Browsing Tag:

Frutta

DOLCI

Plumcake all’arancia

Febbraio siamo solo a un terzo e sono sfinita.

Tutto bene ma che giornate intense, piene, arrivo a sera stravolta.

Sono sicura che sia solo un periodo, passerà per cui tengo duro.

Soprattutto penso alle cose positive e interessanti che devo fare, aiuta parecchio quando la stanchezza domina.

Passando a cose più amene, ho sempre amato il plumcake.

Il meglio per me è al cioccolato ma non disdegno altre opzioni.

Questa profumata e soffice, arricchita di ganache che potete omettere, io dovevo finire la panna in scadenza.

Vi auguro un sereno fine settimana.

 

Ingredienti:

2 uova

180 gr zucchero

150 ml succo d’arancia

90 ml olio di semi

200 gr farina

60 gr fecola di patate

1 bustina di lievito per dolci

1 Montate le uova con lo zucchero fino  a ottenere un composto chiaro e spumoso.

2 Unite l’olio di semi e il succo di arancia, mescolate.

3 Setacciata la farina, il lievito e la fecola, uniteli poco alla volta delicatamente.

4 Imburrate uno stampo, io silicone, distribuite il composto, cuocete in forno caldo a 180 gr per 40 minuti. Sfornate, lasciate raffreddare.

Antipasti/ contorni/ frutta secca/ verdure

Insalata di indivia pere parmigiano senape

Idea molto semplice ma gustosa, specie se come me l’indivia non vi entusiasma.

Sono sempre a caccia di ricette per mangiare una maggiore varietà di verdure possibili.

Molte non mi entusiasmano da sole, devo trovare il giusto abbinamento per mangiarle.

Vedi cavolfiore, indivia, cavolo, verza ecc…

Da sole giammai, non ce la faccio, hanno un sapore che non mi piace.

Questa insalata con il dolce della senape al miele, il croccante delle noci, il sapido del parmigiano, la delicatezza delle pere l’ho amata.

Gennaio è stato un mese ricco, un po’ faticoso, un po’ in attesa per via di una questione lavorativa andata a buon fine.

Febbraio si cambia marcia, come orari, ritmi, ambiente e prassi lavorative ma non solo.

Sistemata la questione lavoro (aspettavo da giugno) ci sono due tre cose su cui voglio concentrarmi.

Mi sembrano tante e conoscendomi non riuscirò a fare tutto bene ma iniziamo.

E’ un periodo in cui ho tante idee e progetti che vorrei realizzare, speriamo di farcela!

Buona giornata.

 

Per 4 persone:

4 cespi di indivia belga

2 pere mature

100 gr di parmigiano (pezzo non grattugiato)

70 gr di noci

4 cucchiai di senape (io al miele della Maille)

3 cucchiai di olio evo

sale e pepe

1 Lavate l’indivia tagliatela a listarelle in verticale, disponetela direttamente in 4 piatti.

2 Con una mandolina create le scaglie di parmigiano disponendole su ogni piatto.

3 Stessa cosa per le noci tritate grossolanamente.

4 Tagliate le pere a metà, tagliatele a metà nel senso verticale, disponetele su ogni piatto.

5 Mescolate in un bicchiere/ciotola la senape con l’olio, distribuite su ogni piatto, regolate di sale e pepe.

Primi

Paccheri porri e mirtilli

Mi hanno regalato una serie di paccheri aromatizzati, mango, zucca, frutti di bosco, bergamotto.

Onestamente questi utilizzati ai frutti di bosco non sanno di nulla se non di pasta.

Sicuro il colore fa molto per l’estetica del piatto, sapore non pervenuto.

Ho tentato questo abbinamento e mi è piaciuto moltissimo, lo rifarò.

Settimana nuova, la scorsa intensa, emotivamente e fisicamente.

Un bel cambiamento lavorativo atteso da tempo mi ha reso felice, entusiasta, anche un po’ sfinita dall’attesa.

Era da giugno che ci speravo e finalmente ce l’ho fatta, non grazie a me.

Nuovo inizio che casca bene con l’inizio dell’anno, tante idee su cui concentrarsi, due o tre in particolare.

Ne ho proprio voglia e ho già cominciato a muovermi.

Che bello quando la testa è in fermento!

Buona settimana!

 

Ingredienti per due persone:

2 porri grandi

130 gr mirtilli

100 ml panna fresca

7-8 noci

200 gr paccheri.

olio evo

sale e pepe

1 Versate in una padella antiaderente due cucchiai di olio, mentre si scalda affettate a rondelle i porri puliti.

2 Aggiungete i porri, regolate di sale, mescolate, dopo cinque minuti unite mezzo bicchiere d’acqua, coprite e cuocete per 15 minuti.

