Browsing Category

DOLCI

DOLCI

Torta yogurt e uva

Non sono una grande amante dell’uva, mi piace ma dopo poco mi stufa e se ha i semi mi stufa subito, infatti prendo sempre quella senza e la mia preferita è l’uva fragola, perfetta per la focaccia o schiacciata che qua trovate.

Cercavo una torta casereccia, semplice, veloce da preparare, ideale per la colazione o merenda, nulla di articolato, esagerato inteso come ingredienti, questa ricetta l’ho vista su un sito e l’ho leggermente cambiata non avendo alcuni ingredienti.

Siamo già  a metà settembre, in un attimo il tempo vola, mi è letteralmente sfuggito di mano fra la visita di mio fratello e mia cognata, un’ottima importante notizia, residui di vacanza, amici visti dopo l’estate; la seconda parte del mese sarà più intensa ma si preannuncia altrettanto bella.

Inoltre non nego che l’abbassarsi delle temperature, l’avvicinarsi dell’autunno da sempre mi ravvivano, tanto in estate energie poche, quando settembre mi regala slancio, idee, progetti ogni giorno che passa. Spero sia un buon momento anche per voi.

 

Ingredienti:

250 gr di uva senza semi

180 gr di farina

2 uova

150 gr di zucchero

mezza bustina di lievito

125 gr di yogurt magro

80 ml di olio di semi

un pizzico di sale

1 Sbattete le uova con lo zucchero fino a rendere il composto chiaro e spumoso.

2 Unite l’olio e lo yogurt, amalgamate.

3 Setacciate la farina e il lievito, uniteli insieme al sale al composto e mescolate bene.

4 Lavate l’uva, asciugatela e unitela, mescolate.

5 Scaldate il forno a 180 gradi, imburrate uno stampo a cerniera 20-22 cm, versate il composto, livellate la superficie, cuocete per 40-45 minuti, servite a temperatura ambiente.

DOLCI

Torta pesche amaretti cioccolato

Un trio di cui ho già osannato più volte i pregi, per me pesche cioccolato amaretti è come la versione invernale cioccolato amaretti e cannella, qua trovate svariate ricette con entrambe le opzioni.

Visto che piove da ieri, le temperature sono scese e in montagna una tazza di te’ caldo ci sta benissimo, ancora meglio accompagnarla da una fetta di torta rustica, casereccia, perfetta a merenda come a colazione.

Il tipico dolce che amo, ne mangerei a gogo, da credenza ma umido, soffice, con frutta e cioccolato, chi mi segue sa che amo i dolci “secchi” rispetto ai cremosi tipo tiramisù, panna cotta, profiteroles ecc…mangio tutto ma prediligo i dolci da colazione, merenda.

Inutile dire che potete variare frutto, vanno benone fragole, albicocche, ciliegie, susine, prugne, pere, frutti di bosco.

Buona giornata e buon fine settimana.

 

Ingredienti:

500 gr di pesche (2 pesche noci ben mature)

250 gr mascarpone

160 gr farina

40 gr amaretti

3 uova

150 gr zucchero

mezza bustina di lievito

60 gr di cioccolato fondente (a scaglie, gocce, pepite, come volete)

burro per lo stampo

 

1 Sbattete in una ciotola le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto chiaro e spumoso, qualche minuto.

2 Unite il mascarpone, amalgamate bene.

3 Tritate finemente gli amaretti.

4 Setacciate la farina con il lievito e unitela poco alla volta al composto, amalgamate poi unite gli amaretti, amalgamate.

5 Lavate le pesche, togliete il nocciolo, tagliatele a pezzetti grossolani, unitele al composto, aggiungete anche il cioccolato, amalgamate.

6 Accendete il forno a 180 gradi, mentre si scalda ungete con il burro una tortiera diametro 22 ma va bene anche 24 o di più, semplicemente verrà più bassa, versate il composto, livellate la superficie, infornate per 50 minuti, gustate tiepida o a temperatura ambiente.

