Browsing Category

verdure

Dal mondo/ Pesce/ verdure

Gamberi fritti limone e cipollotti

Che dire? Piatto ricco mi ci ficco.

Per chi come me stravede per la cucina orientale un piatto sublime, di quelli che mangeresti a nastro.

Ricetta anche molto semplice seppur bisogna friggere.

Perfetta per una cenetta a base di piatti orientali, potete anche prepararla in anticipo e scaldarla.

Un sabato di fine maggio in cui per l’ennesima volta a Milano sta per piovere ma tanto io nel pomeriggio lavoro per cui amen.

Un fine maggio arrivato senza che neppure me ne accorgessi, trascorso in un lampo questo mese è stato ricco, stancante, produttivo.

Siamo alle porte dell’estate, stagione che amo poco in città ma la gioia è nell’arrivo delle mie amate verdure e frutta estive.

Ci siamo, finalmente, melone, pesche, peperoni, melanzane, albicocche, zucchine, fagiolini ….evviva!

 

Ingredienti per due persone:

400 gr gamberi (io mazzancolle) già puliti

amido di mais q.b.

due tre cipollotti

2 cucchiai di salsa di soia

150 ml acqua

succo di un limone grande 

sale 

olio per friggere

1 Scolate bene i gamberi, passateli nell’amido di mais, devono essere ben impanati tutti.

2 Scaldate abbondante olio in una padella antiaderente, cuoceteli per 5/10 minuti, girandoli di tanto in tanto, dovranno essere dorati, metteteli da parte.

3 In una ciotola mescolate l’acqua, la salsa di soia e il succo di limone, unite un cucchiaio raso di amido di mais, mescolate eliminando eventuali grumi.

4 Affettate a rondelle i cipollotti anche la parte verde.

5 Riprendete la padella, se è rimasto troppo olio toglietene una parte, scaldatelo due minuti poi unite i cipollotti, cuocete per 5 minuti mescolando. Fiamma media.

6 Unite i gamberi e la salsa, regolate di sale, mescolate a fiamma viva fino a che non si forma una cremina densa, spegnete, servite se volete con pezzetti di cipollotto verde tritati.

Lievitati/ Pesce/ verdure

Focaccia zucchine fiori di zucca alici

Chi si loda si imbroda ma questa focaccia è divina.

L’impasto sempre lo stesso eppure non sempre il risultato mi soddisfa.

Sarà che cambia la temperatura esterna/interna, forse un minuto in più di cottura, il lievito più o meno fresco ecc…ma non sempre sono contenta.

Il risultato è sempre buono, con quest’impasto non sbagliate ma in certi casi capisci subito che  è eccellante.

Questa focaccia uno di quei casi, croccante, soffice, unta, ben alveolata.

Mi godo queste preparazioni perchè so che quando verrà caldo non avrò voglia di impastare e accendere il forno, piuttosto vado a mangiarla fuori una buona pizza.

Ora con tutta questa pioggia, aria ancora fresca, è quasi piacevole scaldare la cucina.

Provatela, rimarrete soddisfatti.

Buona giornata.

 

Ingredienti:

per l’impasto clicca qui, io farina manitoba

2 zucchine grandi

10 fiori di zucca

alici marinate a piacere 

olio evo

sale

 

1 Formate l’impasto seguendo le istruzioni, questo è per due teglie quindi o raddoppiate gli ingredienti o metà ci fate altro o come me mettete in frigo e il giorno dopo fate la pizza classica.

2 Ungete bene una teglia, stendete metà impasto aiutandovi con i polpastrelli, allargatela in più riprese con pause da cinque minuti.

3 Nel mentre lavate le zucchine, spuntatele e tagliatele a cubetti, prendete una padella ampia antiaderente, versate due tre cucchiai di olio, cuocete girandole di tanto in tanto per venti minuti. 

4 Lavate i fiori delicatamente, spuntateli togliendo il fiore piccole interno.

5 Accendete il forno a 250 gradi, lasciate scaldare un quarto d’ora nel mentre distribuite le zucchine intiepidite sull’impasto, regolate di sale.