3 Mettete a bollire l’acqua per la pasta, nel mentre unite i mirtilli e la panna ai porri, mescolate e lasciate insaporire 10 minuti.

4 Scolate la pasta conditela, mettetela nei piatti aggiungendo le noci sbriciolate grossolanamente.

Creme

Pesto di avocado

Idea regalo per tutti, vegetariani, vegani, semplicissimo da realizzare.

Come utilizzarlo? Per condire la pasta, orzo, cous cous ecc….per l’avocado toast, bruschette, con le classiche nachos simil guacamole.

Potete utilizzarlo per farcire dei panni, piadine, in aggiunta a un’insalata, nel burrito, direi che sono molteplici le opzioni.

A me piace molto, lo trovo versatile e ottimo da tenere in casa, unica condizione (ovvia direi) avocado ben maturo.

Oggi a Milano è festa, il patrono, un sogno essere a casa, settimana molto ricca in città.

Due grosse fiere dell’artigiano, mercatini natalizi, prima della Scala, accensione dell’albero in piazza Duomo, insomma piatto ricco mi ci ficco.

Buon ponte a tutti, godetevi questi giorni di festa!

 

Ingredienti:

2 avocado maturi

3 pomodori secchi

succo mezzo limone

mezzo spicchio di aglio

un cucchiaio di noci

1 cucchiaio di olio evo

sale e pepe

1 Sbucciate gli avocado e metteteli nel mixer a pezzetti.

2 Tagliate grossolanamente i pomodori secchi metteteli nel mixer con l’aglio, le noci, il succo di limone, sale e pepe frullate fino a ottenere una crema omogenea.

 

Primi

Risotto radicchio pere e noci

Questo sabato non lavoro, un sogno!

Mi sono abituata a lavorare tutti i sabati per cui ormai lo faccio in automatico senza pensarci o fare programmi particolari, il week end dura un attimo.

Quando non lavoro però grande festa, mi sembra di avere molto tempo per me e fare mille cose, sembra perchè di fatto poi passa in fretta.

Oggi voglio godermi Book City un evento a Milano in cui per una settimana si celebrano i libri in tutte le forme e salse possibili.

Incontri, convegni, presentazioni di libri, autori, case editrici, laboratori, eventi ecc….oggi mi sono preparata un micro calendario di incontri da seguire.

Giornata ricca per cui vi lascio al volo la ricetta di questo risotto, piatto che amo ma che mangio poco.

 

Ingredienti per due persone:

140 gr riso carnaroli

1 pera non troppo grande matura

1 cespo di radicchio rosso

1 cucchiaio di noci

dado vegetale o sedano carote cipolle per il brodo

2  cucchiai di parmigiano grattugiato

olio evo

una noce di burro

sale e pepe

1 Preparate il brodo o con il dado o con le verdure, portatelo a bollore e abbassate la fiamma al minimo.

2 Nel mentre in una casseruola a sponde alte, mettete l’olio, dopo qualche istante il radicchio tagliato a listarelle grossolanamente, mescolate e fate cuocere a fiamma media per cinque minuti.

3 Aggiungete il riso, lasciate tostare qualche minuto, unite poi un paio di mestoli di brodo, sale e pepe, mescolate, fate cuocere per circa 18/20 minuti a fiamma media, mescolando di tanto in tanto, attenti a non farlo attaccare. Se necessario unite poco brodo alla volta.

4 A pochi minuti dalla fine unite la pera a pezzetti, mescolate bene, una volta pronto spegnete unite il parmigiano e la noce di burro per mantecare, in ultimo unite le noci spezzettate per decorare.

DOLCI

Crepes alle castagne

Oggi di corsa, settimana molto piena con un numero di ore lavorative aggiuntive.

Mi tengo le parole per giovedì giornata importante per questo blog, chi mi segue da tempo potrebbe anche capire di cosa si tratta.

Per giovedì parole e ricetta sontuosa come merita la giornata.

Oggi vi lascio questa idea per la colazione, la merenda o anche da farcire con ingredienti salati, non è particolarmente dolce.

Buona giornata.

 

Ingredienti per otto crepes:

125 gr farina castagne

250 ml latte (io vegetale)

20 gr olio di cocco

20 gr zucchero di canna

1 uovo + 1 tuorlo

burro per padella

 

1 Sbatte le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso e chiaro.

2 In una ciotola disponete la farina, unite il latte e l’olio di cocco, mescolate bene.

3 Unite il composto di zucchero e uova, amalgamate con una frusta.

4 Ungete bene una padella antiaderente con burro o olio, fate scaldare due tre minuti, versate mezzo mestolo di composto, fate roteare velocemente il composto in modo tale da coprire bene la suerficie dalla padella.