DOLCI

Aspic anguria e cioccolato

Ammetto di non essere una grande fan degli aspic, non mi dispiacciono ma non li metterei fra le cose che mangio con gusto e spesso, detto ciò volevo provare una ricetta di aspic alla frutta e credo che l’anguria essendo molto acquosa si presti benissimo.

Ricetta molto semplice, senza tanti fronzoli, rinfrescante, dolcetto leggero per chi non ho vuole esagerare, è a dieta o vuole anche della frutta, unica accortezza prepararlo almeno tre ore prima.

Altra accortezza estrarlo dagli stampini, se li utilizzate in silicone non dovreste avere problemi, i miei erano di plastica li ho passati prima nell’acqua calda, qualche istante poi i bordi con la lama di un coltello, io però sono in montagna se siete al caldo caldo probabilmente si staccano senza problemi.

Naturalmente potete provare con altra frutta, melone, pesche, fragole, frutti di bosco, ecc…più la frutta è acquosa meglio è ma comunque basta frullarla con un minipimer.

Uso sempre gli stessi piatti, in montagna non ho tutte le stoviglie che ho a casa e quest’anno non me le sono portate dietro come altri anni, troppo peso e ingombro.

Buona giornata.

 

Ingredienti:

500 ml succo anguria, un’anguria baby o trequarti di una medio piccola

4 cucchiai di zucchero

3 fogli di colla di pesce

gocce di cioccolato

 

1 Tagliate l’anguria a pezzi, eliminate i semi, mettetela a pezzetti in una casseruola  a sponde alte.

2 Unite lo zucchero e mettete a fiamma media sul fuoco, portate a  bollore mescolando, togliete dal fuoco senza spegnerlo, frullate con il mini pimer, eliminate bene i pezzi di frutta, rimettete sul  fuoco.

3 Nel mentre in una ciotola con acqua fredda sciogliete la gelatina, ci vorranno 6-10 minuti, strizzatela bene e immergetela nel succo di anguria, mescolate, si scioglierà subito, spegnete e lasciate intiepidire.

4 Prendete un piatto da portata grande o un vassoio, adagiate gli stampini, con un mestolo riempiteli per metà, unite le gocce di cioccolato, quantità a piacere, mettete in frigorifero per un’ora fino a che non si compatta, basta smuovere lo stampino per vedere se il composto è ancora liquido o meno.

5 Aggiungete con il mestolo altro succo fino a riempire gli stampini, unite altre gocce di cioccolato, rimettete in frigorifero per un paio d’ore, sformate con detto sopra, delicatamente. A me sono venuti 7 sformatini.

 

DOLCI

Torta albicocche e mascarpone

Dolce molto soffice e leggero grazie alla presenza del mascarpone, perfetto per la colazione, la merenda ma anche da portare a un pic nic, grigliata, in spiaggia, le fette si tagliano bene senza rompersi o spappolarsi.

Questa torta la trovate qua anche in versione fragole, la base è sempre la stessa basta cambiare la frutta, si può fare anche con le pesche, mele, pere, frutti di bosco, prugne, susine.

Siamo ormai a fine luglio, da un lato non mi sembra vero, il tempo è volato e ridendo e scherzando abbiamo ampiamente superato metà anno e si sa che dopo ferragosto arrivare a Natale è un attimo (affermazione per cui spesso vengo linciata…).

Dall’altro lato questo caldo ha reso alcuni momenti infiniti, specie i pomeriggi quando l’afa è micidiale, non si muove una foglia, si suda pure immobili, guardi l’ora, la riguardi dopo 5 minuti sperando ne siano passati venti e invece….

 

Io che non amo l’estate sono sempre felice a fine luglio perchè psicologicamente penso che siamo oltre la metà dell’estate certo potrebbe far caldo anche a settembre ma intanto due mesi – quest’ anno di caldo puro  – li abbiamo superati, so che non è il modo ottimale di vivere il periodo ma per me è sempre stato più una sofferenza che un bel periodo.

Dopo questa botta di allegria vi auguro buona giornata.

Per la torta trovate la ricetta qui, invece delle fragole mettete 500 gr di albicocche.

 

DOLCI

Gelato alla stracciatella

Dei gelati che si realizzano con il duo panna montata+ latte condensato questo è in assoluto il migliore, insieme a quello al cioccolato.

