Browsing Tag:

Vegan

DOLCI

Mousse avocado e cioccolato

Era da molto tempo che volevo provarla incuriosita.

Complice la presenza in frigorifero di due avocado molto maturi, eccola.

Buona ma non per tutti secondo me, il sapore che prevale è l’avocado.

Sicuramente sana, solo due ingredienti, densa, non spumosa ovviamente mancando le uova.

Perfetta per un dolcetto al volo senza troppe pretese, dolce ma non troppo, velocissimo da fare, economica.

Voglio provare a sottoporla in famiglia ed a alcuni amici per sentire la loro opinione.

La mia versione semplice ma sul web ne trovate di più ricche con latte, uova, panna, sciroppo d’acero, zucchero ecc…

Scaglie di cioccolato sopra sono d’obbligo.

Buona giornata.

 

Ingredienti per due persone:

2 avocado maturi

100 gr cioccolato fondente

cannella

1 Sbucciate l’avocado e frullatelo molto bene.

2 Sciogliete a bagnomaria o nel microonde il cioccolato.

3 Unitelo al composto di avocado con la cannella, frullate tutto.

4 Disponete con una sach a poche in ciotoline, cocotte o altro, va bene anche un cucchiaio.

Potete decorare con scaglie di cioccolato, frutta secca, amaretti, sciroppo d’acero, topping vari.

 

 

 

Creme

Crema vegan cioccolato e nocciole

Ennesima crema al cioccolato che provo.

Devo dire che ormai da anni quando ne trovo una voglio provarla.

Mi piace scoprire come un solo ingrediente possa cambiare il risultato.

Ho provato creme al cioccolato con panna, latte, sciroppo d’agave, burro di nocciole o mandorle, frutta secca frulla o in formato farina, con miele, vari tipi di zucchero ecc…

Questa buona ma forse poco dolce o comunque migliorabile.

Se amate un leggero retrogusto amarognolo è perfetta per voi.

Crema perfetta perchè si prepara in pochi istanti, si conserva a lungo, ottima idea regalo soprattutto per vegani.

Buona sul pane, panettone, pandoro, biscotti, fette biscottate ma anche per farcire una torta.

 

Ingredienti per un barattolo:

120 gr cioccolato fondente 75%

100 gr burro di nocciole (o altra frutta secca)

3 cucchiaini di sciroppo d’acero

1 Sciogliete il cioccolato a bagnomaria in un pentolino.

2 Aggiungete il burro di nocciole e lo sciroppo d’acero, fate fondere e amalgamare bene.

3 Trasferite in un vasetto di vetro, lasciate raffreddare del tutto.

NOTE il burro di nocciole o crema di nocciole si intende solo nocciole come unico ingrediente. Trovate pronto quello di Koro o anche al supermercato ci sono alcuni marchi.

contorni/ Legumi

Chili di fagioli

Piatto ricco mi ci ficco in questo sabato grigio e piovoso.

Con questo tempaccio voglia di uscire poca, organizzate una cenetta  a casa con questa ricetta semplicissima.

Sono secoli che volevo prepararlo ma non trovavo mai contemporaneamente il mix di fagioli che volevo.

Ora eccoli, che dire? Per me da fare indigestione!

Vi auguro buon fine settimana, per me lavorando di sabato il week end quasi non esiste.

Specie se come oggi lavoro il pomeriggio, torno a casa, poche ore e sabato è finito.

Lavorando su sei giorni ho iniziato a cercare di godere maggiormente delle piccole cose in ogni momento.

Ieri pomeriggio per esempio mentre fuori diluviava mi sono goduta il pomeriggio a casa con te’, libro e biscotti.

Per chi può godetevi questi due giorni di pioggia intensa e neve per i fortunati!

 

Ingredienti per 4 persone:

2-3 scalogni

1 peperone rosso

200 gr di cannellini (i miei di Azienda Agricola Dolci Giuseppina, idem i borlotti)

200 gr borlotti

200 gr fagioli neri

200 gr fagioli rossi

500 ml passata di pomodoro

peperoncino in polvere e un peperoncino per decorare

olio evo 

sale e pepe

1 Sbucciate lo scalogno e affettatelo a rondelle.

2 Lavate il peperone, pulitelo e tagliatelo a pezzetti.

3 Prendete una casseruola a sponde alte versate due tre cucchiai di olio, fate scaldare due minuti unite lo scalogno.

4 Dopo qualche minuto unite i peperoni, mescolate e lasciate cuocere cinque minuti.

5 Unite tutti i fagioli, la passata di pomodoro, sale, peperoncino e pepe, mescolate bene, fiamma medio bassa.

6 Quando inizia a bollire abbassate la fiamma al minimo e mettete il coperchio, lasciate cuocere almeno un’oretta, per capire se è cotto assaggiate il peperone. Mescolate ogni tanto, se necessario unite acqua o brodo.

7 Servite caldo con il peperoncino affettato a rondelle.

 

Dal mondo/ Legumi/ Patate/ verdure

Zuppa di patate dolci spinaci ceci

Ho trovato questa ricetta su un libro che mi è capitato per caso fra le mani.

