Browsing Category

Creme

Creme/ DOLCI

Torta di crema cotta e pesche

Ricetta vista su una rivista che non mi ha convinta del tutto, la ricetta non la rivista.

E’ buona ma è enorme, ricca di ingredienti, molto calorica, troppa fecola, quando prendo spunto tendo a non cambiare troppo di mia iniziativa per non incorrere in rischi non previsti o prevedibili.

Avrei messo meno fecola e più zucchero, a voi lascio la ricetta identica di Cucina Moderna.

Domenica settembrina calda, forse troppo, io sommersa di cose da fare con una casa che mi guarda come dire ci sono anche io, prenditi cura di me! 

Io che mi volto dall’altra parte pur sapendo che dovrei sistemare un po’ ovunque, ammetto che oggi non mi sento in grande forma, non penso che farò nulla di che, diciamo domenica relax a casa.

Mi aspetta una settimana ricca di impegni e incombenze, relax e torta a pranzo e cena.

Buona domenica.

 

Ingredienti stampo 22-24 cm:

150 gr biscotti digestive (o simili)

70 gr burro fuso

200 gr fecola

140 gr zucchero

4 uova

mezzo litro di latte fresco

mezzo litro panna da cucina

una decina di amaretti

3 pesche mature

1 Preparate la base frullando i biscotti con il burro, distribuite il composto in uno stampo a cerniera imburrato, livellate bene la superficie riponete in frigorifero.

2 In una casseruola grande a sponde alte versate lo zucchero e il latte, fate scaldare poi unite la fecola setacciata e la panna, mescolate bene e fate cuocere per circa cinque minuti finchè non diventa crema. Lasciate raffreddare.

3 Unite un uovo alla volta amalgamando bene poi le pesche a pezzetti.

4 Accendete il forno a 170 gradi, mentre si scalda sbriciolate gli amaretti sulla base della torta poi unite la crema di pesche, cuocere per 1 ora, la consistenza al centro una volta raffreddata del tutto resterà leggermente molle/gelatinosa.

NOTE: meglio prepararla il giorno prima e farle trascorrere una notte in frigorifero. Ho decorato con della mandorle zuccherate che mi hanno regalato, potete lasciarla così o mettere delle pesche a fette o altro.

Antipasti/ contorni/ Creme

Crema di melone, yogurt, cipollotto

Finalmente le temperature sono tornate umane e ha iniziato a piovere, ahimè creando danni.

Spero che continui a piovere perchè ne abbiamo bisogno ma una pioggerella prolungata sarebbe l’ideale.

A Milano e dintorni dopo il ciclone di fine luglio la parola temporale suscita paura, ansia.

Ci si chiude in casa, se si è in giro si blindano le finestre, si mette al sicuro la macchina e si spera che la furia dell’acqua e del vento non imperversino troppo.

Speriamo siano giorni di pioggia tranquilli.

Passando alla ricetta ideale se avete fretta, poca voglia di mettervi ai fornelli, volete qualcosa di fresco ma diverso dal solito.

Il melone in versione salata non è propriamente usuale in tavola, come detto e fatto altre volte con altri ingredienti, tendo spesso a utilizzare la frutta con il salato.

Se avete amici a cena/pranzo mettetela in bicchierini e ciotolino, timo, basilico, qualcosa che crei contrasto e farete anche bella figura.

 

Ingredienti per due porzioni:

1 melone medio

2 fette di pane a cassetta

2 cipollotti medi

200 gr yogurt greco

2 cucchiai di olio

mozzarelline per decorare facoltative

sale pepe basilico

1 Pulite il melone, tenetene da parte un pezzo per realizzare delle palline con uno scavino, il resto mettetelo in una ciotola ampia.

2 Unite il pane sbriciolato, lo yogurt, il cipollotto tagliato a rondelle, il basilico, sale, pepe, olio, frullate fio a ottenere una crema omogenea.

3 Disponete nei piatti e decorate co le mozzarelline, le palline di melone e il basilico, se preferite va bene anche il timo.

Antipasti/ Creme/ Lievitati/ verdure

Girelle di sfoglia con crema di feta e zucchine

Questo post esce mentre sono a Napoli.

Finalmente.

E’ una vita che voglio andarci, per qualcuno sarà scandaloso ma è la mia prima volta nel capoluogo campano.