Ha una consistenza fantastica quasi cremosa, sembra più mousse che gelato, per me una grande scoperta che ovviamente diventerà un mai più senza.

Nel week end provo a cercare stampini carini per fare ghiaccioli o gelati con forma diversa da questa che non è altro che la classica pallina fatta con il dosatore.

Considerando il caldo perenne e persistente ve lo consiglio caldamente ricordando sempre che con panna montata e latte condensato potete unire di tutto, dalle creme di frutta secca alla frutta fresca frullata, cioccolato fondente, miele, yogurt, ecc…

Buon week end.

 

Ingredienti per quasi 1 un kg di gelato: 

500 ml di panna fresca

2 cucchiai di zucchero a velo rasi

400 ml di latte condensato

150 gocce cioccolato

 

1 Mettete in una ciotola capiente latte condensato e gocce, mescolate.

2 In una ciotola grande versate la panna con lo zucchero, montate ben fema.

3 Con una spatola unite delicatamente la panna al latte condensato fino a ottenere un composto omogeneo.

4 Versatelo in un contenitore, riponete in surgelatore per almeno 6-8 ore prima di mangiarlo.

DOLCI

Galette pesche amaretti cioccolato

Un dolce molto semplice, sano ed economico che adoro sempre ma in estate di più, in questo caso tanto di più perchè il trio pesche cioccolato amaretti è uno fra i miei preferiti in assoluto.

Dolce ampiamente modificabile, con frolla classica, alle mandorle, alle nocciole, con farine particolari (qua trovate una versione con grano saraceno), frutta che preferite, biscotti avanzati, frutta secca, aromi varia come lavanda, vaniglia, fiori d’arancio, ecc…potete metterci quello che volete.

Dolce rustico, casereccio, i bordi della torta sono volutamente grossolani, non è un dolce che punta sulla precisione, un’estetica impeccabile, perfetto a merenda, colazione, da trasportare anche ma meglio se torta intera che non fette perchè la frutta si sposta, casca ecc..

Buon 1 luglio a tutti, mese del mio compleanno, mese dell’estate piena anche se quella mi pare sia con noi già da un po’ (troppo…), mese dei ricordi di infanzia soprattutto con i nonni, in Toscana o a Roma, il mare, l’orto, la pineta, la canicola post pranzo immersi in grilli e cicale, il gelato nel pomeriggio ecc…

Io andrò in Toscana qualche giorno!

 

Ingredienti:

per la frolla al cacao

220 gr farina

30 gr cacao amaro

125 gr burro o margarina vegetale

1 uovo + 1 tuorlo

80 gr zucchero

1 kg di pesche mature

3 cucchiai di zucchero

una decina di amaretti

2 cucchiai di gocce di cioccolato o pepite

1 Preparate la frolla lavorando insieme tutti gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo, liscio, senza tracce di burro, lavorate rapidamente con mani molto fredde o planetaria, formate un panetto rettangolare e riponete in frigorifero.

2 Lavate le pesche, togliete il nocciolo e tagliatele a pezzetti grossolanamente.

3 Nella stessa ciotola delle pesche unite lo zucchero e gli amaretti sbriciolati, mescolate bene.

4 Stendete la frolla aiutandovi con due fogli di carta forno e mattarello, siate rapidi con questo caldo, ponete la superficie sulla teglia tenendo la carta forno, distribuite il composto di frutta, ripiegate alla buona i bordi della torta su se stessi e disponete le gocce di cioccolato.

5 Infornate a 200 gradi per 30 minuti, lasciate raffreddare per gustarla.

DOLCI

Gelato ai lamponi

Ecco il primo gelato homemade della stagione, ormai credo che tanti conoscano la formula con panna montata + latte condensato + frutta frullata o cioccolato fuso o pasta di mandorle, nocciole ecc…

Ormai da qualche anno questa formula di gelato casereccio dilaga e in effetti è ottima per chi non ha la gelatiera o vuole ottimizzare i tempi, qua trovate svariati realizzati così (io avrei anche la gelatiera ma è molto ingombrante per cui uso questa ricetta).

