Browsing Category

Antipasti

Antipasti/ Pesce/ verdure

Cestini di asparagi e tonno

Antipasto finger food per il week end in arrivo.

Idea semplice che seppur non perfetta fa la sua scena.

Ma soprattutto sono buonissimi, pensavo mi sarebbero piaciuti ma non così tanto.

Fra primo contorno secondo e mille antipastini non ho dubbi: scelgo i secondi.

Mi piace curiosare, guardare come sono disposti, inutile dire che sono esteticamente più belli rispetto a guardare un arrosto.

Mi piace vedere i colori, le forme, le consistenze, adoro le alzatine per creare più piani.

Una tavolata di antipasti fa sempre tanta scena e si sa nei matrimoni, cene ecc….viene presa d’assalto!

Segnatevi questa idea semplice e di stagione.

Buon fine settimana.

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rotonda

1 mazzetto di asparagi

100 gr di tartare di tonno fresco

200 gr di formaggio spalmabile

2 cucchiai di parmigiano

sale e pepe

una noce scarsa di burro

1 Formate i cestini srotolando la pasta sfoglia, con un bicchiere formate i cerchi, io avevo 12 stampini e mi è avanzata la pasta.

2 Ungete con il burro gli stampini poi adagiate la pasta facendola aderire bene ai bordi.

3 Accendete il forno a 200 gradi mentre si scalda disponete un foglietto piccolo di carta forno in ogni stampino, sopra adagiate un cucchiaio raso di fagioli secchi, riso (la cottura in bianco).

4 Cuocete per 20-25 minuti, sfornate e fate raffreddare del tutto prima di eliminare carta forno e fagioli.

5 Lessate 15 minuti gli asparagi in acqua bollente eliminando la parte di gambo più dura (soprattutto se sono grossi), scolate, lasciate raffreddare.

6 In un mixer frullate gli asparagi e i formaggi, regolate di sale, dovrete ottenere una crema.

7 Inserite la crema in una sach a poche e poi nei cestini, beccuccio a piacere.

8 Infine aggiungete il tonno e il pepe.

Antipasti/ Pesce/ verdure

Crostini di polenta puntarelle e acciughe

Ricetta improvvisata….più o meno come sempre.

Ho comprato della polenta bianca, difficile da reperire per cui ho colto l’occasione, a fette.

Non volevo farci il solito sugo da polenta, funghi o formaggio o ragù, cinghiale ecc…

Ho visto in frigorifero le puntarelle ed ecco nata la ricetta.

Chiamarla ricetta è anche troppo direi, si tratta di assemblare gli ingredienti.

Semplice, veloce, economica, sana.

Le puntarelle per me sono una di quelle verdure che mi piacciono si e no, dipende da come sono condite/accompagnate.

Ci sono un tot di verdure che compro per diversificare, non mangiare sempre le stesse, le puntarelle una di queste verdure.

Il retrogusto amarognolo non mi conquista ma con il dolce della polenta e il sapido delle acciughe che notoriamente amo, direi che sono un antipasto o contorno niente male.

Vi auguro buon week end.

 

Ingredienti per due persone:

10 fette di polenta, altezza fetta 5 mm

200 gr puntarelle

5-6 filetti di acciughe

olio evo

sale e pepe

1 Tagliate a fette la polenta, disponetela su una teglia da forno coperta di carta forno.

2 Scaldate il forno a 200 gradi nel mente condite insieme le puntarelle, le acciughe a pezzetti, sale pepe e olio un paio di cucchiai

3 Spennellate con dell’olio le fette di polenta, cuocete dieci minuti poi passatele sotto il grill altri 3-4 minuti, devono dorarsi.

4 Sfornate e mettete sopra ogni fetta un abbondante cucchiaio di puntarelle, servite.

Antipasti/ contorni/ Patate/ Pesce

Sformatini di baccalà patate e cannellini

Grande amore per il baccalà anche se lo mangio raramente.

Rigorosamente dissalato, lo trovate al super, non ho la costanza e la pazienza per dissalarlo giorni.

Tortino davvero semplice da preparare, specie se cuocete prima le patate e i cannellini.

Secondo me piace anche ai bambini, tre ingredienti che insieme si sposano bene e nessuno è troppo marcato.

Febbraio stai volando fra sonno che manca, giornate lavorative intense, tante piccole e grandi cose da fare.

In qualche modo faccio tutto, direi quasi mai secondo come mi immagino prima ma alla fine è il risultato quello che conta.

Soprattutto ora sono proiettata su qualche giorno di ferie a marzo, metà più o meno stabilita, una settimana non mi pare vero, non la faccio da quest’estate.

Replicate questa piccola delizia.