Prima non mi è mai capitato di andarci ne’ sono riuscita a organizzare.

Detto ciò  per il compleanno di mio papà io e mia sorella, con la complicità di mia mamma e mio fratello, abbiamo deciso di regalargli (e regalarci) un week end tutti insieme. 

Non c’è stato da discutere molto sulle opzioni, subito abbiamo optato per Napoli.

Vi saprò cosa ne penso, buon fine settimana.

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare

una zucchina piccola a julienne

feta metà panetto

sale 

 

1 Frullate le zucchine con la feta e il sale fino a ottenere una crema omogenea.

2 Aprite la pasta sfoglia, lasciate riposare dieci minuti poi spalmate la crema, non arrivate a coprire interamente i bordi.

3 Arrotolate la pasta su se stessa formando un cilindro, tagliate le girelle ogni cm e mezzo, disponetele distanziate su una teglia coperta da forno.

4 In forno caldo a 200 gradi infornate, lasciate cuocere 25-30 minuti circa, dovranno risultare dorate.

contorni/ Creme/ Legumi/ Pesce/ Uova/ verdure

Crepes cannellini asparagi gamberi

Adoro questi piatti componibili dove decidi al momento quanti asparagi mettere, se spalmare appena uno strato di hummus o abbondare, se mettere un avanzo di verdure, una salsa, una crema, pesce, carne, uova, ecc…

Le crepes del resto oltre a essere buonissime, sono ottime per questo, dolci o salate stanno bene con tutto, si conservano per giorni in frigorifero e si farciscono in un attimo.

Sono giorni intensi, pieni di pensieri (non brutti o gravi), spesso di notte mi sveglio e rimugino per ore nonostante il fisico implori il sonno e immaginate il giorno dopo la fatica.

A volte mi capitano questi periodi in cui alcuni pensieri mi accompagnano con costanza, anche se cerco di distrarmi, non dico diventino ossessioni ma devo fare uno sforzo importante per non pensarci. Per fortuna durano pochi giorni poi me ne libero.

Programmi per il fine settimana: riposo, riposo, riposo, riposo all’infinito, ho anche tanti libri da leggere e una serie tv che mi aspetta, voi che farete? Buon fine settimana.

 

Ingredienti:

per sei crepes circa

2 uova

30 gr burro + burro per padella antiaderente

125 gr farina di farro (la mia di Azienda Agricola Dolci Giuseppina, anche i cannellini)

250 ml latte (io vegetale ma è uguale)

sale

per l’hummus:

250 gr cannellini 

1 cucchiaio di tahina

succo di un limone

1 spicchio di aglio

olio evo

sale

 

1 mazzo piccolo di asparagi

una ventina circa di gamberi

1 Preparate le crepes facendo fondere il burro, lasciatelo intiepidire, in una ciotola capiente sbattete le uova con il sale, unite la farina poco alla volta e poi il latte e il burro a filo sempre mescolando con una frusta a mano, otterrete una pastella densa.

2 Passate una noce di burro in una padella antiaderente, fate scaldare qualche minuto, versate poco più della metà di un mestolo, fate ruotare la pastella nella padella, lasciate cuocere due tre minuti finchè con una spatola non riuscite a staccare bene i bordi e girarla, al centro devono comparire come delle bolle, girate per ancora un paio di minuti, le crepes devono risultare dorate, continuate nello stesso modo fino al termine della pastelle, mettete su un piatto con carta assorbente o da forno.

3 Preparate l’hummus mettendo in un mixer i cannellini, l’aglio sbucciato e tagliato a pezzetti, la tahina, il succo di limone e il sale, iniziate a frullare unendo a filo l’olio, dovrete ottenere una crema mediamente densa omogenea.

4 Lessate gli asparagi lavati e spuntati del gambo finale,  per 10 minuti in acqua bollente, scolate e lasciate intiepidire.

5 Componete le crepes, spalamando prima un cucchiaio di hummus, disponete poi 4-5 asparagi e infne i gamberi, se volete anche dei semi di sesamo (io li avevo da finire), se occorre regolate di sale.

Creme/ Dal mondo/ DOLCI

Brownie cheesecake alle fragole

Ricetta super per questo 1 maggio di festa.

Il tempo è più da novembre ma tanto al dolce non si dice mai di no.