Vorrei provare dei semifreddi, qua mancano, grave pecca alle soglie delle mille ricette, devo cercarne e realizzarli, anche se onestamente preferisco il gelato pure rispetto al semifreddo, qua mancano anche ghiaccioli, sorbetti, insomma c’è da lavorare e visto il caldo non penso mancherà l’occasione!

Vi auguro buon week end, io a casa sperando piova!

 

Ingredienti:

440 gr lamponi freschi

250 ml panna fresca

90 gr latte condensato

30 gr zucchero a velo

 

1 lavate e asciugate i lamponi, metteteli nel mixer o minipimer con lo zucchero, frullate bene.

2 Trasferita la purea di lamponi in una ciotola capiente, unite il latte condensato, mescolate bene.

3 Montate la panna ben ferma, unitela delicatamente con una spatola al composto, dal basso verso l’alto fino a ottenere un composto omogeneo, trasferite in un contenitore adatto al freezer, io ho usato lo stampo da plumcake, lasciare in freezer almeno 6 ore o di più, servite con granella, frutta, o quello che preferite.

Creme/ DOLCI

Mousse alle albicocche e lamponi

Primo giorno d’estate….peccato sembri cominciata da mesi dato il caldo che ormai ci accompagna da settimane. Inutile direi che sono stremata, chi mi legge da un po’ sa che non amo per niente l’estate, il caldo mi butta giù e infatti non vedo l’ora sia settembre.

Consoliamoci con un dolce cremoso, leggero come una nuvola, fresco, con tanta frutta, ahimè per qualche tempo devo abbandonare la cioccolata e buttarmi sui dolci al cucchiaio e il gelato, che sacrificio!

E’ abbastanza sostanzioso data la presenza di uova zucchero e tanta panna, potrebbe essere un pranzo, parlo ovviamente di una porzione generosa, il pregio è che non si deve cuocere, niente forno, che di questi tempi è vitale.

Replicatelo e fatemi sapere, a casa mia sono stati tutti entusiasta! 

 

 

Ingredienti:

500 gr di albicocche

200 gr di lamponi

3 tuorli

60 gr di zucchero

20 gr zucchero a velo

300 ml panna fresca

20 gr burro

 

1 Lavate le albicocche, togliete il nocciolo, tagliatele a pezzetti, in una padella antiaderente mettete il burro, quando è sciolto unite le albicocche e un cucchiaio di zucchero, lasciate cuocere una decina di minuti, spegnete e frullate, lasciate intiepidire.

2 Sbattete i tuorli con il restante zucchero, devono essere ben montati con un colore chiaro, consistenza spumosa.

3 Montate la panna con lo zucchero a velo, ben ferma.

4 Unite la purea di frutta tiepida alle uova, mescolate con una spatola incorporando dal basso verso l’alto delicatamente.

5 Unite la panna montata altrettanto delicatamente con una spatola, dovrete ottenere un composto omogeneo.

6 Ungete con del burro o dell’olio uno stampo da budino, versate metà del composto, distribuite 50 gr di lamponi lavati e asciugati, versate altro composto e unite altri 50 gr di lamponi, livellate la superficie, riponete in frigorifero per almeno 5-6 ore.

7 Ribaltate delicatamente su un piatto la mousse, se non si stacca immergete lo stampo in acqua calda per qualche istante, decorate con i 100 gr di lamponi restanti, se volete anche con albicocche togliendone due o tre dalla purea. Servite ben freddo.

Dal mondo/ DOLCI

Pancakes ai pistacchi (2)

Due perchè esiste già sul blog una ricetta dei pancakes ai pistacchi, questa è vegana.

Avevo da finire sia del latte vegetale che dello yogurt vegetale, non avevo uova ed ecco che mi ricordo di questa ricetta preparata da una amica che segue un’alimentazione prevalentemente vegana.

I pancakes li associo alle colazioni del week end, idem muffin, plumcake, french toast, in settimana non ho tempo di prepararli, se li mangio è perchè li ho sfornati nel fine settimana o la sera, ma onestamente in settimana mi sembra di godermeli meno dovendo uscire.

