Browsing Category

Dal mondo

contorni/ Dal mondo/ Uova/ verdure

Okonomiyaki

Continua il mio viaggio alla scoperta dei sapori asiatici.

In questo caso giapponesi, sapori che spero prima o poi di assaggiare in loco.

Si tratta di una sorta di frittata che potete personalizzare come preferite.

Potete utilizzare porri, cipollotti, zucchine, cavolo cappuccio, verza, spinaci.

Così come aggiungere gamberi, gamberetti, pancetta, dadini di prosciutto ecc…

Confesso di averlo preparato sabato e aver già voglia di replicare.

Amo questi sapori, questo mix di verdure e la maionese al wasabi con cui li ho accompagnati.

Io ho scelto di farne tanti piccoli come fosse pancake ma spesso li trovate in un’unica frittata grande.

Piccoli mi pareva più comodo, un tot li ho surgelati e anche nei piatti sono più belli da vedere, specie se li mangiati in compagnia.

I prossimi, a breve, con altre verdure, non vedo l’ora.

 

Ingredienti per 8 singoli, se fate una grande frittata per 4 persone:

200 gr cavolo viola

2 carote

6 cipollotti

farina q.b.

acqua q.b.

2 uova

1 cucchiaio salsa di soia

sale 

olio di semi

maionese (io wasabi ma va bene una qualsiasi)

1 Affettate a listarelle sottili il cavolo,

2 Sbucciate le carote  e fatele  a julienne.

3 Pulite il cipollotto e affettatelo a rondelle fini.

4 Riunite le verdure in una ciotola.

5 In un’altra ciotola preparate una pastella verdanso 130/150 gr di farina, acqua poco alla volta sbattendo con una frusta a mano/elettrica.

6 La pastella dovrà essere mediamente densa per cui regolatevi mentre mescolate, dovrà ricoprire bene le verdure.

7 Versatela sulle verdure, mescolate molto bene, aggiungete le uova e la salsa di soia, amalgamate e regolate di sale.

8 Prendete un’ampia padella antiaderente versate 5-6 cucchiai di olio, date scaldare poi distanziati formate dei mucchietti schiacciati, circa 2 cucchiai a frittatina.

9 Fate cuocere 7-8 minuti, girate aiutandovi con una spatola, se vedete che è ancora molle aspettate ancora qualche istante, deve risultare compatto con crosticina.

10 Cuocete dall’altro lato per circa 6 minuti, distribuite nei piatti con sopra la maionese.

 

contorni/ Dal mondo

Nasello caramellato allo zenzero

Prosegue il mio interesse/passione per le ricette orientali.

Questa direi eccellente, quella cremina è qualcosa di divino.

Perfetta per gusto, contrasto, consistenza, sapidità e dolcezza.

Voglio provare con altri pesci, il nasello bene ma c’è di meglio.

Queste ricette e i libri che sto leggendo mi ricordano il mio viaggio in India.

Paese dove ho mangiato benissimo di tutto, dal pane alla carne, dal pesce alle zuppe, verdure, spezie.

Tutti mi dicevano che dopo un mese sarei stata stufa di quella cucina.

Manco per niente, sarei rimasta tranquillamente settimane.

Ho amato tantissimi piatti indiani, le samosa, i pakora, il pane naan, il pollo tandoori, i gamberi, le zuppe sempre diverse.

Soprattutto le spezie dosate e scelte alla perfezione, cosa che non sempre riusciamo a fare noi conoscendole meno.

Qua trovate alcune di quelle ricette indiane citate.

Appena posso provo un dolce orientale, ambito che conosco pochissimo.

Buona giornata.

 

Ingredienti per due persone:

600 gr di tranci di nasello

3 cucchiai di olio

1 cipollotto

20 gr radice di zenzero 

3 spicchi di aglio

1 cucchiaio di zucchero

75 ml latte di cocco

2 cucchiai salsa di pesce

2 peperoncini

sale e pepe

1 Sbucciate e tagliate e pezzetti piccoli lo scalogno e lo zenzero.

2 In una padella capiente versate un cucchiaio di olio, lasciate scaldare un paio di minuti, aggiungete lo scalogno e lo zenzero, mescolate, fate dorare.

3 Unite l’aglio tritato, mescolate, cuocete due tre minuti, togliete il soffritto mettendolo da parte.

4 Nella stessa padella versate il restante olio, fiamma media, unite lo zucchero.

5 Non mescolate, lasciate che si sciolga, ci vorranno pochi minuti, restate lì onde evitare si bruci.

6 Appena lo zucchero si sarà scurito unite i tranci di pesce, se hanno la pelle, la pelle verso l’alto.

7 Dopo pochi minuti unite il latte di cocco e la salsa di pesce. Unite il soffritto, i peperoncini tagliati a rondelle, regolate di sale e pepe, coprite e cuocete per 20-30 minuti, fiamma medio/bassa.

