Browsing Tag:

Frutta secca

DOLCI/ frutta secca

Torta nespole nocciole e amaretti

Dolce eccellente, chi si loda si imbroda ma quando va detto si fa.

A me era piaciuta ma nella norma, buona ma non divina, a casa mia è andata a ruba, pure mio cognato sempre critico, l’ha apprezzata.

Perfetta a colazione, per merenda, da portarsi al lavoro o in viaggio, la fetta rimane  compatta per chi teme si sbricioli.

Credo che le nespole siano sottovalutate, un frutto sempre poco conosciuto, poco utilizzato in cucina, sicuramente anche perchè non sono presente per molto tempo, a me piacciono parecchio e trovo siano ottime anche in ricette salate.

L’ho già detto, questa primavera mi sta uccidendo, ho un sonno enorme sempre anche quando dormo bene e una quantità di ore sufficienti, mi sento stanca, datemi un divano e mi farete felice, portare a casa la giornata è davvero faticoso.

 

Ingredienti:

500 gr nespole

130 gr amaretti

50 gr di nocciole tritate finemente

150 gr farina 00

4 uova

220 gr zucchero

120 gr burro

1 bustina di lievito per dolci

1 Sbucciate le nespole, eliminate il nocciolo e tagliatele a pezzetti.

2 In una ciotola radunate la farina, il lievito, le nocciole tritate, mescolate.

3 Tritate finemente gli amaretti, due cucchiai utilizzateli per ricoprire uno stampo a cerniera imburrato, il resto unitelo agli ingredienti secchi.

4 Dividete i tuorli dagli albumi, montate a crema i tuorli con lo zucchero.

5 Unite la crema di tuorli agli ingredienti secchi, unite il burro fuso non caldo, amalgamate bene, l’impasto sarà compatto.

6 Unite le nespole, amalgamate, montate gli albumi e uniteli delicatamente al composto, utilizzate una spatola.

7 Distribuite l’impasto nello stampo, livellate la superficie, infornate in forno caldo a 180 per 50 minuti, sfornate, lasciate raffreddare, se volete spolverate di zucchero a velo.

Dal mondo/ DOLCI/ frutta secca/ verdure

Plumcake carote viola e nocciole

Quando trovo le carote viola le prendo sempre, adoro il loro colore (vedi post precedente con gli gnocchi di barbabietola, cioè rosa).

Mi sarebbe piaciuto un colore più acceso ma avendo usato zucchero di canna e nocciole temo il colore si sia smorzato, amen.

La piacevole sorpresa di questo plumcake è che molto soffice, la fetta si scioglie in bocca, è bello umido.

Sicuro avete assaggiato quei plumcake super compatti, asciutti, con la fetta che quasi la devi tagliare con il coltello, ecco questo è il contrario.

Non lo dico da tanto per cui concedetemelo, il plumcake è fra i miei dolci preferiti, così come i muffin, il brownie, i biscotti, sono donna amante dei dolci da credenza se non fosse chiaro.

Non che di fronte a una millefoglie mi tiri indietro ma preferisco i dolci senza creme, fra un plumcake e una panna cotta, il primo tutto la vita.

Buon week end.

 

Ingredienti:

200 gr carote viola

100 gr zucchero di canna

100 gr nocciole

200 gr farina

una bustina di lievito

un pizzico di sale

un cucchiaino di cannella

noce moscata a piacere

280 ml latte, classico o di mandorle, soia, riso ecc..

80 ml olio di semi

 

1 Tritate finemente le nocciole.

2 In una ciotola radunata la farina e il lievito setacciati, lo zucchero, il pizzico di sale e le nocciole e le spezie mescolate bene.

3 Lavate, sbucciate e tritate abbastanza finemente le carote, unitele al composto e amalgamate.

4 Unite l’olio e il latte, mescolate molto bene fino a ottenere un composto omogeneo.

5 Accendete il forno a 175 gradi, mentre si scalda imburrate uno stampo da plumcake o usatelo di silicone senza imburrare, versate il composto in modo uniforme. Infornate per 40-45 minuti, lasciate raffreddare del tutto prima di toglierlo dallo stampo.

 

DOLCI/ frutta secca

Mattonella fudge cioccolato e frutta secca

E’ un periodo molto intenso e non semplice, soprattutto sono molto stanca, per questo motivo sto pubblicando meno, mi manca il tempo e più spesso le energie per cucinare.