6 Infornate per 12 minuti, aprite e rapidamente distribuite i fiori, cuocete altri 3 minuti, sfornate fate riposare 5 minuti intanto distribuite le alici. Gustate subito.

Antipasti/ contorni/ Pesce/ verdure

Strudel asparagi provola acciughe

Bella ricetta svuota frigo.

Oltretutto con sfoglia senza glutine comprata per sbaglio che vi dirò non è niente male.

Ricetta da preparare al volo quando siete stanchi, di fretta e la voglia e il tempo per cucinare scarseggiano.

Aprile è volato fra tanta pioggia, moltissimo sonno, primi istanti di primavera.

Una gita a Parigi per festeggiare i cinquanta anni di matrimonio dei miei, un pranzo con una amica, una pizza in venticinque, un cinema con mia sorella.

Altra visione cinematografica con i miei da mia sorella, qualche bel libro, qualche nuovo progetto lavorativo, qualche pensiero per i lavori a casa.

Grandi dormite, prime idee sulle vacanze, un amico risentito dopo tempo, anzi due, un mobile che mi piacerebbe acquistare, qualche idea per sistemare casa.

Ciao aprile anche se è già il 5 maggio e in un istante finiremo nella morsa del caldo con mio grande disappunto.

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia

un mazzo di asparagi

100 gr di provola affumicata

5-6 filetti di acciuga

sale e pepe

semi di zucca 

olio

1 Cuocete in acqua bollente gli asparagi precedentemente spuntati e lavati, scolate e lasciate intiepidire.

2 Accendete il forno a 200 gradi mentre si scalda srotolate la pasta sfoglia su una teglia da forno senza togliete la carta forno in cui è avvolta.

3 Distribuite metà asparagi poi pezzetti di provola, sale e pepe e metà filetti di acciughe.

4 Unite gli altri ingredienti, arrotolate la pasta su stessa sigillando bene i bordi.

5 Spennellate di olio e unite i semi di zucca, infornate per 30 minuti, gustate caldo o tiepido.

Antipasti/ contorni/ Legumi/ verdure

Farinata di agretti

Idea semplice e buonissima.

Soprattutto se amate gli agretti ma anche se cercate un modo per mangiare verdure senza amarle granchè.

La farinata nella sua semplicità resta una ricetta buonissima, croccante e unta ma anche sana, veloce da preparare e altrettanto da finire.

A me ricorda sempre le estati con i nonni paterni, quando la si comprava al forno poi ci sedevamo su una panchina o un muretto e ognuno divorava il suo pezzo.

Ricordo benissimo quando la mangiavamo d’estate a Monterosso alle Cinque Terre.

Il sole, la canicola dell’ora di pranzo, con ancora la salsedine addosso e anche la sabbia, mia nonna ne comprava per un esercito e noi tutti contenti.

A me piace molto la classica ma negli anni ho sperimentato con le cipolle, i fiori di zucca, proverò senz’altro con le zucchine.

Vi auguro buona giornata in questo freddo martedì di fine aprile.

 

Ingredienti per una teglia tonda o rettangolare grande:

150 gr farina ceci (la mia di Azienda Agricola Dolci Giuseppina)

400 ml acqua

40 ml olio evo

sale mezzo mazzo di agretti.

 

1 Mettete in una ciotola capiente la farina, formate una fontana al centro e unite mescolando con una frusta a mano poco alla volta l’acqua.

2 Quando avrete ottenuto una pastella senza grumi, eliminate la schiumetta che si forma in superficie, lasciate riposare per tre ore eliminando ogni tanto la schiuma e mescolando la pastella.

3 Lavate e pulite gli agretti, lessateli per dieci-quindici minuti, lasciateli raffreddare.

4 Unite olio e sale alla pastella e mescolate bene, ungete con olio una teglia da forno.

5 Accendete il forno a 250 gradi mentre si scalda distribuite gli agretti sul fondo della teglia.

6 Versate la pastella, cuocete per 12 minuti nella parte bassa del forno e poi abbassando a 200 gradi per altri 15 minuti a metà forno. Sfornate e servite calda.

verdure

Pesto di taccole

Il mese delle verdure tutte verdi!