Nel week end invece la colazione è un rito che vivo lentamente, leggendo le notizie, rispondendo ai messaggi, magari un po’ di musica, bevo il te’ lentamente, insomma un’altra cosa.

Spero stiate trascorrendo un bel fine settimana lungo, magari al fresco o al mare, comunque in buona compagnia, umana o di un libro, paesaggio, vino, piatti ecc….. 

Ingredienti:

300 gr farina

170 ml latte vegetale

150 ml yogurt vegetale

50 gr zucchero

 16gr lievito per dolci

un pizzico di sale

olio

 

1 cucchiaio di crema ai pistacchi + altra per decorare

1 In una ciotola mescolate il latte vegetale e lo yogurt.

2 In un’altra ciotola mescolate la farina e il lievito setacciati, unite lo zucchero e il pizzico di sale.

3 Unite il composto liquido a quello secco, amalgamate bene poi unite la crema di pistacchi, amalgamate.

4 Ungete una padella antiaderente con l’olio, lasciate scaldare bene due tre minuti, poi con un cucchiaio formate i pancake, il composto è denso quindi va bene un cucchiaio, se non si forma automaticamente la forma tonda datela voi con il cucchiaio, cuocete 3-4 minuti per lato. Procedete fino al termine del composto, decorate con altra crema ai pistacchi, se volete granella al pistacchio e pepite di cioccolato.

 

 

Dal mondo/ DOLCI

Cheesecake amaretti e nespole

Ero in cerca di una ricetta con le nespole, frutto molto sottovalutato e trascurato, non avevo idea di cosa desiderassi davvero ma sicuramente non un dolce soffice, da credenza, con questo caldo cercavo qualcosa di fresco, cremoso.

Direi che la cheesecake incarna alla perfezione quello che cercavo, un dolce che preparo spesso adeguandolo a quello che ho, frutta, cioccolato, amaretti, miele, biscotti, ecc…idem in questo caso.

Ho cambiato un po’ la base perchè non avevo e non volevo comprare i biscotti che poi mi avanzano e non mangio e allora i miei amori, gli amaretti (mia mamma dice che li metterei anche nel te’…un po’ è vero), miele e cannella, per me un tris inedito che promuovo, da provare.

Anche il ripieno normalmente uso due formaggi, tipo philadelphia e robiola qua ho aggiunto panna e yogurt greco, penso possiate mixare con quello che avete o preferite arrivando ad avere la dose necessaria di formaggio.

La cremina un altro mix da ripetere, modo inedito di gustare le nespole, ve la consiglio e anche qua vuoi non mettere un po’ di liquore agli amaretti??? Buona giornata.

 

Ingredienti:

400 gr nespole

300 gr amaretti secchi

300 gr zucchero

200 gr robiola

150 gr formaggio spalmabile

120 gr burro più un po’ per lo stampo

75 ml panna fresca

20 gr yogurt greco

15 gr farina più un po’ per lo stampo

15 gr miele millefiori

2 uova

50 ml liquore all’amaretto
 
cannella in polvere a piacere
 
 
 

1 Frullate gli amaretti finemente, poi unite 120 g di burro fuso, 15 g di miele millefiori e un pizzico di cannella in polvere. Mescolate ottenendo un composto sabbioso. Imburrate e infarinate uno stampo a cerniera (18 cm, h 8 cm) e foderatelo con il composto sabbioso di amaretti coprendo fondo e bordi. Mettetelo in frigorifero.

2 Preparate la crema mescolando la robiola, il formaggio fresco, la farina, le uova, lo yogurt, 100 g di zucchero  e la panna non montata. Versate la farcia nello stampo appena tolto dal frigo e infornate a 170 °C per 35’.

3 Sfornate, fate intiepidire e lasciate raffreddare al fresco per almeno 3 ore. Pelate e private le nespole del nocciolo, dividetele a metà, raccoglietele in una padella con 50 g di liquore all’amaretto e 200 g di zucchero e cuocetele sulla fiamma media per 7-8’. Lasciate intiepidire e servite la  cheesecake completandolo con le nespole al liquore.