Browsing Category

Pesce

Antipasti/ contorni/ Pesce

Insalata melone gamberi avocado

Continuano le ricette zero impegno stante il caldo.

In questo caso non bisogna cuocere nulla, dieci minuti per assemblare ed è pronta.

Questi pasti mi stanno salvando i pranzi al lavoro, li preparo al volo e in pausa ho qualcosa di buono e fresco.

Il caldo è arrivato tardi ma ora si fa sentire, troppo direi.

Sono stremata, casa mia è un forno normalmente, figuratevi quest’anno con i ponteggi e i lavori.

Lunedì è il mio compleanno, in regalo vorrei il fresco!

Non accadrà ma sperare non costa nulla.

Sono di poche parole perchè sono veramente provata.

Buon week end.

 

Ingredienti per due persone:

1 avocado maturo

300 gr di mazzancolle pulite

4 fette di melone

olio evo

erba cipollina

sale e pepe

Dovete semplicemente affettare a metà l’avocado e poi a fette, tagliare a pezzettini il melone, disporre tutto in una ciotola, condirei con olio, erba cipollina sale e pepe.

Pesce/ Primi

Calamarata zucchine cozze totani

Profumo di mare anche a casa, che poi io al mare non vada mai altro discorso.

Sempre preferito il pesce alla carne, la seconda non la mangio da anni, il pesce molto meno di prima ma ogni tanto capita.

Un piatto che gustandolo vi sembrerà di essere in un posticino in riva al mare, sottofondo le onde che si infrangono a riva, profumo di salsedine, aria fresca, vino bianco, i colori del tramonto, tovaglia bianca immacolata con fiori al centro tavola.

Forse non sarà proprio così ma sognare non costa nulla, magari torneranno a galla i ricordi delle estati al mare, le gite in barca, le passeggiate sul molto e tanto altro.

Consigliatissima!

 

Ingredienti per due persone:

180 gr calamarata

400 gr totani

200 gr cozze già pulite o intere qualcosa di più

1 zucchina grande

1 spicchio di aglio

1 bicchiere di vino bianco 

olio evo

prezzemolo

1 In una ampia padella antiaderente versate due tre cucchiai di olio, mentre si scaldano tritate l’aglio, unitelo.

2 Unite la zucchina lavata spuntata, tagliata a rondelle, cuocete a fiamma media per una decina di minuti.

3 Unite il pesce, il vino a fiamma viva, il sale e mescolate, cuocete dieci minuti.

4 Nel mentre cuocete la pasta, quando sarà pronta unitela al condimento, mescolando fate cuocere altri due tre minuti,  terminate con una generosa porzione di prezzemolo.

 

Antipasti/ Lievitati/ Pesce/ verdure

Grissini peperoni e acciughe

Ripeto per la milionesima volta: la pasta sfoglia salva la vita.

Avere un rotolo in frigorifero è sempre un’ottima idea. In mille modi potete utilizzarla, dalla sfogliata alle brioche, dalle girelle ai salatini, torte salate ecc…

Questi grissini sono perfetti per un aperitivo estivo informale e casereccio.

Ovviamente potete farcirli come volete, le opzioni sono infinite.

Patè, crema di olive, salumi, formaggi, olive, capperi, pomodori secchi, pesti vari, verdure, hummus ecc..

Ve li consiglio anche in versione dolce con crema al cioccolato, nocciole, mandorle, burro di arachidi, marmellata, solo frutta secca, crema pasticcera ecc…

Spero di avervi regalato un’idea semplice e veloce per le vostre cene in terrazza, in spiaggia, pic nic, camminate in montagne a quant’altro.

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare

1 peperone rosso

100 gr di robiola (o tofu, philadelphia, caprino)

una decina di filetti di acciughe

sale

1 Arrostite il peperone pulito e tagliato a metà, fate raffreddare.

2 Frullate il peperone spellato con il formaggio fino  ottenere una crema omogenea.

3 Stendete la pasta sfoglia su una teglia coperta con carta forno, va bene quella della sfoglia stessa.

4 Accendete il forno a 200 gradi mentre si scalda spalmate la crema su metà pasta sfoglia in orizzontale.

5 Stendete sempre in orizzontale le acciughe, chiudete la pasta a libro su stessa.

6 Con una rotella formate delle strisce larghe un cm e mezzo circa, distribuitele separate sulla teglia, regolate di sale.