Taccole, asparagi, agretti, fave, piselli.

Onestamente ne preferisco molte altre ma le mangio comunque e anzi cerco sempre il modo di mangiarle variando.

Oggi pesto o in uno strudel, in versione crema sulla pizza, o nei cestini come avete visto gli asparagi.

Mangiarle da sole ammetto mi costa fatica perchè il sapore non mi entusiasma.

Cerco comunque di variare il più possibile fra verdure che amo e altre per diversificare.

Il pesto per me è sempre una buona, anzi ottima idea.

Il classico non lo batte nessuno ma anche con altre verdure mi piace moltissimo.

Qua ne trovate davvero tanti, con i fagiolini, con i broccoli, peperoni, mele e erbe aromatiche, pesto rosso, con le coste, i piselli.

Mi piace sempre, per condire la pasta ma anche sul pane o semplicemente a cucchiate.

Vado a preparare la pasta con questo pesto da portarmi al lavoro, buona giornata.

 

Ingredienti per un barattolo:

300 gr taccole

1 spicchio di aglio

30 gr anacardi o pinoli

2-3 cucchiai di parmigiano

olio evo

sale 

1 Spuntate le taccole, tagliate e pezzetti di 3-4 cm e lessate per circa 20 minuti.

2 Mettetele nel mixer con l’aglio e gli anacardi, iniziate a frullare aggiungendo a filo l’olio.

3 Dovrete ottenere un composto omogeneo, denso, aggiungete il parmigiano e il sale poi se lo volete più compatto è pronto, se lo volete più liquido aggiungete poco olio fino a quando non vi soddisfa.

Antipasti/ Pesce/ verdure

Cestini di asparagi e tonno

Antipasto finger food per il week end in arrivo.

Idea semplice che seppur non perfetta fa la sua scena.

Ma soprattutto sono buonissimi, pensavo mi sarebbero piaciuti ma non così tanto.

Fra primo contorno secondo e mille antipastini non ho dubbi: scelgo i secondi.

Mi piace curiosare, guardare come sono disposti, inutile dire che sono esteticamente più belli rispetto a guardare un arrosto.

Mi piace vedere i colori, le forme, le consistenze, adoro le alzatine per creare più piani.

Una tavolata di antipasti fa sempre tanta scena e si sa nei matrimoni, cene ecc….viene presa d’assalto!

Segnatevi questa idea semplice e di stagione.

Buon fine settimana.

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rotonda

1 mazzetto di asparagi

100 gr di tartare di tonno fresco

200 gr di formaggio spalmabile

2 cucchiai di parmigiano

sale e pepe

una noce scarsa di burro

1 Formate i cestini srotolando la pasta sfoglia, con un bicchiere formate i cerchi, io avevo 12 stampini e mi è avanzata la pasta.

2 Ungete con il burro gli stampini poi adagiate la pasta facendola aderire bene ai bordi.

3 Accendete il forno a 200 gradi mentre si scalda disponete un foglietto piccolo di carta forno in ogni stampino, sopra adagiate un cucchiaio raso di fagioli secchi, riso (la cottura in bianco).

4 Cuocete per 20-25 minuti, sfornate e fate raffreddare del tutto prima di eliminare carta forno e fagioli.

5 Lessate 15 minuti gli asparagi in acqua bollente eliminando la parte di gambo più dura (soprattutto se sono grossi), scolate, lasciate raffreddare.

6 In un mixer frullate gli asparagi e i formaggi, regolate di sale, dovrete ottenere una crema.

7 Inserite la crema in una sach a poche e poi nei cestini, beccuccio a piacere.

8 Infine aggiungete il tonno e il pepe.

Legumi/ verdure

Crema di zucca e lenticchie speziate

Ultima zucca dell’anno!