La foto dei quadrotti l’ho rubata dalla tavola, si vede il piatto sporco e nessuna cura nel presentarla, amen, c’erano amici a pranzo e non potevo tagliarli prima, l’ho messa comunque per mostrarli l’interno.

Interno che è stata una sorpresa, ero convinta che il brownie assumesse una consistenza più compatta, idem la cheesecake, temevo che i tre strati non si amalgamassero bene. Invece sono un tripudio armonico.

Tutti hanno la giusta consistenza (anche la mousse di fragole che sembra crollare ma non cade), il cucchiaino affonda perfettamente senza incontrare resistenza.

Insomma voto 10 per me e credo anche per i miei amici che hanno fatto tutti il bis.

Buon 1 maggio a tutti.

 

Ingredienti:

per il brownie:

200 gr cioccolato fondente

200 gr burro a temperatura ambiente

250 gr zucchero a velo

120 gr farina 00

3 uova

per la cheesecake:

450 gr formaggio spalmabile

150 gr zucchero a velo

2 uova

per la crema di fragole:

130 gr fragole

300 ml panna fresca

100 gr zucchero a velo

fragole per decorare

 

1 Preparate il brownie: a bagnomaria sciogliete il cioccolato con 40 gr di burro, mentre si scioglie lavorate con una frusta il burro e lo zucchero a velo fino a ottenere una crema omogenea, liscia e gonfia.

2 Una volta pronta la crema al burro unite un uovo alla volta mescolando fino al completo assorbimento.

3 Unite il cioccolato fuso, mescolate bene poi unite poco alla volta la farina setacciata. Amalgamate poi versate il composto in una teglia rettangolare coperta di carta forno. Distribuite in modo uniforme.

4 Preparare la cheesecake mescolando il formaggio allo zucchero a velo, dovrete ottenere una crema morbida, unite le uova uno alla volta, amalgamate.

5 Fate scaldare il forno a 170 gradi, nel mentre versate il composto di formaggio sul brownie, livellate la superficie delicatamente e infornate per 40-45 minuti, dovrà risultare appena dorato. Spegnete il forno, lasciate raffreddare completamente poi mettete in frigorifero per almeno  4-5 ore, una notte intera meglio.

6 Lavate e pulite le fragole, tagliatele grossolanamente, mettete in un frullatore con la panna e lo zucchero a velo, frullate fino a ottenere una crema omogenea e soda, ben montata.

7 Distribuite la crema di fragole sulla torta, riponete in frigorifero una mezzora, servite decorando con delle fragole intere (facoltativo).

 

Antipasti/ contorni/ Creme/ verdure

Crostini ricotta agretti e ovetto

Idea nata in un secondo. Volevo preparare una ricetta con gli agretti, ero partita pensando a una pasta complice alcune idee viste sul web. Poi come spesso accade in un lampo mi si sono palesati davanti questi crostini ed eccoli.

Ricetta molto molto semplice, comprate del pane buono (o fatelo), cuocete gli agretti, altri pochi passaggi e sono pronti. Diversi dal solito, originali, buoni.

Questa pazza folle primavera in cui un minuto fa caldo, l’altro fa freddo poi splende il sole dopo diluvia e tira vento, mi sta regalando una sonnolenza pazzesca, ho sempre sonno.

Motivo per cui sto preparando ricette molto semplici, spesso per finire ingredienti come la polenta, le zuppe, che a breve non si mangeranno più, uova, verdure al vapore o da saltare velocemente, tanti legumi (spesso pronti), insomma massima resa, minimo sforzo.

Buon fine settimana.

 

Ingredienti:

1 filone di pane

1 mazzo di agretti

200 gr di ricotta

3 cucchiai di parmigiano grattugiato (facoltativo)

uova di quaglia

sale e pepe

 

1 Lavate bene gli agretti, togliete le estremità più spesse, saltati in padella per circa una quindicina di minuti con olio o acqua o cuoceteli al vapore, lasciate intiepidire, se necessario strizzateli.

2 Frullate gli agretti con la ricotta, il parmigiano e il sale fino a ottenere una crema omogenea.

3 Accendente il forno a 190 gradi, mentre si scalda affettate il pane a fette, spalmate la crema formando al centro una sorta di buco.

4 Rompete nel buco le uova di quaglia, uno per fetta, infornate per circa quindici minuti, spolverate di pepe, lasciate riposare cinque minuti prima di gustarli.

