Browsing Tag:

Frutta

DOLCI

Muffin prugne e cioccolato

Un po’ cuore un po’ muffin, avevo infrattato chissà dove gli stampini dei muffin così ho utilizzato altri stampi al silicone.

Idea veloce, dolce ma non troppo, cioccolatosa ma non troppo, per la colazione, merenda, spezza fame.

Penso di averlo detto mille volte ma ricordarlo non fa male, amo moltissimo i muffin, forse sono una delle prime ricette che ho imparato a preparare attorno ai 15 -16 anni. Ricordo benissimo che quando ero ragazzina prima, all’università poi quando andavo via il  week end con amici ne cucinavo migliaia al cioccolato e cioccolato bianco.

Ovviamente finivano sempre, a quell’età la fame è tanta e il muffin con quella forma piccola e tondeggiante attira sempre. Bellissimi ricordi.

Buon fine settimana a tutti!

 

Ingredienti:

4 uova

130 ml di olio di semi

130 gr di zucchero

240 gr di farina

una bustina di lievito

3 prugne

150 gr di pepite di cioccolato

 

1 Sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.

2 Unite l’olio mescolate.

3 Unite la farina e il lievito setacciati, amalgamate bene.

4 Lavate le prugne, togliete il nocciolo, tagliatele grossolanamente a pezzetti e unitele al composto, unite il cioccolato.

5 Accendete il forno a 175 gradi, mentre si scalda imburrate gli stampini se necessario (io ho usato il silicone per cui niente burro), versate il composto per trequarti della capienza, infornate per 25-30 minuti, sfornate e lasciate raffreddare.

Antipasti/ colazioni salate/ contorni

Strudel susine speck e fontina

Il classico piatto, contorno, sfizio, chiamatelo come preferite, che salva la vita quando siete di fretta, avete poche idee, volete finire gli avanzi o arrivano ospiti all’improvviso.

Come dico sempre bisogna avere in casa un rotolo di pasta sfoglia, in frigorifero non può mancare, all’occorrenza che diventi strudel,  sfogliata, pizzetta, mini tartelletta, torta salata ecc…è un valido aiuto!

Amo molto la frutta con il salato, con la carne e i salumi si sa si sposa molto bene, qua ne trovate molteplici variante, mi piace il sapore un po’ dolce, un po’ salato, quella combinazione perfetta di consistenze.

La mia un’idea semplice e veloce, con le prime susine della stagione, già un po’ troppo mature a dire il vero, ho abbinato ingredienti che avevo in frigorifero e sapevo avrebbero dato vita a un matrimonio perfetto, inutile dire che potete optare per altri salumi o formaggi, salsiccia, erbe aromatiche, spezie ecc..

Il mio sarà un fine settimana molto intenso, ricco di tante tante cose da fare, piacevoli e meno piacevoli, spero il vostro solo di  belle, a settimana prossima.

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare (va bene anche tonda)

3 susine mature grandi

7-8 fette di speck

100 gr di fontina

sale e pepe

 

1 Lavate le susine, asciugatele, tagliatele a spicchi eliminando il nocciolo.

2 Stendete la pasta direttamente sulla carta forno adagiata sulla teglia, cominciate a farcire coprendo la superficie di metà fette di speck.

3 Distribuite le susine, lasciate spazio sui bordi per la chiusura, regolate di sale e pepe poi distribuite il formaggio a pezzetti.

4 Mentre il forno si scalda a 200 gradi, mettete le altre fette di speck, chiudete lo strudel, schiacciando bene i bordi, infornate per 30 minuti, dovrà risultare dorato. Se volete potete mettere anche del parmigiano grattugiato.

Creme/ DOLCI

Crostata di pesche e ganache al cioccolato

Ennesima idea nata in un modo diventata altro.

Avevo in mente tutt’altro, alla fine ho improvvisato, pure con qualche errore, evidente direi, vedi la ganache, si vede che la torta era in frigo, dovrebbe essere cremosa lucida non lo è, così come si vedono due ditate mie sul cioccolato. Amen va mangiata e soprattutto è buona, aspetto prioritario.