Ebbene si, sta finendo il periodo dei broccoli, cavolfiori, zucca, porri ecc…

In arrivo, già da settimane a dire il vero, taccole, piselli, fave, agretti, asparagi.

Ma soprattutto manca poco e finalmente gusteremo la verdura migliore dell’anno, quella estiva.

Tanto per me dalla primavera si potrebbe passare direttamente all’autunno, quanto amo le verdure dei mesi estivi.

Ultima zucca e forse anche ultima zuppa date le temperature folli di questi giorni.

Se amate le spezie il piatto che fa per voi, profumato, avvolgente, saporito ma anche delicato.

Questa primavera mi sta letteralmente uccidendo, ho sempre sonno, tutto mi costa una gran fatica.

Spero passi in fretta perchè arrivare a sera è veramente faticoso.

Vi auguro buona giornata e buone dormite.

 

Ingredienti per 4 persone:

250 gr lenticchie (le mie di Azienda Agricola Dolci Giuseppina)

800 gr zucca

1 cipolla

1 peperoncino

1 cucchiaino coriandolo

1 cucchiaino curcuma

1 cucchiaino paprika

2 spicchi di aglio

400 ml passata pomodoro

200 gr formaggio di capra

60 gr noci (io ho messo nocciole ma stanno meglio le noci)

olio evo

1 Affettate la cipolla sbucciate grossolanamente.

2 Prendete una casseruola grande a sponde alte versate due tre cucchiai di olio.

3 Fate scaldare due minuti e unite la cipolla, fate rosolare mescolate 5 minuti.

4 Aggiungete l’aglio e le spezie, mescolate per qualche minuto.

5 Unite la zucca tagliata a cubetti, le lenticchie, la passata di pomodoro, regolate di sale, mescolate bene, a fiamma medio/bassa fate cuocere per 40 minuti. Se necessario aggiungete un po’acqua durante la cottura.

6 Assaggiate, impiattate e in ogni piatto mettete del formaggio di capra, mescolate e aggiungete le noci sbriciolate.

 

Antipasti/ Pesce/ verdure

Crostini di polenta puntarelle e acciughe

Ricetta improvvisata….più o meno come sempre.

Ho comprato della polenta bianca, difficile da reperire per cui ho colto l’occasione, a fette.

Non volevo farci il solito sugo da polenta, funghi o formaggio o ragù, cinghiale ecc…

Ho visto in frigorifero le puntarelle ed ecco nata la ricetta.

Chiamarla ricetta è anche troppo direi, si tratta di assemblare gli ingredienti.

Semplice, veloce, economica, sana.

Le puntarelle per me sono una di quelle verdure che mi piacciono si e no, dipende da come sono condite/accompagnate.

Ci sono un tot di verdure che compro per diversificare, non mangiare sempre le stesse, le puntarelle una di queste verdure.

Il retrogusto amarognolo non mi conquista ma con il dolce della polenta e il sapido delle acciughe che notoriamente amo, direi che sono un antipasto o contorno niente male.

Vi auguro buon week end.

 

Ingredienti per due persone:

10 fette di polenta, altezza fetta 5 mm

200 gr puntarelle

5-6 filetti di acciughe

olio evo

sale e pepe

1 Tagliate a fette la polenta, disponetela su una teglia da forno coperta di carta forno.

2 Scaldate il forno a 200 gradi nel mente condite insieme le puntarelle, le acciughe a pezzetti, sale pepe e olio un paio di cucchiai

3 Spennellate con dell’olio le fette di polenta, cuocete dieci minuti poi passatele sotto il grill altri 3-4 minuti, devono dorarsi.

4 Sfornate e mettete sopra ogni fetta un abbondante cucchiaio di puntarelle, servite.

Primi/ verdure

Mini lasagne agretti e piselli

Pasqua alle porte, mentre sul Natale sono preparata, Pasqua molto meno.

Sarà che a casa mia non esiste un menù della tradizione, che spesso siamo tutti in posti diversi, diciamo improvviso.