5 Fate cuocere per qualche minuto, al centro dovranno comparire bollicine, i bordi staccateli delicatamente con una spatola, giratela solo se si stacca bene, due minuti per l’altro lato. Proseguite ugualmente fino a terminare la pastella.

Farcitele come preferite con panna, crema al cioccolato, marmellata, crema di marroni ecc…

 

contorni/ verdure

Insalata di mele, uva, noci, cialde di parmigiano

Insalata d’autunno, semplice quanto buonissima. Le cialde la vera chicca per me che amo alla follia il parmigiano.

Benvenuto novembre, il mese che prepara al Natale, festa che da sempre amo molto.

Ammetto che ci sto già pensando, mi è sempre piaciuto il Natale pertanto pensare a regali, addobbi, piatti mi è sempre venuto naturale.

A volte mi dicono pensi già al Natale? Non lo vivo come un impegno, un carico di incombenze in più, fare regali mi è sempre piaciuto e mi viene facile.

Idem cucinare, decorare, impacchettare, è una gioia, una magia non un pensiero.

Quindi si ci penso ben prima che inizi il periodo.

Metà dei regali di Natale li ho già pensati o comprati….vedo le vostre facce….ah ah ah.

Novembre spero tu sia un mese tranquillo, ottobre è stato movimentato, caotico, intenso.

 

Ingredienti, non ci sono dosi esatte, mettete l’insalata che volete, quante fette di mele o chicchi d’uva vi piacciono, idem le noci, olio e balsamico.

Per fare le cialde di parmigiano, prendete una padella antiaderente, con un cucchiaino ben separati formate dei cerchi compatti, accendete il fuoco fiamma media, l’acqua del parmigiano inizierà a evaporare creando la cialde, fatela formare fra i 3 e i 4 minuti poi con una spatola provate a girarle.

Se si staccano bene giratele, altrimenti aspettate ancora un attimo, cuocete un paio di minuti anche dall’atro lato, devono essere dorati, attenzione a non bruciarle, spegnete e lasciate riposare qualche minuto prima di utilizzarle.

Antipasti/ frutta secca

Crostini cachi gorgonzola noci e miele

Chi mi conosce bene penserà perchè questa ricetta?

Effettivamente tutti questi ingredienti non sono fra i miei preferiti, i cachi credo di averli mangiati due volte in vita mia senza soddisfazione, il gorgonzola lo tollero ma solo se in contrasto con altri ingredienti, come in questo caso.

Le noci mi piacciono ma fra la frutta secca sono quelle che lascio per ultime, il miele troppo dolce, lo uso pochissimo, mangiarne un cucchiaino impensabile.

Eppure tutti insieme questi ingredienti sono buoni, i contrasti dolce, salato, amarognolo, croccante, cremoso si sposano benissimo.

Diciamo che mi piace sperimentare, non ero assolutamente certa del risultato e infatti anche le foto le ho fatte al volo, è piacevole restare positivamente stupiti.

Lunedì in salita, dormito poco e settimana piena, compresi molteplici pensieri che mi frullano in testa.

Buona settimana.

 

Ingredienti per 6 crostini:

6 fette di pane, quello che prerite

2 cucchiai di gorgonzola

1 caco 

una decina di noci

miele 

 

1 Accendete il forno a 200 gradi, disponete su una teglia da forno coperta di carta forno il pane.

2 Sbucciate il caco e tagliatelo a fette mediamente sottili, disponetene circa tre per fetta di pane (valutate voi in base alla grandezza delle fette di pane, le mie erano piccole).

3 Disponete ciuffi di gorgonzola sparsi qua e là sul pane, le noci spezzettate grossolanamente, alla fine con una forchetta spargete “fili” di miele a caso sulle fette.

4 Infornate per sette otto minuti, mangiate subito.

Creme/ DOLCI

Crostata con crema al sidro di mele

La crema al sidro di mele è stata una scoperta di qualche anno fa mai più lasciata.

Ammetto che non sono fra coloro per cui la torta di mele è il massimo, solitamente è un genere di torta adorata che molti descrivono come confortevole che profuma di casa, di infanzia ecc…

A me non entusiasma, ne esistono tanti generi e alcuni sono ottimi ma rispetto a moltissime altre torte per me vale poco, poi se si parla di conforto il cioccolato vince sempre.

Al sidro è un’altra cosa, ricorda le mele ma il sapore è diverso, se lo avete bevuto forse potete immaginare, in formato crema decisamente più godurioso.