Pensare che a breve le pesche scompariranno mi mette tristezza, le amo molto, specie quelle dolci e succose, è tempo di fichi, uva, susine, prugne, buone eh ma vuoi mettere la frutta estiva? Non esiste neppure discuterne per me.

Non entrerò nell’annoso dibattito estate/inverno perchè chiunque mi legge da tempo sa cosa penso, l’inverno vince a mani basse! Inutile sottolineare che aspetto con ansia copertina, te’ caldo, calze, biscotti al cioccolato, magari un caminetto! 

 

Ingredienti:

teglia da 22 cm (vi avanzerà un po’ di frolla)

220 gr farina

125 gr burro freddo

1 uovo + 1 tuorlo

80 gr zucchero a velo

per la crema di pesce:

375 ml succo di pesca

80 ml di panna fresca

8 gr colla di pesce

2 cucchiai di zucchero

per la ganache:

150 gr cioccolato fondente

80 ml panna fresca

 

1 Preparate la frolla amalgamando insieme tutti gli ingredienti, il burro a pezzetti, formate un panetto, riponete in frigo.

2 In una ciotola con acqua fredda mettete in ammollo la colla di pesce, nel mentre in una casseruola versate il succo di pesca, la panna e lo zucchero, mescolate, portate a bollore lentamente.

3 Appena arriva a bollore, spegnete e aggiungete la colla di pesce, deve essere morbida, strizzata, mescolate bene, lasciate intiepidire.

4 Accendete il forno a 200 gradi, imburrate lo stampo, stendete la frolla, livellate bene i bordi, coprite con un foglio di carta forno sui cui versare dei fagioli secchi (o riso), distribuite bene, infornate per 13 minuti, dopo togliete la carta forno e cuocete altri 15 minuti, dovrà risultare dorata sui bordi. Sfornate e fate raffreddare.

5 Quando la torta sarà fredda e tolta dallo stampo versate la crema ormai a temperatura ambiente, dovete fare in modo che non si rapprenda, se la lasciate fuori nella casseruola non dovreste correre rischi, nel caso riscaldate leggermente a bagnomaria.

6 Una volta fredda versate la crema nella frolla riponete in frigorifero almeno due ore, è piccola dovrebbe bastare come tempo, se no controllate che non si muova, basta toccare la torta per capire se deve ancora stare in frigorifero.

7 Preparate la ganache sciogliendo a bagnomaria il cioccolato a pezzetti e la panna, dovrete ottenere una crema lucida. Lasciate raffreddare una mezzora e spalmatela con una spatola sulla torta. Prima di servire aspettare almeno una mezzora che la crema si rassodi.

DOLCI

Peach pie

Amore grande per le pesche, se poi sono abbinate ad amaretti e cioccolato, amore grandissimo.

Una torta semplicissima che volevo fare da tempo, mistero perchè io abbia sempre rimandato, stavolta complice la presenza di molte pesche eccola qua, buonissima e piena di frutta.

Il genere trovo sia fantastico, che siano mele, fragole o qualsiasi altro tipo di frutta farcirci una frolla con poco altro è ottimale, semplice, economica, buona, sana.

La mia è diametro 18 ma l’impasto è per un diametro 22/24, con la frolla avanzata volevo farci dei biscotti, valutate voi la teglia migliore tenendo conto di quanto vi ho indicato, idem per le pesche, io ne ho messe 4 grandi, se usate una teglia 22/24 aggiungete almeno due pesche.

In montagna splende il sole dopo giorni di pioggia battente, corro a scaldarmi le ossa, buon week end e buone vacanze.

Ingredienti:

420 gr farina 00

250 gr burro

3 uova medie

150 gr di zucchero a velo

4 pesche noci grandi mature

100 gr di amaretti

100 gr di gocce di cioccolato

2 cucchiai di zucchero

burro per la teglia

1 Preparate la frolla amalgamando insieme la farina, il burro freddo a pezzetti, le uova e lo zucchero, velocemente otterrete una pasta compatta e liscia, formate un panetto rettangolare  e riponete in frigorifero.