Entro una settimana dovrei aver sistemato un po’ di cose e tornare alla normalità, conto di rimettermi ai fornelli e sperimentare le mille mila ricette che mi aspettano.

Dolcetto senza cottura e da milioni di calorie per il week end.

Molto semplice, a prova anche di poco avvezzi, imbranati, di chi ha poco tempo, una pentola e uno stampo ed è fatta. 

Inutile dire che crea dipendenza ma per fortuna dura parecchio, si conserva bene in frigo per cui potreste dosarlo tipo un cioccolatino al giorno.

Vi auguro un buon fine settimana all’insegna del relax, della natura, delle sane letture, passeggiate, mangiate, circondati di amici, famiglia o in serena solitudine.

 

Ingredienti:

125 gr creime fraiche

400 gr cioccolato fondente o mix con latte

50 gr burro

400 ml latte condensato

250 gr frutta secca mix

 

1 In una casseruola a sponde alte sciogliete a fuoco medio il burro con il latte condensato, scaldatelo bene, quando cominciano a comparire le bollicine (non deve bollire), unite il cioccolato a pezzetti.

2 Fate fondere  bene il cioccolato mescolando.

3 Una volta fuso unite la creime freiche e mescolate bene.

4 Unite trequarti della frutta secca tritata grossolanamente, mescolate. tenete da parte l’altra metà.

5 Trasferite in uno stampo e mettete in frigorifero almeno 4 ore.

6 Sformate delicatamente e unite la frutta restante.

Creme/ DOLCI

Biscotti alle nocciole e speculoos

Ci siamo, ultimi pacchetti, ultime file nei negozi per gli ingredienti necessari, saluti fra colleghi (ma io domani lavoro), cene, aperitivi, merende agli sgoccioli, ritardatari in ansia, bimbi in attesa, Babbo Natale che sta scaldando i motori e rifocillando le renne.

In un battito di ciglia siamo arrivati a questo Natale 2022, io me lo sono goduto queste mese, non ho fatto niente di particolare da renderlo straordinario ma ho assaporato la magia del Natale a Firenze, Siena e Bologna.

Visto film natalizi con le candele intorno a illuminare le serate, sfornato biscotti a gogo, visto qualche amico che vedo poco, acquistato per tempo e con calma i regali, pensato alle due tre pietanze che devo portare dai miei.

Ho acceso le lucine per guardarle, rimarrei incantata per ore a vedere i giochi di luce che creano, mi sono fatta qualche regalino, letto dei bei libri avvolta nella coperta sul divano, goduta colazioni lente.

Spero sia stato così anche per voi, ognuno con i suoi desideri, aspettative, tempi, ritmi.

BUON NATALE!

 

Ingredienti:

50 gr di nocciole tritate fine ( o farina di nocciole)

300 gr farina

180 gr burro

1 uovo

125 gr zucchero di canna (o normale o a velo, come preferite)

pizzico di sale

25 ml panna fresca

50 gr crema speculoos

 

1 Mescolate in una ciotola la farina setacciata, le nocciole tritate, lo zucchero e il pizzico di sale.

2 Unite il burro e l’uovo cominciate a impastare fino a ottenere una pasta compatta, omogenea, formate un panetto rettangolare, avvolgete nella pellicola, fate riposare un’ora in frigorifero.

3 Riprendete l’impasto, dividetelo a metà per comodità, su un piano infarinato stendete la pasta con il mattarello, altezza 5 mm, formate con uno stampo un cuore, va bene anche una stella, un alberello, una casetta ecc…l’importante è che sia sufficiente spazio per formare il buco piccolo con un coppapasta piccolino. Dovete creare un numero pari di biscotti, senza buco e con buco per poterli abbinare, procedete uguale fino a terminare la pasta.

4 Cuocete in forno caldo a 180 gradi distribuendoli distanziati su una teglia coperta con carta forno per 14-15 minuti, non di più.

5 Una volta freddi, amalgamate insieme la panna e la crema di speculoos, se volete anche con le fruste elettriche, distribuite un cucchiaino raso sul biscotto intero, adagiatevi sopra quello con il buco, premete leggermente affinchè aderisca, proseguite fino a finire i biscotti.

DOLCI/ frutta secca

Barretta al burro di arachidi e farro soffiato

Eccoci entrati nel mese più calorico dell’anno, quello in cui trionfano pandori, panettoni, torroni, frutta secca, in cui la casa profuma di burro e cannella, chiodi di garofano, noce moscata.