Fra pastiere, casatielli, tortani, colombe, uova e quelle di cioccolato, coniglietti ecc….vi propongo una ricetta ideale per la giornata fuori porta di pasquetta.

Ovviamente va bene sempre ma se – tempo permettendo – farete un pic nic, giornata all’aperto, gita fuori porta, ecco il primo comodo da portarsi dietro.

Piselli e agretti sono di stagione, se siete bravi/e preparate voi la pasta fresca e la besciamella altrimenti trovate tutto pronto e vi godete questi giorni.

A me la mini mono porzione piace sempre, la trovo carina, pratica, dose giusta, se poi si vuole decorare il piatto è più semplice.

Mini ma con licenza di bis….ovviamente.

A Milano diluvia e sembra che la gita fuori porta la faremo il prossimo anno, spero a voi vada meglio.

 

Ingredienti:

per la pasta fresca clicca qui, questa una dose abbondante, se siete in due o tre fate la metà

200 gr piselli

un mazzo di agretti

200 ml besciamella

120 gr parmigiano

sale e pepe

1 Lavate molto bene gli agretti, cuoceteli insieme ai piselli freschi o surgelati in una padella con acqua, se volete potete usare olio, coprite e lasciate cuocere a fiamma media per 20 minuti, a metà cottura controllate.

2 Preparate tutti gli ingredienti: la pasta fresca che potete tagliare dandole forma tonda in base allo stampino con un cerchio grande e uno piccolo.

3 Le verdure, la besciamella, il formaggio, sale e pepe, dovete avere tutto a portate di mano.

4 Riempite gli stampini mettendo un primo strato di pasta, poi un cucchiaio di verdure, mezzo di besciamella e un cucchiaino di parmigiano, sale, altro strato di pasta, stesso procedimento.

5 Scaldate il forno a 200 gradi, ultimo strato discetto di pasta e io ho messo la besciamella avanzata, infornate per 30 minuti circa, sfornate e aspettate dieci minuti prima di gustare e sfornare.

NOTE: le dosi sono indicative, potete mettere meno besciamella e più parmigiano o altri formaggi, più verdure come altre verdure (porri, zucchine, carciofi ecc…), volendo anche pezzetti di uova o speck, salame, ecc….

Primi/ verdure

Strangozzi broccolo romanesco pomodori secchi

Mentre leggerete queste righe io sarò a Porto in Portogallo.

Al mio ritorno vi racconterò, non ci sono mai stata.

Andrò anche a Lisbona dove invece sono già stata e mi è piaciuta molto.

Finalmente una vacanza, sono mesi che non esco dalla città.

E udite udite cinque anni che non vado all’estero.

Io che per anni, tanti anni, sono stata all’estero Europa e mondo, due volte l’anno almeno.

Poi è arrivato il covid, per un paio d’anni abbondanti non è capitato, dal 2022 ho girato tanto ma sempre in Italia.

Aspettavo da tempo questa vacanza e intendo godermela tutta.

Vi lascio un’idea semplice per un primo con una verdura che non si mangia ne cita spesso.

Ricetta davvero molto semplice.

Buona giornata.

 

Ingredienti per due persone:

180 gr strangozzi o altra pasta

1 broccolo romanesco

1 spicchio di aglio

2 cucchiai di olio

3 di parmigiano grattugiato 

4-5 noci

5-6 pomodori secchi

sale e pepe

1 Preparate la pasta come al solito, nella stessa acqua cuocete il broccolo tagliato a cimette.

2 Quando bolle estraete le cimette mettetele nel bicchiere del mini pimer con gli altri ingredienti, frullate tutto fino a ottenere una crema, se volete tenete da parte un paio di pomodori.

3 Condite la pasta aggiungendo i due pomodori a pezzetti.

NOTE: come per tutti i pesti potete dosare le quantità a piacere, meno aglio o non metterlo, altra frutta secca, più o meno parmigiano, meno oglio e come liquido acqua di cottura.