2 Lavate le pesche, togliete il nocciolo e tagliatele a pezzetti.

3 In una padella antiaderente mettete le pesche e lo zucchero, mescolate e cuocete per 15 minuti a fuoco medio mescolando spesso, se necessario unite un filo d’acqua (solo se vi pare che si stiano attaccando).

4 Fate intiepidire le pesche poi unite le gocce e gli amaretti sbriciolati.

5 Accendete il forno a 200 gradi, dividete la frolla in due, imburrate uno stampo a cerniere, stendete metà frolla direttamente con le mani, versate il ripieno livellando la superficie, stendete con il mattarello parte dell’altra metà e stendetelo sulla torta, fate aderire bene i bordi. Infornate per 40 minuti circa. Deve risultare dorata. Lasciate raffreddare del tutto.

carne/ contorni

Pollo con albicocche in salsa

Adoro la frutta con la carne, ci sono moltissimi abbinamenti vincenti, arance, prugne, uva, pesche, albicocche, fichi, ananas, mango, limone, frutti di bosco, pere ecc…si prestano molto bene ad essere serviti come accompagnamento alla carne.

Si crea quel sapore dolce salato squisito,  quel bel sughetto rilasciato dalla frutta e in questo caso anche dalla salsa che bagna bene la carne salvandola spesso se si sbaglia la cottura, per esempio se andava cotta ancora un pochino o se risulta dura.

Se non avete mai provato e soprattutto se siete scettici dovete rimediare, sono certa che troverete l’abbinamento quanto meno interessante, se vi piacerà o meno va a gusti.

Ultima ricetta di luglio, pronti per la partenza oggi si sistema casa, ultime lavatrici, valigie, ultimi dettagli e poi via finalmente per qualche settimana, ne sento davvero il bisogno, l’idea la mattina di aprire la finestra e vedere qualcosa di diverso mi conforta, mi mette il buon umore anche se ahimè è previsto brutto tempo per una settimana.

Vedremo, intanto buon fine settimana e buone vacanze a chi è in partenza.

Ingredienti:

per due tre persone

500 gr di pollo (io avevo cosce ma va benissimo petto o alette o quello che trovate/avete)

8 albicocche

4 cucchiai di olio evo

2 cucchiai di salsa di soia

succo di due limoni

1 cucchiaio abbondante di miele

sale 

 

1 Per prima cosa preparare la salsa mescolando insieme la salsa di soia, il succo di limone, il miele e l’olio, amalgamate bene.

2 In una casseruola versate due cucchiai di olio, fate scaldare un paio di minuti, rosolate il pollo per circa cinque minuti, dovrà essere dorato.

3 Unite le albicocche lavate e tagliate e pezzetti, mescolate, aggiungete sale e la salsa, fate cuocere per circa mezzora (di più se il pollo è in pezzi grossi), se necessario aggiungete un filo d’acqua (se vi sembra che la salsa si stia rapprendendo troppo), servite caldo o tiepido.

verdure

Anguria cetrioli feta e menta

Altra ricetta non ricetta, si tratta solo di assemblare gli ingredienti e preparare la salsina di yogurt greco.

Non è caldo, per fortuna, ma le ricette fresche e veloci, almeno per me, d’estate sono d’obbligo, sono  sempre più stanca d’estate, dormo meno, sento le energie finire prima del solito, evito quindi tour de force in cucina con ricette che di solito amo, lunghe, elaborate, corpose.

Manca poco alle vacanze, meno di quindici giorni, non ho programmi particolari, ci sono un tot di cose che vorrei fare ma che posso realizzare ovunque, starò in montagna e da lì mi muoverò qualche giorno verso altre mete, nulla di nuovo o originale ma vista anche la situazione pandemica non ho pensato a prenotare viaggi, trasferte, prendere impegni, preferisco organizzarmi al momento.

Quel che desidero davvero è staccare da Milano per un po’, prendere le distanze dalla città, che non amo mai, ancora meno in estate, credo che cambiare aria, aprire la finestra e vedere qualcosa di diverso, respirare altra aria, cambiare abitudini, pensare ad altro sia fisiologico, salutare.

Questo implica anche che continuerò a cucinare!

