Browsing Category

frutta secca

Antipasti/ contorni/ frutta secca/ verdure

Insalata di indivia pere parmigiano senape

Idea molto semplice ma gustosa, specie se come me l’indivia non vi entusiasma.

Sono sempre a caccia di ricette per mangiare una maggiore varietà di verdure possibili.

Molte non mi entusiasmano da sole, devo trovare il giusto abbinamento per mangiarle.

Vedi cavolfiore, indivia, cavolo, verza ecc…

Da sole giammai, non ce la faccio, hanno un sapore che non mi piace.

Questa insalata con il dolce della senape al miele, il croccante delle noci, il sapido del parmigiano, la delicatezza delle pere l’ho amata.

Gennaio è stato un mese ricco, un po’ faticoso, un po’ in attesa per via di una questione lavorativa andata a buon fine.

Febbraio si cambia marcia, come orari, ritmi, ambiente e prassi lavorative ma non solo.

Sistemata la questione lavoro (aspettavo da giugno) ci sono due tre cose su cui voglio concentrarmi.

Mi sembrano tante e conoscendomi non riuscirò a fare tutto bene ma iniziamo.

E’ un periodo in cui ho tante idee e progetti che vorrei realizzare, speriamo di farcela!

Buona giornata.

 

Per 4 persone:

4 cespi di indivia belga

2 pere mature

100 gr di parmigiano (pezzo non grattugiato)

70 gr di noci

4 cucchiai di senape (io al miele della Maille)

3 cucchiai di olio evo

sale e pepe

1 Lavate l’indivia tagliatela a listarelle in verticale, disponetela direttamente in 4 piatti.

2 Con una mandolina create le scaglie di parmigiano disponendole su ogni piatto.

3 Stessa cosa per le noci tritate grossolanamente.

4 Tagliate le pere a metà, tagliatele a metà nel senso verticale, disponetele su ogni piatto.

5 Mescolate in un bicchiere/ciotola la senape con l’olio, distribuite su ogni piatto, regolate di sale e pepe.

Dal mondo/ DOLCI/ frutta secca

Brownie rocky road

Siamo arrivati alla ricetta 1100.

So di dire una banalità avendole fatte tutte io le ricette ma il primo pensiero è ma quando le ho fatte?

Come ho fatto a fare oltre mille ricette? 

Mi sembra un numero enorme e importante.

Probabilmente se scorressi le pagine di questo blog molte ricette mi tornerebbero in mente solo vedendole.

Inutile dire che sono felice di questo piccolo grande traguardo.

Traguardo non è la parola giusta ma al momento non ne trovo altre.

Ci sono ancora tante tantissime ricette che voglio provare ma intanto mi godo con un dolcetto questo post.

Quel che posso affermare con certezza è che non c’è stato un giorno in cui mi sia annoiata, stancata, abbia dubitato di portare avanti questo hobby/passione.

Ora viaggiamo a vele spiegate verso le 200.

Offro virtualmente un quadrotto di questo brownie a tutti voi.

 

Ingredienti per una teglia 20×20:

125 gr cacao amaro

125 gr zucchero

40 gr zucchero di canna

3 uova

110 gr olio evo

180 gr farina

50 gr gocce di cioccolato

100 gr mix noci, nocciole, mandorle, pistacchi

2 cucchiai di mini marshmallow

1 In una ciotola versate l’olio e sbattetelo con i due zuccheri.

2 Unite le uova e sbattete fino ad amalgamare.

3 Setacciate la farina con il cacao.

4 Unitela e mescolate, aggiungete anche le gocce di c.

5 Accendete il forno a 170 gradi, mentre si scalda imburrate uno stampo o mettete l’olio o carta forno.

6 Versate il composto livellandolo bene, cuocete per 25 minuti.

7 Aprite il forno e distribuite la frutta secca tritata grossolanamente e i marsmallow, cuocete altri 3-4 minuti, sfornate.

 

DOLCI/ frutta secca

Ciambella gianduiotto

Sicuramente in questi giorni avete mangiato pochi dolci per cui eccone un altro…ah ah ah

Non si può dire di no alle nocciole in tutte le versioni esistenti.