Si chiama Comfort un ricettario informale di Guido Tommasi che fa sempre libri pazzeschi.

Ve lo consiglio caldamente.

Ho amato subito tutti gli ingredienti e detto fatto l’ho preparata.

Per me davvero eccezionale, equilibrata, speziata il giusto, dolce/salata, profumata.

In questo periodo sono fissata con le ricette orientali, asiatiche, sto comprando ingredienti necessari per poi mettere in pratica.

Bao e dim sum sono in pole position.

Vediamo cosa riesco a combinare.

Buona giornata.

 

Ingredienti per due persone (abbondante):

mezza cipolla bionda

un pezzetto di zenzero fresco

un peperoncino fresco (dieci cm circa)

2 cucchiai di olio evo

1 cucchiaino di curry

600 gr patate dolci

200 ml latte di cocco

400 gr ceci (i miei di Azienda Agricola Dolci Giuseppina)

200 gr spinacino

brodo vegetale

sale

1 Preparate mezzo litro di brodo vegetale con sedano, carote e cipolla o dado o preparati.

2 In una casseruola a sponde alte versate l’olio, la cipolla tritata finemente, il peperoncino a rondelle, lo zenzero grattugiato, mescolate, cuocete per 5 minuti.

3 Sbucciate le patate e tagliatele a cubetti, unitele al soffritto, mescolate.

4 Unite il latte di cocco, curry e sale, mescolate e versate del brodo coprendo le patate, cuocete per 20 minuti coperto.

5 Unite i ceci, cuocete altri 15 minuti, se serve unite del brodo, deve essere una zuppa densa non asciutta e non liquida.

6 Unite gli spinacini poco alla volta facendoli appassire, spegnete, fate riposare 5 minuti e servite.

Creme

Pesto di avocado

Idea regalo per tutti, vegetariani, vegani, semplicissimo da realizzare.

Come utilizzarlo? Per condire la pasta, orzo, cous cous ecc….per l’avocado toast, bruschette, con le classiche nachos simil guacamole.

Potete utilizzarlo per farcire dei panni, piadine, in aggiunta a un’insalata, nel burrito, direi che sono molteplici le opzioni.

A me piace molto, lo trovo versatile e ottimo da tenere in casa, unica condizione (ovvia direi) avocado ben maturo.

Oggi a Milano è festa, il patrono, un sogno essere a casa, settimana molto ricca in città.

Due grosse fiere dell’artigiano, mercatini natalizi, prima della Scala, accensione dell’albero in piazza Duomo, insomma piatto ricco mi ci ficco.

Buon ponte a tutti, godetevi questi giorni di festa!

 

Ingredienti:

2 avocado maturi

3 pomodori secchi

succo mezzo limone

mezzo spicchio di aglio

un cucchiaio di noci

1 cucchiaio di olio evo

sale e pepe

1 Sbucciate gli avocado e metteteli nel mixer a pezzetti.

2 Tagliate grossolanamente i pomodori secchi metteteli nel mixer con l’aglio, le noci, il succo di limone, sale e pepe frullate fino a ottenere una crema omogenea.

 

DOLCI

Sfogliata pesche albicocche pistacchi

Mattina di agosto che sembra inizio ottobre, aria frizzantina, cielo cupo, silenzio tipico di agosto quando in giro circolano in pochi, le strade pullulano di parcheggi, molte le saracinesche abbassate e chi resta in città si gode attimi surreali per Milano.

Io lavoro poi vado via un paio di giorni, mi attende il mio posto nel cuore, a rigore se mi conoscete e leggete da tempo dovreste sapere qual è….Ponte di Legno.

Due giorni che valgono oro in questa estate lavorativa.

Visto che non ci si presenta mai a mani vuote e mio papà camperebbe di dolci, ecco l’idea lampo per un dolce di una semplicità estrema, sano che di più penso sia difficile, dieci minuti di realizzazione.

Lo porto in montagna e domani ci gustiamo una colazione vista montagne, la mia preferita da sempre.

Buon fine settimana e buone vacanze ai tanti che partono in questi giorni.

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare

5 albicocche mature

2 pesche mature

2 cucchiai di granella di pistacchi

mini meringhe (dovevo finirle, potete mettere altro tipo amaretti o frutta secca o nulla)

2 cucchiai di zucchero

1 Accendente il forno a 200 gradi mentre si scalda srotolate la sfoglia su una teglia da forno con carta forno.

2 Lavate la frutta, tagliatela a metà, eliminate i noccioli e tagliate a fettine.

3 Lasciate un paio di cm per bordo vuoti poi farcite con le vostre fettine la sfoglia, potete alternare le strisce, mettere due di albicocche e una di pesche, fare il disegno che preferite.