8 Gli ultimi minuti togliete il coperchio per far ridurre la salsa, se preferite potete lasciarla anche più liquida.

Dal mondo/ Legumi/ Patate/ verdure

Zuppa di patate dolci spinaci ceci

Ho trovato questa ricetta su un libro che mi è capitato per caso fra le mani.

Si chiama Comfort un ricettario informale di Guido Tommasi che fa sempre libri pazzeschi.

Ve lo consiglio caldamente.

Ho amato subito tutti gli ingredienti e detto fatto l’ho preparata.

Per me davvero eccezionale, equilibrata, speziata il giusto, dolce/salata, profumata.

In questo periodo sono fissata con le ricette orientali, asiatiche, sto comprando ingredienti necessari per poi mettere in pratica.

Bao e dim sum sono in pole position.

Vediamo cosa riesco a combinare.

Buona giornata.

 

Ingredienti per due persone (abbondante):

mezza cipolla bionda

un pezzetto di zenzero fresco

un peperoncino fresco (dieci cm circa)

2 cucchiai di olio evo

1 cucchiaino di curry

600 gr patate dolci

200 ml latte di cocco

400 gr ceci (i miei di Azienda Agricola Dolci Giuseppina)

200 gr spinacino

brodo vegetale

sale

1 Preparate mezzo litro di brodo vegetale con sedano, carote e cipolla o dado o preparati.

2 In una casseruola a sponde alte versate l’olio, la cipolla tritata finemente, il peperoncino a rondelle, lo zenzero grattugiato, mescolate, cuocete per 5 minuti.

3 Sbucciate le patate e tagliatele a cubetti, unitele al soffritto, mescolate.

4 Unite il latte di cocco, curry e sale, mescolate e versate del brodo coprendo le patate, cuocete per 20 minuti coperto.

5 Unite i ceci, cuocete altri 15 minuti, se serve unite del brodo, deve essere una zuppa densa non asciutta e non liquida.

6 Unite gli spinacini poco alla volta facendoli appassire, spegnete, fate riposare 5 minuti e servite.

Dal mondo/ DOLCI/ frutta secca

Brownie rocky road

Siamo arrivati alla ricetta 1100.

So di dire una banalità avendole fatte tutte io le ricette ma il primo pensiero è ma quando le ho fatte?

Come ho fatto a fare oltre mille ricette? 

Mi sembra un numero enorme e importante.

Probabilmente se scorressi le pagine di questo blog molte ricette mi tornerebbero in mente solo vedendole.

Inutile dire che sono felice di questo piccolo grande traguardo.

Traguardo non è la parola giusta ma al momento non ne trovo altre.

Ci sono ancora tante tantissime ricette che voglio provare ma intanto mi godo con un dolcetto questo post.

Quel che posso affermare con certezza è che non c’è stato un giorno in cui mi sia annoiata, stancata, abbia dubitato di portare avanti questo hobby/passione.

Ora viaggiamo a vele spiegate verso le 200.

Offro virtualmente un quadrotto di questo brownie a tutti voi.

 

Ingredienti per una teglia 20×20:

125 gr cacao amaro

125 gr zucchero

40 gr zucchero di canna

3 uova

110 gr olio evo

180 gr farina

50 gr gocce di cioccolato

100 gr mix noci, nocciole, mandorle, pistacchi

2 cucchiai di mini marshmallow

1 In una ciotola versate l’olio e sbattetelo con i due zuccheri.

2 Unite le uova e sbattete fino ad amalgamare.

3 Setacciate la farina con il cacao.

4 Unitela e mescolate, aggiungete anche le gocce di c.

5 Accendete il forno a 170 gradi, mentre si scalda imburrate uno stampo o mettete l’olio o carta forno.

6 Versate il composto livellandolo bene, cuocete per 25 minuti.

7 Aprite il forno e distribuite la frutta secca tritata grossolanamente e i marsmallow, cuocete altri 3-4 minuti, sfornate.

 

Dal mondo/ Pesce/ Uova

Noodles verdure e gamberi fritti

Amore grande per i noodles.

A prescindere ma fosse anche solo perchè in pochi minuti sono pronti.

Ricetta di avanzi, le uova utilizzate per altro, un fondo di gamberi surgelati, le verdure avanzate da un’altra ricetta.