Quello in cui ogni scusa è buona per un brindisi con i colleghi, una merenda con le amiche, una cioccolata calda con tanta panna per augurarsi buon natale, torroncini e cioccolati vari che girano durante la tombola.

E anche il salato non è da meno, aperitivi con trionfo di salumi, formaggi, miele e composte, chili e chili di pasta fresca che un esercito di nonne e mamme italiane (e qualche uomo) si accingono a preparare, grandi piatti della tradizione pronti per essere sfornati.

In questo tripudio culinario come ormai da qualche anno durante questo mese non proporrò ricette ma solo idee regalo culinarie, il pensierino per colleghi, amici, vicini di casa, conoscenti ecc…

Trovate già un’ampia varietà di ricette per questa occasione, dalle creme dolci e salate agli immancabili biscotti, gelatine, sali aromatizzati, pop corn caramellati, salsa bbq, cioccolatini e tanto altro!

Siete pronti? Io no …ah ah ah  ma partiamo, oggi ricetta facile, serve solo una ciotola e dieci minuti, più semplice di così….

 

Ingredienti per una decina di barrette:

150 gr burro di arachidi

80 gr cioccolato fondente

70 gr miele

80 gr farro soffiato (di Azienda Agricola Dolci Giuseppina)

50 ml latte vegetale o classico

granella di nocciole

 

1 In una ciotola radunate il burro di arachidi, il miele e il farro soffiato, mescolate bene fino a ottenere un composto omogeneo. Ricoprite una piccola pirofila rettangolare con carta forno, distribuite il composto, livellate la superficie e riponete in frigorifero per mezzora.

2 Scaldate il latte, non deve bollire, aggiungete il cioccolato tagliato a pezzetti grossolani, mescolate fino a ottenere una crema liscia e omogenea.

3 Estraete dal forno la pirofila, versatevi la crema, distribuitela sull’intera superficie, ricoprite con la granella, rimettete in frigorifero una ventina di minuti dopo tagliate e rettangoli di circa 5-6 cm. Conservate in frigorifero.

DOLCI/ frutta secca

Cheesecake arachidi e noci

QUESTA E’ LA RICETTA NUMERO 1000!!!!!

Sarò di poche parole perchè anche se lo sapevo dire mille, ripeterlo nella mia testa è pazzesco.

Fatico a crederci, mille ricette sono tantissime e le ho fatte tutte io! Assurdo.

Mi ricompongo e la prossima volta esprimo qualche pensiero di senso!

Ingredienti:

400 gr formaggio bianco spalmabile

100 gr zucchero

200 gr yogurt greco

40 gr panna fresca

120 gr biscotti secchi

100 gr noci sgusciate

30 gr arachidi

75 gr burro fuso più un po’ per imburrare

25 gr farina

due uova
 
due tuorli
 

1 Tritate grossolanamente i biscotti, le arachidi e  40 gr di noci, amalgamate tutto con il burro fuso e distribuite il composto nell’anello: premete bene per compattarlo e creare una base omogenea. Fate raffreddare in frigo per 20 minuti.

2 Mescolate intanto in una grande ciotola il formaggio bianco spalmabile con lo yogurt e 40 g di panna.

3 Montate a lungo le uova e i tuorli con 100 g di zucchero, finché non otterrete un composto soffice, voluminoso e chiaro. Incorporatevi la farina e unite questa spuma al composto di formaggio usando una spatola (le fruste non sono adatte).

4 Versate nello stampo  con i biscotti e infornate a 200 °C; dopo 10 minuti abbassate la temperatura a 120 °C, aprite lo sportello per 1 minuto, quindi richiudetelo e cuocete ancora per 1 ora. Spegnete e lasciate raffreddare la cheesecake nel forno.

Io l’ho decorata con una crema ganache, l’avanzo di noci e delle arachidi ricoperte di cioccolato che avevo, potete lasciarla così o servirla con frutta, caramello salato, frutti di bosco, semplice zucchero a velo.

 

 
Pesce/ Primi/ verdure

Spaghettoni cavolfiore pane uvetta e pinoli

Questa pasta è una bomba!

E lo dice una che il cavolfiore lo mangia giusto per variare le verdure (quelle estive mi piacciono tanto tutte, quelle invernali ne adoro poche per cui cerco di variare in qualche modo) e odia  a morte le uvette (non mangio il panettone per capirci).

L’insieme degli ingredienti si sposa benissimo, il croccante del pane, il sapido delle acciughe con il dolce dell’uvetta, il profumo del pinolo tostato, il cavolfiore che ingentilisce con tutti gli altri ingredienti (puzza pure meno).