Se poi aggiungi il cioccolato una vera goduria.

Un dolce gudurioso ma semplice, casereccio.

Ancora devo pensare a un dolce per il 31 anche se a casa mia non si fa nulla di particolari, il dolce non deve mancare mai.

Sicuramente scriverò ancora nel 2023 per cui vi farò i miei auguri, intanto godetevi questi giorni di festa.

Io anche se sto lavorando sto cercando anche di fare cose belle, divertirmi e stare con le persone che preferisco.

Vi auguro altrettanto! 

 

Ingredienti:

4 uova

200 gr zucchero

200 gr farina di nocciole

100 gr farina 00

1 bustina di lievito

125 gr burro temperatura ambiente

100 ml latte

50 gr gocce di cioccolato

60 gr cacao amaro

200 ml panna

250 gr cioccolato fondente

lamponi o altra frutta

 

1 Dividete i tuorli dagli albumi.

2 Montate lo zucchero con i tuorli fino a ottenere una crema bianca e spumosa.

3 Unite il burro continuate a montare con le fruste elettriche.

4 Setacciate farina 00 cacao e lievito.

5 Uniteli poco alla volta alternandoli con il latte, mescolate bene.

6 Unite la farina di nocciole e le gocce, amalgamate.

7 Cuocete in forno caldo a 165 per 40 minuti, imburrate lo stampo, io no ho usato il silicone.

8 Lasciate raffreddare prima di capovolgere.

9 Sciogliete a bagnomaria il cioccolato, una volta fuso unite la panna, amalgamate.

10 Dopo circa 15 minuti unite con un cucchiaio la ganache, mettetela bene sul centro della superficie in modo che coli.

11 Decorate con lamponi zuccherati o altra frutta.

Dal mondo/ DOLCI/ frutta secca

Nanaimo

Finalmente ce l’ho fatta!

Sono settimane che voglio provare questo dolce canadese, in effetti l’ho già cucinato ma per ben due volte ho sperimentato due ricette sbagliate.

E’ stato davvero difficile trovare in rete una ricetta corretta, mi riferisco in particolare alla crema al centro, ho trovato di tutto con differenze notevoli.

Al terzo tentativo eccolo qua, un dolcetto sfizioso, profumato di cocco e noci, con quei tre strati da urlo.

Il Canada è senz’altro una meta che un giorno spero di poter raggiungere.

Da sempre mi attrae la natura, le distese di boschi, prati, le atmosfere che si respirano nei film con dolci, sciroppo d’acero, cervi, orsi, noci pecan ecc…

Dolcetto perfetto anche da regalare, basta avere un sacchettino o una scatolina, sicuro farete bella figura con un ‘idea originale.

Vi auguro una buona settimana.

L’ideale uno stampo quadrato 20×20 ma io non l’avevo, ne ho usato uno rettangolare 20×14, vengono fuori 9 quadrotti

Ingredienti:

per la base:

110 gr burro

30 gr cacao amaro

30 gr zucchero

100 gr biscotti tipo digestive

50 ml acqua

70 gr cocco rapè

50 gr noci pecan o le altre

per l’interno:

120 gr burro morbido

90 gr zucchero a velo

40 gr preparato per crema pasticcera in polvere

200 ml panna fresca

per l’ultimo strato:

70 ml panna fresca

180 gr cioccolato fondente

 

1 Preparate la base tritando finemente i biscotti e le noci, utilizzate un mixer.

2 In una ciotola unite lo zucchero al cacao, amalgamate.

3 Fondete il burro, deve essere caldo non bollente.

4 Aggiungete nel mixer gli altri ingredienti, il cocco, il mix cacao e zucchero, il burro, azionate fino a ottenere un composto omogeneo, unite l’acqua e azionate nuovamente.

5 Ricoprite lo stampo con la carta forno, fatela aderire bene, versate il composto, livellate, riponete per mezzora in frigorifero.

6 Sbattete molto bene il burro e lo zucchero, dovrete ottenere una crema spumosa, chiara.

7 Unite la crema pasticcera in polvere, volendo questo ingrediente potete ometterlo, lo prevede la ricetta originale, amalgamate.