A casa mia è andata a ruba, soprattutto mio papà il più goloso in assoluto l’ha molto gradita.

Se volete cambiare un po’, assaggiare qualcosa di diverso è la torta che fa per voi.

 

Ingredienti per uno stampo da 20 cm:

220 gr farina 00

80 gr zucchero

1 uovo+ 1 tuorlo

125 gr burro

per la crema:

4 uova

200 gr zucchero

120 gr burro

100 ml sidro di mele

1 mela per decorare

 

1 Preparate la frolla lavorando rapidamente insieme tutti gli ingredienti, a mano o in planetaria, importante che non restino tracce bianche di burro, formate un panetto rettangolare, riponete mezzora in frigorifero.

2 Per preparare la crema mettete tutti gli ingredienti insieme in una casseruola a sponde alta, fiamma media, mescolate sempre fino a che la crema non si addensa, trasferite in una ciotola e lasciate raffreddare del tutto, se la preparate la sera prima anche meglio.

3 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda imburrate uno stampo a cerniera, di silicone o quello che preferite, stendete la frolla direttamente con le mani o con il mattarello, pareggiate bene i bordi, versate la crema, livellate la superficie.

4 Sbucciate una mela, privatela del torsolo e tagliate a fette, disponetele a raggi partendo dall’esterno, infornate per circa mezzora, i bordi dovranno risultare dorati, lasciate raffreddare del tutto prima di gustarla.

Creme/ DOLCI

Crostatine curd di prugne e ganache

Ecco il dolcetto immancabile per il week end.

Goloso, sfizioso, piccolo (cioè sembra di mangiarne poco e si prende il bis…), cioccolatoso ma con la frutta che anche se non è vero induce a pensare che ci sia anche leggerezza.

Chi mi segue da anni sa che amo i curd di frutta, qua ne trovati tanti, il più celeberrimo al limone, all’arancia, alle fragole, uva spina, sidro di mele, nespolo, pesche, si può fare praticamente con ogni frutto.

Siamo arrivati in un battito di ciglia a settembre, devo dire non senza fatica, sono giornate intense ricche di pensieri da dipanare e qualche dubbio.

Anche se oggi lavoro cerco di godermi i piccoli istanti, una colazione con un’amica – oggi festeggiamo 30 anni di amicizia -, un libro che mi sta piacendo tantissimo, una luce che amo intervallata dalle nuvole, dormire ascoltando la pioggia, una pizza con amici.

Le gioie semplici, sempre le migliori.

Buon week end.

 

Ingredienti per 6 tortine:

per la frolla:

220 gr farina 

20 gr cacao amaro

125 gr burro freddo a pezzetti

1 uovo + 1 tuorlo

80 gr zucchero

per il curd:

8 prugne

200 gr zucchero

125 gr burro

4 uova 

per la ganache:

150 gr cioccolato fondente (72%)

100 ml panna fresca

 

1 Preparate anche il giorno prima (meglio) il curd sbucciando le prugne, eliminate il nocciole e tagliatele a pezzetti grossolani in una casseruola a sponde alte.

2 Unite lo zucchero, accendete il fuoco fiamma medio, portate a bollore, togliete un attimo dal fuoco per frullarle con il mini pimer, rimettete sul fuoco unite il burro a pezzetti, fate fondere del tutto poi togliendo dal fuoco unite rapidamente un uovo alla volta (se siete lenti si cuoce), amalgamate bene, rimettete a cuocere fino a che non si addensa, devono comparire le bolle, lasciate raffreddare del tutto in una ciotola.

3 Preparate la frolla lavorando insieme la farina e il cacao setacciati, lo zucchero, il burro, le uova, formate rapidamente a mano o con la planetaria un panetto compatto ed omogeneo, senza tracce di burro, riponete  mezzora in frigo.

4 Accendete il forno a 180 gradi mentre si scalda stendete anche con le mani la frolla negli stampini, io di silicone quindi senza imburrare, compattate bene i bordi, distribuite due cucchiai di curd per stampini, distribuite con un cucchiaio, cuocete per 30 minuti, spegnete e lasciate raffreddare del tutto.

5 Preparate la ganache sciogliendo a bagnomaria il cioccolato, quando è fuso unite la panna mescolate fino ad amalgamarla del tutto e ottenere una crema lucida.

6 Distribuite la ganache negli stampi, circa 2 cucchiai per stampino, lasciate rapprendere o in frigorifero per mezzora a temperatura ambiente per un’ora, decorate come volete con frutta fresca, secca, praline, meringhe ecc…