Ve la consiglio, anche per cambiare un po’, io stessa tendo a mangiare quasi sempre la pasta condita allo stesso modo, al pesto, con la zucca, la mia amata aglio olio peperoncino acciughe e broccoli, al pomodoro e poco altro.

Un mese esatto a Natale, sto entrando nel mood, al contrario dell’anno scorso quest’anno mi sento carica, desiderosa di sfornare i miei soliti milioni di biscotti, fare l’albero, addobbare casa, pensare ai regali (più o meno già fatto), profumare la casa di cannella.

Buon fine settimana.

 

Ingredienti per due persone:

180 gr spaghettoni (o altra pasta)

mezzo cavolfiore medio

5-6 filetti di acciughe

1 cucchiaio di uvette

1 cucchiaio di pinoli

60 gr di pangrattato

olio evo 

peperoncino

1 spicchio di aglio

sale

1 Pulite il cavolfiore, tagliatelo a pezzetti e lessatelo, ci vorranno circa 20 minuti, se i pezzi sono grandi qualcosa di più.

2 Mettete a bollire l’acqua per gli spaghetti nel  mentre versate 3-4 cucchiai di olio in una ampia padella, aggiungete l’aglio tritato o a fettine, il peperoncino, lasciate scaldare un paio di minuti.

3 Unite il cavolfiore,  le acciughe, e le uvette, mescolate bene, lasciate insaporire a fiamma bassa.

4 A parte in un padellino ben caldo tostate i pinoli, giusto 3 – 4 minuti, aggiungeteli al cavolfiore e in quel padellino versate due cucchiai di olio e unite il pangrattato, mescolate fino a che diventa croccante e dorato, tenete da parte.

5 Scolate la pasta, versatela nella padella, fatela saltare un paio di minuti, consiglio di tenere mezzo mestolo di acqua di cottura se dovesse risultarvi asciutta, quando la pasta e il condimento saranno bene amalgamati, spegnete e unite il pane croccante, mescolate rapidamente e servite, se necessario regolate di sale.

 

Antipasti/ contorni/ verdure

Strudel mele radicchio tardivo toma e noci

Lo  strudel dolce non l’ho mai preparato, intendo quello classico con le mele, uvetta, cannella, quello trentino per capirci, mangiato si ma di strudel salati ne ho preparati a bizzeffe.

Praticamente ogni volta che ho qualche avanzo di verdura, un fondo formaggio, della frutta secca o altro mi invento qualcosa, avvolta nella pasta, che sia frolla, sfoglia, phillo, tutto è decisamente più buono.

Chiamiamola quindi ricetta svuota frigo, ricetta veloce, ricetta salva cena o come volete, tutto questo per dirvi che il mio è solo uno spunto, potete farcirlo come preferite, con quel che avete, carne, pesce, salumi, formaggi, frutta secca, frutta fresca, verdure, olive, capperi, erbe aromatiche, uova sode ecc…

Venerdì sera e come sempre – purtroppo – io sono stravolta, è un periodo felice ma molto intenso, non mi lamento, va benissimo così anche se ammetto che potessi dormire tre giorni di seguito ne sarei felice.

Buon fine settimana.

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta brisee’

1 cespo di radicchio tardivo

70 gr di toma

40 gr noci

2 mele

sale

semi di sesamo

olio

 

1 Cuocete il radicchio tagliato a listarelle grossolanamente, in padella o al vapore, lasciate intiepidire e strizzate bene.

2 Tagliate la toma a pezzetti, sbucciate la mele, eliminate il torsolo e tagliate a pezzetti o fettine.

3 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda foderate una teglia di carta forno, adagiatevi la pasta brisèè, distribuite sopra nel verso verticale il radicchio, le mele, le noci intere o sbriciolate e la toma, dovete formare una specie di salsicciotto lasciando scoperti i bordi, regolate di sale.

4 Chiudete bene i bordi sigillandoli, con un pennello (o con le dita se non avete il pennello) ungete di olio, aggiungete i semi di sesamo, infornate per circa 30 minuti, la superficie dovrà essere dorata, sfornate e lasciate riposare prima di servire.

DOLCI/ frutta secca

Strudel prugne cioccolato nocciole

Finalmente autunno, ti aspettavo con ansia e trepidazione, non amo l’estate mentre amo le altre stagioni, adoro quando inizia a esserci l’aria frizzantina, la prima copertina sul divano, la prima tazza di te’ caldo, rimettere le calze, sentire il desiderio di un piatto caldo, confortevole.