 

Ingredienti per due persone:

3 fette medio piccole di anguria

2 cetrioli media grandezza

100 gr di feta

100 gr yogurt greco

1 cucchiaio di senape

menta

sale e pepe

 

1 Togliete i semi dall’anguria e tagliate le fette a pezzetti.

2 Sbucciate i cetrioli e tagliateli a rondelle.

3 In una ciotola unite anguria, cetrioli, feta a pezzetti, regolate di sale e pepe.

4 Unite allo yogurt greco la senape e qualche fogliolina di menta lavata, mescolate  e condite.

DOLCI

Pesche ricotta cioccolato e rhum

Idea dolce super facile, non c’è nulla da cucinare, giusto il cioccolato da sciogliere e mescolare alla ricotta.

Elemento fondamentale, la ricotta deve essere eccellente, in caso contrario lasciate perdere, non ne vale la pena, la bontà è tutta nella ricotta. Per chi si sta chiedendo come riconosco una buona ricotta? Appena la assaggiate la riconoscete, se siete abituati  a quelle dei banchi frigo del supermercato, in un nano secondo sentirete la differenza con una buona ricotta di malga, di caseificio, appena fatta.

Pesche media maturazione, se sono avanti rischiate di non riuscire a tagliarle, vi si spappolano, esce tanto succo, se sono indietro non sono buone da mangiare, sono dure e poco saporite, al tatto capirete quando sono perfette per essere tagliate e farcite.

Le varianti sono infinite, con solo ricotta e miele, con frutta secca, con coulis di frutta, lamponi, stesso succo delle pesche, albicocche ecc…, con yogurt greco, con amaretti, biscotti sbriciolati, con pepite, gocce, bottoni di cioccolato, quello che volete, con l’aroma che preferite, amaretto di Saronno, Grand Marnier, ecc…anche senza ovviamente.

Potete farcirle come volete, non esiste la ricetta perfetta o migliore, lo è quella che soddisfa il vostro palato.

 

 

Ingredienti:

per 4 persone

4 pesche media maturazione

400 gr ricotta

200 gr di cioccolato fondente

2 cucchiai di zucchero a velo (anche meno o anche senza, va a gusti)

2 cucchiai rasi di rhum

 

1 Sciogliete 150 gr di cioccolato  a bagnomaria.

2 Unite alla ricotta lo zucchero, il rhum, il cioccolato fuso, amalgamate molto bene.

3 Aprite in due le pesche, togliete il nocciolo, farcite con un abbondante cucchiaio di farcitura ogni metà.

4 Tritate grossolanamente il cioccolato restando e spargetelo a piacere sulle pesche. 

Primi/ verdure

Mezzi rigatoni zucchine speck e melone

Oggi idea vagamente più  elaborata, si fa per dire ma qualche passaggio in più rispetto alle ultime ricette pronte in dieci minuti c’è.

Piatto fresco, unico, frutta e verdura ci sono, la nota sapida e croccante dello speck  e la sostanza della pasta.

A me piace tanto per quanto non sia originale e si sia già visto mille volte, la presentazione dentro al melone scavato, profuma di estate, è carino, diverso dal solito piatto, anche ai bimbi penso possa piacere.

Adoro il melone, da solo e abbinato al dolce e salato, trovo sia molto versatile come tutta la frutta del resto che si sposa benissimo con la carne, i formaggi, le salse, il pesce, i salumi, si creano ottimi abbinamenti e contrasti.

Questo fine settimana resterò a  Milano, cosa insolita per me nei fine settimana estivi, ho alcune incombenze per cui andare via sarebbe stato controproducente, avrei perso troppo tempo, speriamo non faccia troppo caldo! Buon week end!

Ingredienti:

per due persone

1 melone medio

150 gr di mezzi rigatoni

2 zucchine

100 gr di stick di speck (o a dadini)

olio evo

sale e pepe

 

1 Cuocete la pasta come da prassi, raffreddatela.

2 Nel mentre in una padella con un filo d’olio fate saltare le zucchine lavate e tagliate a rondelle non troppo spesse, cottura circa dieci minuti, se le volete più cotte (così restano croccanti) cuocete ancora qualche minuti, all’ultimo unite lo speck, regolate di sale e cuocete 3-4 minuti, lasciate intiepiedire.