8 Con una spatola la panna, incorporatela aiutandovi con una spatola, dovrete ottenere un composto denso.

9 Versatelo sulla superficie della torta, livellate, mettete in frigorifero.

10 Sciogliete la panna, una volta calda unite il cioccolato spezzettato grossolanamente, mescolate fino a ottenere una crema liscia e lucida.

11 Unitela al resto livellando con una spatola, fate riposare in frigorifero almeno 4 ore.

 

DOLCI/ frutta secca

Biscotti doppio cioccolato e arachidi

La colazione di Natale

Natale uguale biscotti credo sia un equazione che facciamo tutti.

Dai classici omini di pan di zenzero al panpepato, a tutti quelli decorati a forma di babbo natale, elfo, renna, alberello, stella di ghiaccio ecc…..

Complice un mega pacco di arachidi regalatomi da una amica ho pensato a una ricetta per poterle utilizzare ed eccola qua, sul blog ne trovate altre di idee con le arachidi.

Fosse per me in questo periodo mi vorrei svegliare con un tipo di biscotto diverso ogni giorno.

Lasciarmi conquistare dal profumo di cannella, dalla burrosità del burro, vedere cascare zucchero a velo come se piovesse, frutta secca, chiodi di garofano, noce moscata, zuccherini, praline ecc…

Bello ma dubito accadrà…ah ah ah o me li faccio da sola o rimane un sogno e visto che il tempo è quello è rimane un sogno!

Buona domenica di sole (a Milano), di freddo, di mercatini, di cioccolata calda, di albero di natale, di lucine, di biscotti, di amici, famiglia, di regali.

 

Ingredienti per circa 24 biscotti:

200 gr di farina 00
 
1 uovo
 
120 gr di zucchero di canna
 
100 gr di burro
 
1 cucchiaino di lievito per dolci
 
1 pizzico di sale
 
25 gr di cacao amaro
 
50 gr di gocce di cioccolato
 
100 gr di arachidi tostate e salate
 
 
 
1 Sciogliete il burro lasciate raffreddare poi unitelo allo zucchero e sbattetelo per qualche minuto fino a ottenere un composto omogeneo e chiaro.
 
2 Unite l’uovo e amalgamate bene poi unite il cacao, la farina e il lievito setacciati, mescolate bene.
 
3 Unite le gocce e le arachidi, amalgamate molto bene.
 
4 Accendete il forno a 180 gradi mentre si scalda foderate una teglia con carta forno, distribuite distanziati i biscotti, potete formare delle palline o degli ovali più schiacciati o dargli altra forma, in cottura mantengono la forma.
 
5 Cuocete 14 minuti, non di più, dovrete fare due teglie, fate raffreddare del tutto prima di mangiarli.

 

Antipasti/ contorni/ frutta secca/ verdure

Girasole di zucca taleggio e nocciole

Dopo averne pubblicati un tot sui social, ho deciso di mettere la ricetta.

Alcuni di voi me l’hanno chiesta quindi anche se semplicissima, procedo spiegando bene tutti i passaggi.

Per me spesso una ricetta salva cena, come ho detto migliaia di volte chi ha inventato la pasta sfoglia è un genio.

Economica, versatile, già pronta, si cuoce in poco tempo. 

La farcitura con quello che volete, la crema la si crea con legumi, verdura, carne, pesce, formaggi.

In versione dolce crema di tutti i tipi, cioccolato, nocciole, pistacchio, miele frutta tagliata sottile, marmellata ecc…

Piace a tutti, carina da vedere, anche se non perfetta in tavola fa sempre la sua scena, calda è eccezionale.

Oggi con della zucca avanzata, idem il formaggio.

 

Ingredienti:

due rotolo di pasta sfoglia rontonda

150 gr di zucca lessata

100 gr di taleggio (vanno benone parmigiano, caprino, robiola, crescenza, stracchino, gorgonzola ecc..)

1 cucchiaio di nocciole

sale

se volete una spolverata di parmigiano grattugiato

 

1 Spappolate bene la zucca creando una purea.

2 Stendete direttamente sulla teglia da forno foderata con carta forno il primo cerchio di sfoglia.

3 Spalmata la zucca in modo omogeneo, meno sui bordi, se vi sembra troppa non utilizzatela tutta (se è troppa straborda in cottura).