Inoltre con fine settembre rinasco, la voglia di fare, le energie, idee, progetti si affacciano per prendere piede con entusiasmo, desiderio, curiosità, non saprei descrivere la sensazione ma colgo perfettamente il momento in cui il mio stato d’animo cambia e divento più propositiva, energica, determinata.

Pertanto benvenuto autunno, settembre sta volgendo rapidamente al termine, è stato tanto ricco, pieno, saziante, quanto ancora lo sarà essendo i prossimi giorni ricchi di impegni, trasferte, amici da abbracciare, luoghi da visitare.

Tutta questa energia nasce anche da colazioni degne di questo nome, da non concedersi sempre ma ogni tanto uno strudel o torta, brioche, muffin ecc….sono l’ideale per affrontare le giornate che nel mio caso sono lunghe, intense, molto stancanti.

Uno strudel semplicissimo, la pasta potete comprare una sfoglia o brisee’ o farla voi, farcitura a piacere, potresti aggiungere amaretti, altra frutta secca, altra frutta, miele o zucchero, biscotti tritati, spezie come cannella, noce moscata, cardamomo, ecc…..Buon fine settimana!

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta brisee’

6-7 prugne

100 gr di cioccolato fondente

60 gr di nocciole

zucchero-miele facoltativi

 

 

1 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda srotolate la pasta brisee’.

2 Lavate le prugne, tagliatele a pezzetti grossolani eliminando il nocciolo.

3 Tritate il cioccolato grossolanamente o utilizzate gocce, pepite già pronte.

4 Tritate grossolanamente le nocciole.

5 Stendete la pasta direttamente sulla teglia con sotto la carta forno, disponete gli ingredienti alternandoli nel senso verticale rispetto a voi, compattateli e ripiegate i bordi su stessi premendo bene per sigillarli.

6 Infornate per 30-35 minuti, deve risultare dorato, sfornate e servite tiepido o a temperatura ambiente.

Creme/ DOLCI

Crostata con crema frangipane e nocciole

Un tripudio di nocciole che fra la frutta secca sono le mie preferite in assoluto.

Una torta perfetta per me che amo il contrasto fra il croccante della frolla e il cremoso della crema frangipane alle nocciole e la nocciolata, ovviamente potete utilizzare una qualsiasi crema al cioccolato spalmabile.

Una vera squisitezza, regaliamoci una bella fetta di torta in questo momento così cupo, preoccupante, difficile, credo che siano questi i momenti in cui maggiormente (sempre eh…) la bellezza delle piccole cose sia un conforto, un sollievo, un istante di leggerezza.

Una torta, una canzone che ci piace alla radio, un tramonto, un bicchiere di vino, una passeggiata, un buon libro, un film, una foto, un messaggio di un amico, basta davvero poco per regalarsi attimi di evasione, leggerezza, serenità.

Buona giornata!

 

Ingredienti:

stampo da 22-24 cm

Per la frolla:

300 g di farina

150 g di burro

150 g di zucchero

3 tuorli

1 pizzico di sale

Per il ripieno:

150 g farina di nocciole (nocciole tritate fini vanno benissimo)

150 g di burro

150 g di zucchero di canna

30 g di fecola

2 uova 

crema nocciolata Rigoni (o crema spalmabile alle nocciole)

bottoni di cioccolato facoltativi

 

1 Preparate la frolla, in una ciotola o nella planetaria mescolate il burro a pezzetti con lo zucchero, unite i tuorli, il sale e versate la farina setacciata.  Amalgamate tutti gli ingredienti,  impastate fino a formare un panetto rettangolare, avvolgetelo nella pellicola trasparente e mettetelo a riposare in frigo per mezz’ora.

2 Preparate la crema frangipane, in una ciotola mescolate la farina di nocciole, lo zucchero, le uova, il burro morbido e la fecola. Amalgamate bene fino a ottenere una crema omogenea.

3 Stendete la frolla allo spessore di mezzo centimetro e rivestite la base ed i bordi di uno stampo a cerniera, lasciatene un pò da parte per le strisce, bucherellate la base coi rebbi di una forchetta,  spalmate  la nocciolata sulla superficie.

4 Aggiungete la crema frangipane, distribuite bene.

5 Formate le strisce di frolla, larghezza 2 cm circa, se volete inserite i bottoni di cioccolato dentro i quadrati di strisce.

6 Infornate in forno caldo a 170 gradi per 45-50 minuti.