Creme/ Legumi

Crema di cannellini stracciatella peperone crusco

Amore grande per questa ricetta, amo tutti gli ingredienti e abbinati insieme sono da scorpacciata.

Idea nata per caso quando finalmente ho trovato i peperoni cruschi, cosa rara a Milano se non in pochissimi luoghi.

Idea ottima anche per i bambini, i peperoni forse non li mangeranno ma la crema sicuramente si, se riuscite a camuffare qualche altra verdure all’interno o decorare con pomodorini, zucchine, fagiolini d’estate, diventa un piatto unico ricco buono economico.

Io raffreddatissima in questo marzo che sta correndo veloce fra scrosci di pioggia improvvisi, raffiche di vento, sbalzi mostruosi di temperatura, libri divorati, notti un po’ troppo corte, nuove ricette, qualche anniversario, novità lavorative.

Mi servirebbero o giornate molto più lunghe o parecchie energie in più per fare le milioni di cose che dovrei fare, a volte per cinque minuti mi prende un po’ di scoramento poi vado oltre e cerco di fare quello che riesco, a volte qualcosina in più.

Provate questa crema, eccellente nella sua semplicità.

 

Ingredienti per due persone:

250 gr di cannellini ( i miei di Azienda Agricola Dolci Giuseppina)

80 ml panna vegetale da cucina (se volete anche fresca)

acqua q.b.

2-3 cucchiai di parmigiano grattugiato

100 gr stracciatella

50 – 60 gr peperone crusco

1 spicchi di aglio

peperoncino

2-3 cucchiai olio evo

sale pepe

 

 

1  Lessate i cannellini, scolateli bene.

2 In una padella ampia antiaderente versate l’olio, a fiamma media mentre si scalda unite l’aglio intero, a fettine, tritato, come preferite e il peperoncino, quando inizia a dorarsi l’aglio unite i cannellini, regolate di sale e pepe,  mescolate.

3 Lasciate insaporire per cinque minuti poi unite la panna, mescolate bene, dopo qualche minuto togliete dal fuoco e frullate con il minipimer, se vi sembra troppo densa unite poca acqua alla volta, trovate la consistenza che preferite, non deve essere liquida.

4 Unite il parmigiano, anche in questo caso regolatevi secondo i vostri gusti, mescolate.

5 Impiattate la crema nei piatti da tavola, con un cucchiaino unite la stracciatella poi pezzi di peperone crusco, servite subito.

 

Antipasti/ contorni/ Creme/ verdure

Bruschette con crema di broccoli e acciughe

Buongiorno a tutti, oggi ricetta molto molto semplice.

Chiamarla ricetta mi pare eccessivo a dire il vero, pochi passaggi per gustare una bruschetta diversa dal solito, far mangiare ai bambini i broccoli (forse…), spendere poco.

Gennaio mi sta mettendo a dura prova, mese faticoso e in salita, ogni giorno mi sembra di dover scalare una montagna, cerco di fare un passo alla volta per non perdere di vista l’insieme generale.

Mi manca molto dormire, mi sveglio presto per andare a lavorare e anche se cerco di andare a letto entro orari decenti, a volte da galline come si suol dire, ho comunque sonno.

Passerà ma diciamo che il 2023 non è partito con il piede giusto, nulla di grave, solo un mix di piccole cose difficili da gestire, qualche imprevisto grosso e conseguenti cambiamenti.

La ricetta semplice è figlia del periodo intenso, poca voglia di stare in cucina, energie ridotte ma direi che va benone anche una bruschetta.

Buona giornata.

 

Ingredienti per 8/10 bruschette

pane buono a fette (semi, integrale, nero, pugliese, quello che volete)

1 broccolo medio

200 gr di robiola

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

sale 

pepe

una decina di filetti di acciughe o come me di alacce

 

1 Lavate, pulite e lessate il broccolo, circa 15 minuti. Lasciate intiepidire.

2 Frullate il broccolo con i formaggi, il sale e il pepe, formate una crema omogenea senza pezzi di broccolo.

3 Scaldate il forno a  200 gradi, disponete su una teglia da forno le fette di pane, una cucchiaiata generosa di crema e qualche pezzo di acciuga su ogni fetta.

4 Infornate per una decina di minuti, finchè il pane non risulta dorato e croccante, servite subito, potete mettere se volete anche dei semi, zucca, girasole, sesamo.