4 Distribuite qua e là pezzi di formaggio non troppo grandi e le nocciole spezzettate al coltello grossolanamente, regolate di sale.

 

 

5 Adagiate sopra il secondo cerchio di sfoglia, fate aderire bene i bordi.

5 Ponete al centro del cerchio una tazza, una ciotolina, quello che volete, con un coltello ben affilato o una tagliapasta tagliate delle strisce partendo dalla tazza verso i bordi esterni, circa 2-3 cm di larghezza.

6 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda togliete la tazza e arrotolate ogni strisce su stessa formando una sorta di treccia.

7 Infornate per circa mezzora, dovrà risultare dorata, sfornate, fate riposare dieci minuti e gustate.

Antipasti/ frutta secca

Crostini cachi gorgonzola noci e miele

Chi mi conosce bene penserà perchè questa ricetta?

Effettivamente tutti questi ingredienti non sono fra i miei preferiti, i cachi credo di averli mangiati due volte in vita mia senza soddisfazione, il gorgonzola lo tollero ma solo se in contrasto con altri ingredienti, come in questo caso.

Le noci mi piacciono ma fra la frutta secca sono quelle che lascio per ultime, il miele troppo dolce, lo uso pochissimo, mangiarne un cucchiaino impensabile.

Eppure tutti insieme questi ingredienti sono buoni, i contrasti dolce, salato, amarognolo, croccante, cremoso si sposano benissimo.

Diciamo che mi piace sperimentare, non ero assolutamente certa del risultato e infatti anche le foto le ho fatte al volo, è piacevole restare positivamente stupiti.

Lunedì in salita, dormito poco e settimana piena, compresi molteplici pensieri che mi frullano in testa.

Buona settimana.

 

Ingredienti per 6 crostini:

6 fette di pane, quello che prerite

2 cucchiai di gorgonzola

1 caco 

una decina di noci

miele 

 

1 Accendete il forno a 200 gradi, disponete su una teglia da forno coperta di carta forno il pane.

2 Sbucciate il caco e tagliatelo a fette mediamente sottili, disponetene circa tre per fetta di pane (valutate voi in base alla grandezza delle fette di pane, le mie erano piccole).

3 Disponete ciuffi di gorgonzola sparsi qua e là sul pane, le noci spezzettate grossolanamente, alla fine con una forchetta spargete “fili” di miele a caso sulle fette.

4 Infornate per sette otto minuti, mangiate subito.

Dal mondo/ frutta secca/ Pesce/ verdure

Bibimbap salmone mango fagiolini cetrioli avocado kimchi anacardi

Immagino che i più si staranno chiedendo ma cos’è questo Bibimbap?

Si tratta di un piatto di origine coreana dove il riso o un cereale viene mescolato con altri ingredienti.

Letteralmente bap vuol dire riso mescolato.

Con carne, uova, pesce, frutta secca, verdure, spezie, legumi, ecc…

Il mio un mix di ingredienti che avevo e alcuni comprati. Ovviamente le varianti sono infinite in base ai vostri gusti.

La salsa ammetto che non mi ha del tutto convinta e comunque dosatela bene perchè è piccante, si tratta di peperoncino fermentato che trovate nei supermercati grossi o negozi etnici, io Esselunga.

Per me questi piatti d’estate sono super promossi, comodi, piatto unico dove c’è un po’ di tutto, saziano, solo freddi, colorati e diversi dal solito.

Divertitevi a creare il vostro.

 

Ingredienti per due persone:

140 gr riso lessato

120 gr salmone affumicato

1 cetriolo

2 cucchiai di kimchi (anche quello preso all’Esselunga)

40 gr di anacardi

1 mango piccolo

50-60 gr fagiolini lessati

1 avocado piccolo

semi di sesamo

salsa gochujang

La ricetta consiste nel mettere insieme gli ingredienti, disponete sulla base dei piatti il riso poi alternate gli ingredienti in modo cromatico (per es. no due alimenti verdi vicini).

Le verdure potete tagliarle a listarelle, a bastoncino o a pezzetti, io il cetriolo con una mandolina, stessa cosa il mango a pezzetti o fette, idem l’avocado.