 

Ingredienti:

400 gr baccalà dissalato

200 gr patate lesse

50 gr cannellini (i miei di Azienda Agricola Dolci Giuseppina)

2 cucchiai di latte

2 cucchiai olio evo

2 spicchi d’aglio

40 gr farina

mezzo cucchiaino di lievito

2 uova

sale e pepe

1 Cuocete il baccalà al vapore per circa 15 minuti, fate raffreddare.

2 Nel mixer radunate le patate lesse a pezzetti, i cannellini, il latte, l’olio, l’aglio tritato, il baccalà, le uova, sale e pepe, frullate fino a ottenere un composto omogeneo.

3 Unite la farina e frullate nuovamente.

4 Accendete il forno a 200 gr, mentre si scalda distribuite il composto negli stampini, se occorre imburrate, io silicone quindi no.

5 Cuocete per  20-25 minuti, sfornate e lasciate intiepidire, in friggitrice ad aria stessa temperatura 15 minuti.

Antipasti/ contorni/ frutta secca/ verdure

Insalata di indivia pere parmigiano senape

Idea molto semplice ma gustosa, specie se come me l’indivia non vi entusiasma.

Sono sempre a caccia di ricette per mangiare una maggiore varietà di verdure possibili.

Molte non mi entusiasmano da sole, devo trovare il giusto abbinamento per mangiarle.

Vedi cavolfiore, indivia, cavolo, verza ecc…

Da sole giammai, non ce la faccio, hanno un sapore che non mi piace.

Questa insalata con il dolce della senape al miele, il croccante delle noci, il sapido del parmigiano, la delicatezza delle pere l’ho amata.

Gennaio è stato un mese ricco, un po’ faticoso, un po’ in attesa per via di una questione lavorativa andata a buon fine.

Febbraio si cambia marcia, come orari, ritmi, ambiente e prassi lavorative ma non solo.

Sistemata la questione lavoro (aspettavo da giugno) ci sono due tre cose su cui voglio concentrarmi.

Mi sembrano tante e conoscendomi non riuscirò a fare tutto bene ma iniziamo.

E’ un periodo in cui ho tante idee e progetti che vorrei realizzare, speriamo di farcela!

Buona giornata.

 

Per 4 persone:

4 cespi di indivia belga

2 pere mature

100 gr di parmigiano (pezzo non grattugiato)

70 gr di noci

4 cucchiai di senape (io al miele della Maille)

3 cucchiai di olio evo

sale e pepe

1 Lavate l’indivia tagliatela a listarelle in verticale, disponetela direttamente in 4 piatti.

2 Con una mandolina create le scaglie di parmigiano disponendole su ogni piatto.

3 Stessa cosa per le noci tritate grossolanamente.

4 Tagliate le pere a metà, tagliatele a metà nel senso verticale, disponetele su ogni piatto.

5 Mescolate in un bicchiere/ciotola la senape con l’olio, distribuite su ogni piatto, regolate di sale e pepe.

Antipasti/ contorni/ Pesce

Cheesecake al salmone

Niente dolcetti per la befana, ne abbiamo mangiati troppi ma un antipasto.

Antipasto semplice, senza cottura, versatile, base sempre uguale, il resto variabile.

Epifania che tutte le feste si porta via, un po’ di tristezza c’è.

Più che altro malinconia per le piccole cose.

Lucine, l’albero, colazioni lente, passeggiate, presepi, tavolate, musiche e film di Natale.

E’ stato un dicembre/natale bellissimo, c’è stato tutto quello che desideravo.

Spero sia stato così anche per voi e ora pronti per realizzare i buoni propositi.

Non è solo una speranza proviamoci davvero!

Buon week end.

 

Ingredienti per 3 cheesecake stampo diametro 6 (in foto più grande)

110 gr taralli (quelli che volete)

65 gr burro fuso

200 gr robiola

50 ml panna fresca

100 gr salmone affumicato

100 gr tartare di salmone

scorza di mezzo lime

1 cucchiaio e mezzo di succo di lime

menta

erba cipollina

sale e pepe

1 Spezzettate grossolanamente i taralli, frullati con il burro.

2 Distribuite direttamente nei piatti i coppapasta e dentro il composto, livellandolo bene con un cucchiaio, mettete in frigorifero.

3 In una ciotola mescolate la scorza e il succo di lime, la robiola, il salmone spezzettato e la panna.

4 Regolate di sale e pepe, unite la menta spezzettata.

5 Distribuite la crema nei coppasta, altezza bordo, riponete in frigorifero almeno un paio d’ore.

6 Sfornate con delicatezza staccando la cheesecake con un coltello caldo o una spatola.

7 Decorate con la tartare distribuite su ogni cheesecake e erba cipollina.

 

Antipasti/ Lievitati

Albero di mozzarella e pomodoro

Idea semplicissima che circola sul web.

Nei pasti delle feste la portata che preferisco è indubbiamente l’antipasto.