7 Infornate per 25 minuti, gustate dopo dieci minuti di riposo o fredde.

Dal mondo/ Pesce/ verdure

Gamberi fritti limone e cipollotti

Che dire? Piatto ricco mi ci ficco.

Per chi come me stravede per la cucina orientale un piatto sublime, di quelli che mangeresti a nastro.

Ricetta anche molto semplice seppur bisogna friggere.

Perfetta per una cenetta a base di piatti orientali, potete anche prepararla in anticipo e scaldarla.

Un sabato di fine maggio in cui per l’ennesima volta a Milano sta per piovere ma tanto io nel pomeriggio lavoro per cui amen.

Un fine maggio arrivato senza che neppure me ne accorgessi, trascorso in un lampo questo mese è stato ricco, stancante, produttivo.

Siamo alle porte dell’estate, stagione che amo poco in città ma la gioia è nell’arrivo delle mie amate verdure e frutta estive.

Ci siamo, finalmente, melone, pesche, peperoni, melanzane, albicocche, zucchine, fagiolini ….evviva!

 

Ingredienti per due persone:

400 gr gamberi (io mazzancolle) già puliti

amido di mais q.b.

due tre cipollotti

2 cucchiai di salsa di soia

150 ml acqua

succo di un limone grande 

sale 

olio per friggere

1 Scolate bene i gamberi, passateli nell’amido di mais, devono essere ben impanati tutti.

2 Scaldate abbondante olio in una padella antiaderente, cuoceteli per 5/10 minuti, girandoli di tanto in tanto, dovranno essere dorati, metteteli da parte.

3 In una ciotola mescolate l’acqua, la salsa di soia e il succo di limone, unite un cucchiaio raso di amido di mais, mescolate eliminando eventuali grumi.

4 Affettate a rondelle i cipollotti anche la parte verde.

5 Riprendete la padella, se è rimasto troppo olio toglietene una parte, scaldatelo due minuti poi unite i cipollotti, cuocete per 5 minuti mescolando. Fiamma media.

6 Unite i gamberi e la salsa, regolate di sale, mescolate a fiamma viva fino a che non si forma una cremina densa, spegnete, servite se volete con pezzetti di cipollotto verde tritati.

Lievitati/ Pesce/ verdure

Focaccia zucchine fiori di zucca alici

Chi si loda si imbroda ma questa focaccia è divina.

L’impasto sempre lo stesso eppure non sempre il risultato mi soddisfa.

Sarà che cambia la temperatura esterna/interna, forse un minuto in più di cottura, il lievito più o meno fresco ecc…ma non sempre sono contenta.

Il risultato è sempre buono, con quest’impasto non sbagliate ma in certi casi capisci subito che  è eccellante.

Questa focaccia uno di quei casi, croccante, soffice, unta, ben alveolata.

Mi godo queste preparazioni perchè so che quando verrà caldo non avrò voglia di impastare e accendere il forno, piuttosto vado a mangiarla fuori una buona pizza.

Ora con tutta questa pioggia, aria ancora fresca, è quasi piacevole scaldare la cucina.

Provatela, rimarrete soddisfatti.

Buona giornata.

 

Ingredienti:

per l’impasto clicca qui, io farina manitoba

2 zucchine grandi

10 fiori di zucca

alici marinate a piacere 

olio evo

sale

 

1 Formate l’impasto seguendo le istruzioni, questo è per due teglie quindi o raddoppiate gli ingredienti o metà ci fate altro o come me mettete in frigo e il giorno dopo fate la pizza classica.

2 Ungete bene una teglia, stendete metà impasto aiutandovi con i polpastrelli, allargatela in più riprese con pause da cinque minuti.

3 Nel mentre lavate le zucchine, spuntatele e tagliatele a cubetti, prendete una padella ampia antiaderente, versate due tre cucchiai di olio, cuocete girandole di tanto in tanto per venti minuti. 

4 Lavate i fiori delicatamente, spuntateli togliendo il fiore piccole interno.

5 Accendete il forno a 250 gradi, lasciate scaldare un quarto d’ora nel mentre distribuite le zucchine intiepidite sull’impasto, regolate di sale.

6 Infornate per 12 minuti, aprite e rapidamente distribuite i fiori, cuocete altri 3 minuti, sfornate fate riposare 5 minuti intanto distribuite le alici. Gustate subito.

Antipasti/ contorni/ Pesce/ verdure

Strudel asparagi provola acciughe

Bella ricetta svuota frigo.

Oltretutto con sfoglia senza glutine comprata per sbaglio che vi dirò non è niente male.