Si sa che i piatti improvvisati spesso sono i migliori.

Il bello di questi piatti è il loro essere versatili.

Si può utilizzare carne, pesce, uova, verdure, frutta secca, salse varie, legumi, frutta fresca.

Ho preso in biblioteca due libri di cucina orientale, sto studiando e soprattutto reperendo gli ingredienti.

Vediamo cosa riesco a combinare, due o tre ricette vorrei provare a farle.

Uno è su Bao, i panini ripieni, l’altro sulla cucina vietnamita.

Restate sintonizzati e chissà che pubblichi qualcosa.

Buon fine settimana.

 

Ingredienti per due persone:

140 gr noodles (genere che preferite)

un mix di verdure verza, porri, carote per un tot di 150 gr

1 spicchio di aglio

1 pezzetto di zenzero fresco

2 uova

100 gr gamberi + farina per impanare

olio di sesamo (o evo)

salsa di soia

1 cucchiaino sciroppo d’acero

1 cucchiaino aceto di mele

1 In una padella antiaderente versate due cucchiai di olio, mentre si scalda tritate lo zenzero e l’aglio, unite all’olio.

2 Unite le verdure precedentemente tagliate a rondelle, listarelle, julienne (porri, verza, carote), salate, mescolate.

3 Aggiungete un cucchiaio di salsa di soia, mescolate, unite mezzo bicchiere di acqua, cuocete con coperchio per circa 15-20 minuti. Mettete da parte.

3 Sbattete le uova in un piatto, in un altro mettete la farina.

4 Scaldate abbondante olio in una padella antiaderente, mentre si scalda passate i gamberi nell’uovo scrollando l’uovo in eccesso poi nella farina, immergete nell’olio.

5 Devono cuocere per circa 6-7 minuti fino a quando si sarà formata la crosticina. Mettete da parte.

6 Nella padella delle verdure che mettete in un piatto, cuocete le uova facendole strapazzate per 3-4 minuti, niente olio solo padella ben calda.

7 Mettete a bollire l’acqua, nel mentre radunate uova, verdure e pesce insieme in una delle padelle usate.

8 Preparate la salsa mescolando un cucchiaio abbondante di salsa di soia con lo sciroppo d’acero e l’aceto di mele.

9 Quando scolate i noodle saltati due minuti in padella aggiungendo la salsa, servite subito.

 

Dal mondo/ DOLCI/ frutta secca

Nanaimo

Finalmente ce l’ho fatta!

Sono settimane che voglio provare questo dolce canadese, in effetti l’ho già cucinato ma per ben due volte ho sperimentato due ricette sbagliate.

E’ stato davvero difficile trovare in rete una ricetta corretta, mi riferisco in particolare alla crema al centro, ho trovato di tutto con differenze notevoli.

Al terzo tentativo eccolo qua, un dolcetto sfizioso, profumato di cocco e noci, con quei tre strati da urlo.

Il Canada è senz’altro una meta che un giorno spero di poter raggiungere.

Da sempre mi attrae la natura, le distese di boschi, prati, le atmosfere che si respirano nei film con dolci, sciroppo d’acero, cervi, orsi, noci pecan ecc…

Dolcetto perfetto anche da regalare, basta avere un sacchettino o una scatolina, sicuro farete bella figura con un ‘idea originale.

Vi auguro una buona settimana.

L’ideale uno stampo quadrato 20×20 ma io non l’avevo, ne ho usato uno rettangolare 20×14, vengono fuori 9 quadrotti

Ingredienti:

per la base:

110 gr burro

30 gr cacao amaro

30 gr zucchero

100 gr biscotti tipo digestive

50 ml acqua

70 gr cocco rapè

50 gr noci pecan o le altre

per l’interno:

120 gr burro morbido

90 gr zucchero a velo

40 gr preparato per crema pasticcera in polvere

200 ml panna fresca

per l’ultimo strato:

70 ml panna fresca

180 gr cioccolato fondente

 

1 Preparate la base tritando finemente i biscotti e le noci, utilizzate un mixer.

2 In una ciotola unite lo zucchero al cacao, amalgamate.

3 Fondete il burro, deve essere caldo non bollente.

4 Aggiungete nel mixer gli altri ingredienti, il cocco, il mix cacao e zucchero, il burro, azionate fino a ottenere un composto omogeneo, unite l’acqua e azionate nuovamente.

5 Ricoprite lo stampo con la carta forno, fatela aderire bene, versate il composto, livellate, riponete per mezzora in frigorifero.