Insalata russa, pizzette, panettone gastronomico, salmone, tartine e chi più ne ha più ne metta.

Finiti gli antipasti tendenzialmente per me si potrebbe passare al dolce.

Del resto mangio poco e nulla, il primo si, il secondo di solito lo salto.

Rispetto agli antipasti c’è di che sbizzarrirsi, penso si potrebbe produrre per mesi stante la varietà di opzioni.

L’albero di pasta pizza idea semplice, unica noia dover formare un quadrato alla volta.

Consigli: non farciteli troppo, evitate condimenti troppo liquidi.

Dieci giorni a Natale siete pronti?

Io si, direi di si, spero di godermeli!

Buon week end.

 

Ingredienti:

2 rotoli di pasta pizza rettangolari

panetto di mozzarella (quello senz’acqua per intederci)

passata di pomodoro

sale

olio

2 cucchiai di latte

1 uovo

1 Stendete i rotoli, formate dei quadrati di circa 7×7 o misurate con un righello la pasta per regolarvi di conseguenza (io ne avevo due di diverse dimensioni).

2 Al centro di ogni quadrato disponete due cubetti di mozzarella e un cucchiaino di passata.

3 Chiudeteli unendo tutte le punte di pasta fra loro poi rotolateli fra le mani dandogli la forma della palline.

4 Disponeteli su una teglia con carta forno, in base alla grandezza della teglia formate l’albero, in cima una palline e per il tronco due per il resto vedete voi a seconda di quanto grande lo volete e quanti quadrati avete.

5 Una volta formato l’albero regolate di sale o se volete potete farlo prima sui quadrati ancora da chiudere.

6 Sbattete l’uovo e il latte e spennellate la superficie.

7 Infornate a 180 gradi per circa 25 minuti, una volta sfornate spennellate di olio evo.

Antipasti/ colazioni salate

Cupcake parmigiano e pistacchi

Ci siamo, cominciamo con le ricette natalizie.

In realtà non avevo programmato nulla e ancora questa settimana pensavo di pubblicare senza lustrini, addobbi, mood tipicamente natalizio poi ho improvvisato …come sempre!

Anche quest’anno non vi propongo menù tipo tutto pesce, tutto carne, piatti della tradizione, in rete trovate di tutto.

Vi proporrò idee regalo, quelle che più mi vengono richieste da amici, parenti, colleghi ecc…dolce e salato sfizi che potete serenamente impacchettare e regalare.

Per il pacco ormai c’è di tutto, dai porta cupcake/muffin a sacchettini, vassoi, scatolini ecc..quindi no problem.

Partiamo con un ingredienti che amo alla follia il parmigiano! Di solito i cupcake sono dolci ma per cambiare un po’ ecco una versione salata semplicissima, la crema un must di casa mia da secoli.

Buon avvicinamento al Natale!

 

Ingredienti per circa 10 cupcake:

2 uova

200 ml latte fresco

60 ml olio di semi

240 gr farina

una bustina di lievito per salato

60 gr parmigiano + 50 gr per la crema

sale

250 gr mascarpone

pistacchi

1 In una ciotola sbattete le uova con una frusta, devono essere chiare e spumose, unite il latte e l’olio mescolate bene.

2 In un’altra ciotola mescolate farina e lievito setacciati e il parmigiano.

3 Unite gli ingredienti secchi ai liquidi, amalgamate bene.

4 Accendete il forno a 180 gradi mentre si scalda versate il composto in pirottini da muffin, riempite per trequarti lo stampino.

5 Infornate per 25 minuti, fate raffreddare nel mentre preparate la crema mescolando mascarpone e parmigiano, se volete anche una parte di pistacchi ma devono essere tritati fini se no ostruiscono la bocchetta della sach a poche.

6 Riempite una sach a poche e decorate i cupcake, terminate distribuendo i pistacchi a pezzetti.

Antipasti/ contorni/ verdure

Polpette di cous cous e cavolfiore

Passata la sbornia del compleanno del blog (ancora grazie di cuore) torniamo alle ricette da tutti i giorni prima di immergerci fra qualche settimana nella magia del periodo migliore dell’anno.

NATALE!!!

Chi mi conosce sa quanto lo ami in tutto, ne parleremo.

Ricetta di oggi vista simile su una rivista, non ero del tutto convinta per cui ho voluto provarla, direi promossa.

Non da dire le rifarei domani ma sicuramente buone, abbinamento originale e particolare.

Potrebbe essere una buona ricetta per far mangiare il cavolfiore ai bambini, solitamente non amano questo genere di verdura, io per prima non la mangiavo fino a qualche anno fa.

Sono giornate molto molto piena, sono davvero stanca, aspetto Sant’Ambrogio per riposarmi, uno stacco di cinque giorni ora come ora mi pare un sogno.

Buona giornata.

