Antipasto semplice, senza cottura, versatile, base sempre uguale, il resto variabile.

Epifania che tutte le feste si porta via, un po’ di tristezza c’è.

Più che altro malinconia per le piccole cose.

Lucine, l’albero, colazioni lente, passeggiate, presepi, tavolate, musiche e film di Natale.

E’ stato un dicembre/natale bellissimo, c’è stato tutto quello che desideravo.

Spero sia stato così anche per voi e ora pronti per realizzare i buoni propositi.

Non è solo una speranza proviamoci davvero!

Buon week end.

 

Ingredienti per 3 cheesecake stampo diametro 6 (in foto più grande)

110 gr taralli (quelli che volete)

65 gr burro fuso

200 gr robiola

50 ml panna fresca

100 gr salmone affumicato

100 gr tartare di salmone

scorza di mezzo lime

1 cucchiaio e mezzo di succo di lime

menta

erba cipollina

sale e pepe

1 Spezzettate grossolanamente i taralli, frullati con il burro.

2 Distribuite direttamente nei piatti i coppapasta e dentro il composto, livellandolo bene con un cucchiaio, mettete in frigorifero.

3 In una ciotola mescolate la scorza e il succo di lime, la robiola, il salmone spezzettato e la panna.

4 Regolate di sale e pepe, unite la menta spezzettata.

5 Distribuite la crema nei coppasta, altezza bordo, riponete in frigorifero almeno un paio d’ore.

6 Sfornate con delicatezza staccando la cheesecake con un coltello caldo o una spatola.

7 Decorate con la tartare distribuite su ogni cheesecake e erba cipollina.