6 Sbattete molto bene il burro e lo zucchero, dovrete ottenere una crema spumosa, chiara.

7 Unite la crema pasticcera in polvere, volendo questo ingrediente potete ometterlo, lo prevede la ricetta originale, amalgamate.

8 Con una spatola la panna, incorporatela aiutandovi con una spatola, dovrete ottenere un composto denso.

9 Versatelo sulla superficie della torta, livellate, mettete in frigorifero.

10 Sciogliete la panna, una volta calda unite il cioccolato spezzettato grossolanamente, mescolate fino a ottenere una crema liscia e lucida.

11 Unitela al resto livellando con una spatola, fate riposare in frigorifero almeno 4 ore.

 

Antipasti/ contorni/ Dal mondo/ Pesce/ verdure

Pan bagnat alla provenzale

Piatto ricco mi ci ficco! Un tripudio di verdure estive per salutare l’estate che stanotte ci lascia per accogliere l’autunno.

Unite uova, tonno e acciughe e per me diventa un piatto eccellente, reso ancora più buono da una dose generosa di aglio e basilico.

Ciao estate, sei stata lunga come sempre ma meno sfiancante di altri anni, caldo ce n’è stato ma l’ho vissuto abbastanza bene, le zanzare hanno felicemente pasteggiato sulle mie gambe (continuano a farlo) e di questo ti ringrazio molto meno…

Sono stati mesi ricchi di libri e parole, di posti bellissimi rivisti con molta emozione e visti per la prima volta con grandi aspettative non tradite. 

Di grandi quantità di aglio e basilico, friselle come se non ci fosse un domani, di tramonti commoventi e temporali angoscianti.

Di amici e reunion, di km in macchina, di passeggiate serali con mio papà in montagna, di aria condizionata che fa venire il mal di testa al lavoro.

Di canzoni imparate a memoria durante i viaggi, di gelati e zampironi, di progetti futuri e scoperta di nuovi ingredienti.

Di pesche succose e meloni cattivi, di regali inaspettati e serie tv, di persone che non ci sono più e di ricordi indelebili.

Ciao estate, sei stata ampiamente promossa.

 

Ingredienti per 4 persone:

1 pagnotta di circa 600 gr

1 peperone rosso

1 cetriolo

1 zucchina

2 pomodori

1 cipollotto

1 spicchio di aglio

150 gr tonno

6-7 filetti acciuga

2 uova sode

basilico

olive a piacere

olio evo

aceto di vino

sale e pepe

1 Lavate e pulite tutte le verdure, riducetele a dadini, fettine. Radunatele in una ciotola.

2 Unite il tonno sgocciolato, le uova sode a pezzetti, le acciughe, il basilico, le olive, salate e pepate, condite con 3-4 cucchiaio di olio evo e un cucchiaio di aceto, mescolate bene.

3 Tagliate la calotta della pagnotta, tenetela da parte, svuotatela della mollica, strofinate l’aglio sulla superficie del pane, farcitela con il ripieno, ricoprite con la calotta, avvolgetela per un’oretta nella pellicola e riponete in frigorifero.

4 Estraete dal frigo, togliete la calotta e servite.

Dal mondo/ DOLCI

Brownie albicocche e pesche

Ho acceso il forno per questa bontà di cioccolato solo perchè ero in montagna, a Milano non mi sarei mai sognata con le temperature che ci sono.

Il brownie per me è un dolce spaziale, il classico cibo confortevole, semplice ma divino, cioccolatoso all’ennesima potenza, buono nella versione originale ma anche con frutta, frutta secca, burro di arachidi ecc…

21 agosto e non vedo l’ora che passi l’estate, finora ho retto bene ma questa botta di calore mi sta annientando, a volte mi sento la testa come se ciondolasse senza trovare un punto fermo. Come se fossi poco presente a me stessa.

Sapete che non amo l’estate, due mesi sono passati ora comincio a sognare castagne, uva, vino rosso, vendemmia, prima copertina, aria fresca al mattino e sera.

So che mi state odiando….

Per chi la pensa come me tuffiamoci nel cioccolato!

 

Ingredienti:

225 gr di cioccolato fondente

225 gr burro

225 gr zucchero

4 uova

135 gr farina

mezza bustina di lievito

15 gr cacao amaro

un pizzico di sale

3 albicocche

1 pesca 

1 Sciogliete a bagnomaria il cioccolato spezzettato con il burro.

2 Nel mentre sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e gonfio.

3 Setacciate la farina, il lievito, il caco e il sale.

4 Incorporate il cioccolato alle uova delicatamente poi unite la farina poco alla volta aiutandovi con una spatola.

5 Accendete il forno a 180 gradi, coprite una teglia o stampo con la carta forno.

6 Lavate la frutta, tagliate le albicocche a pezzetti eliminando il nocciolo, disponetele sul fondo della teglia, aggiungete il composto di cioccolato poi la pesca a spicchi.