Creme/ DOLCI

Biscotti alle nocciole e speculoos

Ci siamo, ultimi pacchetti, ultime file nei negozi per gli ingredienti necessari, saluti fra colleghi (ma io domani lavoro), cene, aperitivi, merende agli sgoccioli, ritardatari in ansia, bimbi in attesa, Babbo Natale che sta scaldando i motori e rifocillando le renne.

In un battito di ciglia siamo arrivati a questo Natale 2022, io me lo sono goduto queste mese, non ho fatto niente di particolare da renderlo straordinario ma ho assaporato la magia del Natale a Firenze, Siena e Bologna.

Visto film natalizi con le candele intorno a illuminare le serate, sfornato biscotti a gogo, visto qualche amico che vedo poco, acquistato per tempo e con calma i regali, pensato alle due tre pietanze che devo portare dai miei.

Ho acceso le lucine per guardarle, rimarrei incantata per ore a vedere i giochi di luce che creano, mi sono fatta qualche regalino, letto dei bei libri avvolta nella coperta sul divano, goduta colazioni lente.

Spero sia stato così anche per voi, ognuno con i suoi desideri, aspettative, tempi, ritmi.

BUON NATALE!

 

Ingredienti:

50 gr di nocciole tritate fine ( o farina di nocciole)

300 gr farina

180 gr burro

1 uovo

125 gr zucchero di canna (o normale o a velo, come preferite)

pizzico di sale

25 ml panna fresca

50 gr crema speculoos

 

1 Mescolate in una ciotola la farina setacciata, le nocciole tritate, lo zucchero e il pizzico di sale.

2 Unite il burro e l’uovo cominciate a impastare fino a ottenere una pasta compatta, omogenea, formate un panetto rettangolare, avvolgete nella pellicola, fate riposare un’ora in frigorifero.

3 Riprendete l’impasto, dividetelo a metà per comodità, su un piano infarinato stendete la pasta con il mattarello, altezza 5 mm, formate con uno stampo un cuore, va bene anche una stella, un alberello, una casetta ecc…l’importante è che sia sufficiente spazio per formare il buco piccolo con un coppapasta piccolino. Dovete creare un numero pari di biscotti, senza buco e con buco per poterli abbinare, procedete uguale fino a terminare la pasta.

4 Cuocete in forno caldo a 180 gradi distribuendoli distanziati su una teglia coperta con carta forno per 14-15 minuti, non di più.

5 Una volta freddi, amalgamate insieme la panna e la crema di speculoos, se volete anche con le fruste elettriche, distribuite un cucchiaino raso sul biscotto intero, adagiatevi sopra quello con il buco, premete leggermente affinchè aderisca, proseguite fino a finire i biscotti.

Creme

Patè con le castagne

A Natale è molto più frequenta regalare dolce invece che salato.

Mi riferisco a regali home made, gli altri nulla di più semplice che regalare un salame, del formaggio, un barattolo di verdure sott’olio, un patè ecc….ma home made tolto il pesto o il ragù raramente ho ricevuto qualche prelibatezza e in generale anche quando mi chiedono si punta sempre al dolce.

Ecco allora questo semplicissimo patè di castagne salato perfetto sul pane, grissini, taralli ma anche per condire la pasta, aggiungerne un cucchiaio al risotto o come crema da gustare con delle verdure.

Idea veloce, per regalarlo vi basta un barattolo che potete riciclare lavandolo da qualcosa che avete a casa o comprarlo, ormai in tanti negozi, supermercati compresi, si trovano facilmente barattolini anche molto belli, mettete un nastro,  un fiocco o se avete dei copri barattoli in stoffa che avete tenuto da parte mettete quello.

Ed è fatta, originale, diverso dal solito, buono ovviamente e anche economico che non guasta.

Buona giornata!

 

Ingredienti per circa 4 barattoli da 250 gr circa

350 gr castagne bollite o precotte (le trovate al supermercato)

200 gr caprino

olio evo

sale e pepe

1 Tritate grossolanamente le castagne a mano o con un mixer.

2 Mettete nel mixer tutti gli ingredienti, iniziate a frullare e poco alla volta a filo unite l’olio, frullate fino a ottenere una crema omogenea, senza pezzi di castagne, regolate di sale e pepe, mettete nei barattoli.