Ricetta da preparare al volo quando siete stanchi, di fretta e la voglia e il tempo per cucinare scarseggiano.

Aprile è volato fra tanta pioggia, moltissimo sonno, primi istanti di primavera.

Una gita a Parigi per festeggiare i cinquanta anni di matrimonio dei miei, un pranzo con una amica, una pizza in venticinque, un cinema con mia sorella.

Altra visione cinematografica con i miei da mia sorella, qualche bel libro, qualche nuovo progetto lavorativo, qualche pensiero per i lavori a casa.

Grandi dormite, prime idee sulle vacanze, un amico risentito dopo tempo, anzi due, un mobile che mi piacerebbe acquistare, qualche idea per sistemare casa.

Ciao aprile anche se è già il 5 maggio e in un istante finiremo nella morsa del caldo con mio grande disappunto.

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia

un mazzo di asparagi

100 gr di provola affumicata

5-6 filetti di acciuga

sale e pepe

semi di zucca 

olio

1 Cuocete in acqua bollente gli asparagi precedentemente spuntati e lavati, scolate e lasciate intiepidire.

2 Accendete il forno a 200 gradi mentre si scalda srotolate la pasta sfoglia su una teglia da forno senza togliete la carta forno in cui è avvolta.

3 Distribuite metà asparagi poi pezzetti di provola, sale e pepe e metà filetti di acciughe.

4 Unite gli altri ingredienti, arrotolate la pasta su stessa sigillando bene i bordi.

5 Spennellate di olio e unite i semi di zucca, infornate per 30 minuti, gustate caldo o tiepido.

Antipasti/ Pesce/ verdure

Cestini di asparagi e tonno

Antipasto finger food per il week end in arrivo.

Idea semplice che seppur non perfetta fa la sua scena.

Ma soprattutto sono buonissimi, pensavo mi sarebbero piaciuti ma non così tanto.

Fra primo contorno secondo e mille antipastini non ho dubbi: scelgo i secondi.

Mi piace curiosare, guardare come sono disposti, inutile dire che sono esteticamente più belli rispetto a guardare un arrosto.

Mi piace vedere i colori, le forme, le consistenze, adoro le alzatine per creare più piani.

Una tavolata di antipasti fa sempre tanta scena e si sa nei matrimoni, cene ecc….viene presa d’assalto!

Segnatevi questa idea semplice e di stagione.

Buon fine settimana.

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rotonda

1 mazzetto di asparagi

100 gr di tartare di tonno fresco

200 gr di formaggio spalmabile

2 cucchiai di parmigiano

sale e pepe

una noce scarsa di burro

1 Formate i cestini srotolando la pasta sfoglia, con un bicchiere formate i cerchi, io avevo 12 stampini e mi è avanzata la pasta.

2 Ungete con il burro gli stampini poi adagiate la pasta facendola aderire bene ai bordi.

3 Accendete il forno a 200 gradi mentre si scalda disponete un foglietto piccolo di carta forno in ogni stampino, sopra adagiate un cucchiaio raso di fagioli secchi, riso (la cottura in bianco).

4 Cuocete per 20-25 minuti, sfornate e fate raffreddare del tutto prima di eliminare carta forno e fagioli.

5 Lessate 15 minuti gli asparagi in acqua bollente eliminando la parte di gambo più dura (soprattutto se sono grossi), scolate, lasciate raffreddare.

6 In un mixer frullate gli asparagi e i formaggi, regolate di sale, dovrete ottenere una crema.

7 Inserite la crema in una sach a poche e poi nei cestini, beccuccio a piacere.

8 Infine aggiungete il tonno e il pepe.

Antipasti/ Pesce/ verdure

Crostini di polenta puntarelle e acciughe

Ricetta improvvisata….più o meno come sempre.

Ho comprato della polenta bianca, difficile da reperire per cui ho colto l’occasione, a fette.

Non volevo farci il solito sugo da polenta, funghi o formaggio o ragù, cinghiale ecc…

Ho visto in frigorifero le puntarelle ed ecco nata la ricetta.

Chiamarla ricetta è anche troppo direi, si tratta di assemblare gli ingredienti.

Semplice, veloce, economica, sana.

Le puntarelle per me sono una di quelle verdure che mi piacciono si e no, dipende da come sono condite/accompagnate.

Ci sono un tot di verdure che compro per diversificare, non mangiare sempre le stesse, le puntarelle una di queste verdure.