 

Ingredienti per circa 13-14 polpette:

200 gr cous cous (il mio di Azienda Agricola Dolci Giuseppina)

150 gr cavolfiore lessato

50 gr di pane in cassetta

50 gr di fecola di patate

1 uovo

sale e pepe

olio

1 Preparate il cous cous secondo le istruzioni indicate sulla confezione, fatelo asciugare bene.

2 In una ciotola spappolate bene il cavolfiore, tritate grossolanamente il pane, unitelo.

3 Unite anche il cous cous freddo, l’uovo, la fecola, sale e pepe, amalgamate, provate a formare una polpetta se troppo molle unite altra fecola o pangrattato, poco alla volta.

4 Cuocete o friggendo o in forno per una ventina di minuti a 180 gradi o in friggitrice ad aria 180 gradi, dieci minuti scarsi.

Accompagnatele con maionese o altre salse, la mia di avocado.

Antipasti/ contorni/ frutta secca/ verdure

Girasole di zucca taleggio e nocciole

Dopo averne pubblicati un tot sui social, ho deciso di mettere la ricetta.

Alcuni di voi me l’hanno chiesta quindi anche se semplicissima, procedo spiegando bene tutti i passaggi.

Per me spesso una ricetta salva cena, come ho detto migliaia di volte chi ha inventato la pasta sfoglia è un genio.

Economica, versatile, già pronta, si cuoce in poco tempo. 

La farcitura con quello che volete, la crema la si crea con legumi, verdura, carne, pesce, formaggi.

In versione dolce crema di tutti i tipi, cioccolato, nocciole, pistacchio, miele frutta tagliata sottile, marmellata ecc…

Piace a tutti, carina da vedere, anche se non perfetta in tavola fa sempre la sua scena, calda è eccezionale.

Oggi con della zucca avanzata, idem il formaggio.

 

Ingredienti:

due rotolo di pasta sfoglia rontonda

150 gr di zucca lessata

100 gr di taleggio (vanno benone parmigiano, caprino, robiola, crescenza, stracchino, gorgonzola ecc..)

1 cucchiaio di nocciole

sale

se volete una spolverata di parmigiano grattugiato

 

1 Spappolate bene la zucca creando una purea.

2 Stendete direttamente sulla teglia da forno foderata con carta forno il primo cerchio di sfoglia.

3 Spalmata la zucca in modo omogeneo, meno sui bordi, se vi sembra troppa non utilizzatela tutta (se è troppa straborda in cottura).

4 Distribuite qua e là pezzi di formaggio non troppo grandi e le nocciole spezzettate al coltello grossolanamente, regolate di sale.

 

 

5 Adagiate sopra il secondo cerchio di sfoglia, fate aderire bene i bordi.

5 Ponete al centro del cerchio una tazza, una ciotolina, quello che volete, con un coltello ben affilato o una tagliapasta tagliate delle strisce partendo dalla tazza verso i bordi esterni, circa 2-3 cm di larghezza.

6 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda togliete la tazza e arrotolate ogni strisce su stessa formando una sorta di treccia.

7 Infornate per circa mezzora, dovrà risultare dorata, sfornate, fate riposare dieci minuti e gustate.

Antipasti/ frutta secca

Crostini cachi gorgonzola noci e miele

Chi mi conosce bene penserà perchè questa ricetta?

Effettivamente tutti questi ingredienti non sono fra i miei preferiti, i cachi credo di averli mangiati due volte in vita mia senza soddisfazione, il gorgonzola lo tollero ma solo se in contrasto con altri ingredienti, come in questo caso.

Le noci mi piacciono ma fra la frutta secca sono quelle che lascio per ultime, il miele troppo dolce, lo uso pochissimo, mangiarne un cucchiaino impensabile.

Eppure tutti insieme questi ingredienti sono buoni, i contrasti dolce, salato, amarognolo, croccante, cremoso si sposano benissimo.

Diciamo che mi piace sperimentare, non ero assolutamente certa del risultato e infatti anche le foto le ho fatte al volo, è piacevole restare positivamente stupiti.

Lunedì in salita, dormito poco e settimana piena, compresi molteplici pensieri che mi frullano in testa.

Buona settimana.

 

Ingredienti per 6 crostini:

6 fette di pane, quello che prerite

2 cucchiai di gorgonzola

1 caco 

una decina di noci

miele 

 

1 Accendete il forno a 200 gradi, disponete su una teglia da forno coperta di carta forno il pane.

2 Sbucciate il caco e tagliatelo a fette mediamente sottili, disponetene circa tre per fetta di pane (valutate voi in base alla grandezza delle fette di pane, le mie erano piccole).

3 Disponete ciuffi di gorgonzola sparsi qua e là sul pane, le noci spezzettate grossolanamente, alla fine con una forchetta spargete “fili” di miele a caso sulle fette.

4 Infornate per sette otto minuti, mangiate subito.