7 Infornate per 35 minuti esatti, non di più. Lasciate raffreddare del tutto.

 

Dal mondo/ DOLCI

Cookies gelato al cocco

E’ tornato caldo, cosa c’è di meglio di un gelato?

Se poi questo gelato è piuttosto calorico tanto da costituire quasi un pasto ancora meglio.

Il cocco è uno di quegli ingredienti che non ho mai capito se mi piace o meno.

Il frutto no, non mi dice nulla, il latte di cocco nei piatti orientali lo adoro, i dolci con il cocco nove volte su dieci li trovo troppo dolci, il gelato o le bevande idem.

Ricordo a Cuba dei biscotti al cocco preparati dalla famiglia che ci ospitava, spettacolari, mentre ricordo quelli che preparava mia mamma non mi piacevano per niente.

Misteri della vita che a distanza di anni non saprei risolvere, nel dubbio mischio il cocco al cioccolato che sta bene con tutto. Con i cookies i miei biscotti preferiti.

Io li ho comprati per comodità ma se li preparate voi la ricetta sarà senz’altro più buona, non c’è paragone fra quelli comprati e gli homemade.

Buona giornata.

 

Ingredienti per 8 biscotti:

16 cookies al cioccolato

200 gr  cocco rapè

250 gr mascarpone

5 cucchiai di latte condensato

150 gr cioccolato fondente

1 Preparate la farcitura amalgamando bene il latte condensato, il cocco rapè e il mascarpone, dovrete ottenere una crema omogenea. Riponete in frigorifero per mezzora.

2 Farcite un cookies con un cucchiaio di composto leggermente pressato per dargli la forma del cookies, coprite con un altro cookies, terminate i biscotti, di crema ve ne avanzerà, potete farci dei tartufi o altri biscotti, il ripieno di un dolce. Si conserva per giorni in frigorifero.

3 Sciogliete a bagnomaria il cioccolato, una volta fuso, intingete una metà di cookies farcito e adagiatelo su un piatto coperto da carta forno, procedere fino ad aver coperto tutti gli otto biscotti, mettete in surgelatore per un’ora circa.

Se vi avanza cioccolato tenetelo per un dolce, guarnire il gelato, ricoprire della frutta ecc…

Se lo congelate per più tempo tiratelo fuori almeno 15-20 minuti prima di mangiarlo perchè si ammorbidisca.

Antipasti/ contorni/ Dal mondo/ verdure

Gazpacho anguria pomodoro

Quando compro l’anguria raramente la mangio come frutta, la immagino sempre e di conseguenza la cucino, abbinata ad altro, solitamente salato.

Questo gazpacho idea a caso prendendo spunto da una ricetta su una rivista, l’ho adattato a quanto avevo in frigorifero, piatto per tutti, di fatto si tratta di frullare gli ingredienti, fine.

Primo giorno del mese, agosto sempre stato un mese strano, particolare, a volte infinito, altre passa in un istante fra lavoro, i week end in cui se posso scappo dalla città, una valigia sempre pronta, la citta deserta.

Da un lato mi affascina il silenzio di Milano, l’assenza di cantieri, clacson, rumori, poca gente, trovare subito parcheggio, la luce che cambia, il sole caldo ma diverso dal sole di fine giugno/inizio luglio, la sensazione di avere la città a disposizione.

Dall’altro lato percepisco sempre un senso di sospensione, come se ci fosse un on/off, i negozi chiusi, la gente in vacanza, il lavoro rallentato, la frase “ci sentiamo dopo le vacanze”, un prima e un dopo che ammetto non mi entusiasma del tutto.

Rispetto agli ultimi anni questo agosto sarà diverso, lavoro tutto il mese, prevedo una discreta dose di noia, vedremo fra quattro settimane.

 

Ingredienti per due persone:

300 ml anguria

120 gr pomodori (quello che volete)

mezza cipolla

1 spicchio di aglio

2 cucchiai di olio evo

timo

sale

2 cucchiai di fiocchi di latte

 

1 Mettete tutti gli ingredienti lavati, sbucciati, tagliati in un mixer, frullate, regolate di sale, se volete pepe o altre erbe aromatiche a piacere. Lasciate riposare in frigorifero un’ora.

2 Servite nei singoli piatti, ciotole o quello che preferite, aggiungete un cucchiaio di fiocchi di latte in ogni piatto, se volete del basilico.