Il retrogusto amarognolo non mi conquista ma con il dolce della polenta e il sapido delle acciughe che notoriamente amo, direi che sono un antipasto o contorno niente male.

Vi auguro buon week end.

 

Ingredienti per due persone:

10 fette di polenta, altezza fetta 5 mm

200 gr puntarelle

5-6 filetti di acciughe

olio evo

sale e pepe

1 Tagliate a fette la polenta, disponetela su una teglia da forno coperta di carta forno.

2 Scaldate il forno a 200 gradi nel mente condite insieme le puntarelle, le acciughe a pezzetti, sale pepe e olio un paio di cucchiai

3 Spennellate con dell’olio le fette di polenta, cuocete dieci minuti poi passatele sotto il grill altri 3-4 minuti, devono dorarsi.

4 Sfornate e mettete sopra ogni fetta un abbondante cucchiaio di puntarelle, servite.

Pesce/ Primi

Canederli ai gamberi

Una vita che non mangiavo i canederli.

Li ho sempre amati, semplici e gustosi in tutte le infinite varianti.

Un ricordo legato a questo piatto di parecchi anni fa.

Io e mio papà in montagna, gita in Trentino, abbastanza impegnativa e stancante.

Arrivati al rifugio entrambi ordiniamo il tris di canederli.

Un tipo alla barbabietola che non amo ma erano buonissimi.

Burro e salvia con parmigiano, un classico che non tramonta mai.

Altro classicone trentino con lo speck.

Sono passati almeno quindici anni ma ricordo benissimo la composizione e il colore del piatto.

Questi nascono per caso, avevo del pane avanzato e dei gamberi da finire.

Idea veramente da dieci minuti un po’ diversa dal solito.

Buon fine settimana.

 

Ingredienti per 4 persone:

300 gr pane raffermo

100 ml latte

400 gr gamberi

1 cipollotto

1 uovo 

erba cipollina

pepe

brodo vegetale o di carne/pesce almeno 500 ml

1 Per il brodo decidete voi quale utilizzare, potete comprarlo o mettere in una casseruola sedano carote cipolla in abbondante acqua, portarlo a bollore e salare.

2 Ammollate il pane a pezzetti in una ciotola con il latte. Aspettate una decina di minuti.

3 Amalgamate fino a ottenere un composto omogeneo con il latte incorporato del tutto.

4 Tagliate i gamberi finemente, come per una tartare.

5 Unite i gamberi al pane con il cipollotto, l’uovo, l’erba cipollina, sale e pepe, amalgamate.

6 Formate delle palle grandi come due tre noci, poco meno di pallina da tennis.

7 Immergete una decina di minuti nel brodo, fiamma media, servite.

Antipasti/ contorni/ Patate/ Pesce

Sformatini di baccalà patate e cannellini

Grande amore per il baccalà anche se lo mangio raramente.

Rigorosamente dissalato, lo trovate al super, non ho la costanza e la pazienza per dissalarlo giorni.

Tortino davvero semplice da preparare, specie se cuocete prima le patate e i cannellini.

Secondo me piace anche ai bambini, tre ingredienti che insieme si sposano bene e nessuno è troppo marcato.

Febbraio stai volando fra sonno che manca, giornate lavorative intense, tante piccole e grandi cose da fare.

In qualche modo faccio tutto, direi quasi mai secondo come mi immagino prima ma alla fine è il risultato quello che conta.

Soprattutto ora sono proiettata su qualche giorno di ferie a marzo, metà più o meno stabilita, una settimana non mi pare vero, non la faccio da quest’estate.

Replicate questa piccola delizia.

 

Ingredienti:

400 gr baccalà dissalato

200 gr patate lesse

50 gr cannellini (i miei di Azienda Agricola Dolci Giuseppina)

2 cucchiai di latte

2 cucchiai olio evo

2 spicchi d’aglio

40 gr farina

mezzo cucchiaino di lievito

2 uova

sale e pepe

1 Cuocete il baccalà al vapore per circa 15 minuti, fate raffreddare.

2 Nel mixer radunate le patate lesse a pezzetti, i cannellini, il latte, l’olio, l’aglio tritato, il baccalà, le uova, sale e pepe, frullate fino a ottenere un composto omogeneo.

3 Unite la farina e frullate nuovamente.

4 Accendete il forno a 200 gr, mentre si scalda distribuite il composto negli stampini, se occorre imburrate, io silicone quindi no.

5 Cuocete per  20-25 minuti, sfornate e lasciate intiepidire, in friggitrice ad aria stessa temperatura 15 minuti.