DOLCI/ frutta secca

Torta nespole nocciole e amaretti

Dolce eccellente, chi si loda si imbroda ma quando va detto si fa.

A me era piaciuta ma nella norma, buona ma non divina, a casa mia è andata a ruba, pure mio cognato sempre critico, l’ha apprezzata.

Perfetta a colazione, per merenda, da portarsi al lavoro o in viaggio, la fetta rimane  compatta per chi teme si sbricioli.

Credo che le nespole siano sottovalutate, un frutto sempre poco conosciuto, poco utilizzato in cucina, sicuramente anche perchè non sono presente per molto tempo, a me piacciono parecchio e trovo siano ottime anche in ricette salate.

L’ho già detto, questa primavera mi sta uccidendo, ho un sonno enorme sempre anche quando dormo bene e una quantità di ore sufficienti, mi sento stanca, datemi un divano e mi farete felice, portare a casa la giornata è davvero faticoso.

 

Ingredienti:

500 gr nespole

130 gr amaretti

50 gr di nocciole tritate finemente

150 gr farina 00

4 uova

220 gr zucchero

120 gr burro

1 bustina di lievito per dolci

1 Sbucciate le nespole, eliminate il nocciolo e tagliatele a pezzetti.

2 In una ciotola radunate la farina, il lievito, le nocciole tritate, mescolate.

3 Tritate finemente gli amaretti, due cucchiai utilizzateli per ricoprire uno stampo a cerniera imburrato, il resto unitelo agli ingredienti secchi.

4 Dividete i tuorli dagli albumi, montate a crema i tuorli con lo zucchero.

5 Unite la crema di tuorli agli ingredienti secchi, unite il burro fuso non caldo, amalgamate bene, l’impasto sarà compatto.

6 Unite le nespole, amalgamate, montate gli albumi e uniteli delicatamente al composto, utilizzate una spatola.

7 Distribuite l’impasto nello stampo, livellate la superficie, infornate in forno caldo a 180 per 50 minuti, sfornate, lasciate raffreddare, se volete spolverate di zucchero a velo.

Dal mondo/ DOLCI/ frutta secca/ verdure

Plumcake carote viola e nocciole

Quando trovo le carote viola le prendo sempre, adoro il loro colore (vedi post precedente con gli gnocchi di barbabietola, cioè rosa).

Mi sarebbe piaciuto un colore più acceso ma avendo usato zucchero di canna e nocciole temo il colore si sia smorzato, amen.

La piacevole sorpresa di questo plumcake è che molto soffice, la fetta si scioglie in bocca, è bello umido.

Sicuro avete assaggiato quei plumcake super compatti, asciutti, con la fetta che quasi la devi tagliare con il coltello, ecco questo è il contrario.

Non lo dico da tanto per cui concedetemelo, il plumcake è fra i miei dolci preferiti, così come i muffin, il brownie, i biscotti, sono donna amante dei dolci da credenza se non fosse chiaro.

Non che di fronte a una millefoglie mi tiri indietro ma preferisco i dolci senza creme, fra un plumcake e una panna cotta, il primo tutto la vita.

Buon week end.

 

Ingredienti:

200 gr carote viola

100 gr zucchero di canna

100 gr nocciole

200 gr farina

una bustina di lievito

un pizzico di sale

un cucchiaino di cannella

noce moscata a piacere

280 ml latte, classico o di mandorle, soia, riso ecc..

80 ml olio di semi

 

1 Tritate finemente le nocciole.

2 In una ciotola radunata la farina e il lievito setacciati, lo zucchero, il pizzico di sale e le nocciole e le spezie mescolate bene.

3 Lavate, sbucciate e tritate abbastanza finemente le carote, unitele al composto e amalgamate.

4 Unite l’olio e il latte, mescolate molto bene fino a ottenere un composto omogeneo.

5 Accendete il forno a 175 gradi, mentre si scalda imburrate uno stampo da plumcake o usatelo di silicone senza imburrare, versate il composto in modo uniforme. Infornate per 40-45 minuti, lasciate raffreddare del tutto prima di toglierlo dallo stampo.