3 Tagliate a metà il melone, togliete i semi e con uno scavino o un coltello scavatelo, mettete da parte la polpa.

4 Nella padella delle zucchine versate la pasta e il melone, tutto deve essere a temperatura ambiente, amalgamate.

5 Versate nei mezzi meloni e spolverate di pepe, se volete aggiungete un filo d’olio.

DOLCI

Strudel albicocche pistacchi cioccolato

Il dolce estivo super veloce, ideale a colazione, dopo pranzo, per merenda o quando volete.

Ovviamente la pasta sfoglia non l’ho preparata, ci vuole troppo tempo che in questo periodo non ho ma soprattutto fa troppo caldo, come sempre ode a chi l’ha inventata pronta.

La farcitura sono andata ad occhio, diciamo che si tratta della classica ricetta svuota frigo, potete metterci quello che volete, altra frutta, senza cioccolato, altra frutta secca, miele al posto dello zucchero, amaretti o biscotti sbriciolati, cioccolato bianco, aromatizzato, ecc…

Ridendo e scherzando siamo a fine giugno, un mese che è voltato, caratterizzato da un impegno importante ancora da concludersi, sono felice di essere del tutto assorbita dalle mie cose così penso meno al caldo che come sapete odio, lo soffro comunque ma cerco di concentrarmi su altro, faticoso ma funziona.

Ma soprattutto, ci rendiamo conto che manca poco più di un mese alle vacanze? Dopo l’anno trascorso, per lo più in casa, non vedo l’ora, ne sento la necessità molto più dell’anno scorso, del resto sulle spalle abbiamo un anno e mezzo di covid, l’anno scorso erano tre-quattro mesi! 

Intanto, questo week end vado in Toscana, fuga dalla città nel fine settimana, buon week end!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia

6 albicocche mature

100 gr di cioccolato fondente

2 cucchiai di zucchero di canna

1 cucchiaio di granella di pistacchi 

1 Accendete il forno a 180 gradi, mentre si scalda srotolate la pasta sfoglia.

2 Lavate e tagliate a pezzetti le albicocche, mettetele in una ciotola.

3 Unite lo zucchero, i pistacchi e il cioccolato (a scaglie, tritato, a quadretti, in gocce ecc…), amalgamate bene gli ingredienti.

4 Versate la farcitura sulla pasta sfoglia, distribuitela in modo uniforme in verticale lasciando liberi i bordi, diversi cm, richiudete la pasta su stessa al centro e sui lati piccoli, se volete spennellate di latte e zucchero, infornate per circa 35 minuti, dovrà risultare dorato.

 

 

 

 

 

 

 

 

DOLCI

Gelato yogurt banane e cioccolato

La bellezza delle ricette semplici, semplici  è dire poco, pochi passaggi ed è pronto per rinfrescarsi.

Una piacevole scoperta, non avevo mai preparato un gelato in questo modo e udite udite, questa è la prima ricetta su 860 presenti con le banane. Mistero, mi piacciono molto e le mangio spesso, eppure non ho mai pubblicato ricette con questo frutto.

C’ è sempre una prima volta! Ora ho già in mente possibili varianti da proporvi, variando la frutta naturalmente ma non solo, direi che spezie, frutta secca, aromi vari si prestano a creare infinite combinazioni.

Siamo ufficialmente in estate, il caldo impazza, oggi un pochino meno, per cui gelati, granite, sorbetti, semi freddi a gogo. Quest’anno magari provo a fare dei semi freddi, non ne ho mai preparati in vita mia, e credo pure di averne mangiati pochi, se avete ricette invitanti, fatevi avanti!

Ingredienti:

2 banane (circa 300 gr)

2 cucchiai di miele

30 gr di cacao amaro

125 gr di yogurt greco

 

1 Sbucciate le banane, tagliatele a rondelle, mettetele in surgelatore per 4 h.

2 Dopo le 4 h frullatele con il miele, il cacao e lo yogurt, dovrete ottenere un composto omogeneo.

3 Potete gustarlo subito e riporlo un paio d’ora in surgelatore se lo preferite più denso.