4 Decorate con le meringhe sparse, lo zucchero e la granella di pistacchi.

5 Infornate per circa 30 minuti, spegnete e lasciate intiepidire.

Antipasti/ colazioni salate/ Dal mondo/ Lievitati/ verdure

Cong you bing ai cipollotti

I cong you bing possono essere definiti i pancake cinesi o orientali, un impasto di sola acqua e farina con cipollotti, scalogno, cipolla e olio.

Ottima alternativa per vegani o per chi preferisce alleggerire gli impasti escludendo latte, uova, burro, oltretutto sono buonissimi. Da soli, con la salsa di soya, con una maionese o altre salse.

Io ne avrei mangiati all’infinito, me li aspettavo buoni ma non così buoni, anche se sapevo che è esattamente il genere di ricetta che io adoro.

Possono essere mangiati come sfizio con le salse ma anche come pane o focaccia con verdure, hummus, volendo anche farciti sovrapponendone due. La preparazione è semplice ma la stesura dei pancake richiede un po’ di tempo, vi assicuro che ne vale la pena.

Ho comprato un libro molto bello sui gyoza e le infinite varianti, lo sto studiando, alcuni mi sembrano di semplice realizzazione, altri….aiuto ma ci proverò.

Restate su questi schermi per conoscere gli sviluppi, buona giornata.

 

Ingredienti: 

200 gr di farina 00 (più quella che vi servirà per la spianatoia e le mani)

3/4 cipollotti freschi ( o 1 porro

1 cucchiaino raso di sale

olio evo per spennellare

120/130 ml di acqua calda

olio di semi

 

1 In una ciotola mischiate con un cucchiaio di legno la farina e il sale, aggiungere poco alla volta l’acqua calda. Impastate con le mani (infarinate) per circa 5 minuti.

2 Una volta ottenuto un panetto liscio e omogeneo spennellatelo con un po’ d’olio elasciatelo riposare per un’oretta nella ciotola con un panno umido sopra.

3 Tagliate a rondelle molto fini i cipollotti (o il porro), anche la parte verde di uno. In una padella con due cucchiai di olio cuocete per una decina di minuti le rondelle di cipollotti bianche, le verdi tenetele da parte.

4 Stendete la pasta sottile, 2-3 mm formando un grande rettangolo, spennellate di olio, distribuite i cipollotti, i cotti e la parte verde, spolverate di sale e arrotolate la pasta formando un grosso cilindro.

5 Tagliate dei mini cilindri, spessore due cm, su un piano di lavoro infarinato, stendeteli con il mattarello formando i pancake.

6 In una padella antiaderente scaldate abbondante olio di semi, cuocete i pancake pochi alla volta finche non risulteranno dorati da entrambe le parti, scolati su carta assorbente, serviteli subito o tiepidi con salsa di soia o maionese o altro.

Patate/ verdure

Vellutata di carote viola

La bellezza delle carote viola!

Non le trovo quasi mai quindi appena mi capitano sotto mano le prendo, ammetto che non è il sapore a conquistarmi, nulla di che ma il colore, quel bel viola che tinge e avvolge tutti gli altri ingredienti.

Un piatto davvero semplice, economico e salutare per festeggiare questi primi freddi, io amo il freddo e sono felice che finalmente sia arrivato il tempo di sciarpe, cappotti, tazze di te’ fumante, coperte sul divano, cappello, guance arrossate.

E ovviamente sono felice che manchi un battito di ciglia a Natale, purtroppo era caldo fino a poche settimane fa quindi stride il pensiero di cominciare tirare fuori nastri, luci, addobbi, candele ecc…

Sembra che non ci sia stato autunno o che sia trascorso in un attimo, c’è ancora un po’ di tempo ma nei mercati, negozi, centri commerciali, in qualche strada si iniziano a vedere oggetti natalizi, decorazioni, ieri ho visto che montavano le luminarie, che ci piaccia o meno ci siamo quasi.

Intanto godiamoci questo fine settimana novembrino, io come sempre ho seimila cose da fare!

 

Ingredienti:

per due persone

3 carote viola medie

1 cipolla 

2 patate medie

200 ml di panna classica o vegetale

sale pepe peperoncino

erba cipollina

semi di zucca

 

1 Sbucciate la cipolla e tagliatela grossolanamente, procedete ugualmente con le patate.

2 In una casseruola a sponde alte aggiungete le verdure, riempite con due tre dita d’acqua e cominciate a fare cuocere con coperchio, fiamma media.

3 Intanto sbucciate le carote e tagliatele a rondelle, unitele alle altre verdure, lasciate cuocere per una quarantina di minuti poi frullate  bene.

4 Unite la panna, il sale e il pepe, mescolate bene.

5 Versate nei piatti e decorate con l’erba cipollina a pezzetti, qualche seme di zucca e la panna che potete lasciar “cadere” a caso con una forchetta.

contorni/ verdure

Peperoni gratinati capperi e olive

Se mi dicessero qual è la tua verdura preferita? Componi un podio con le verdure che ami, credo che senza dubbio i peperoni sarebbero sul gradino più alto.

Da sempre, crudi, fritti, farciti, gialli, rossi, verdi, piccoli, tondi, lunghi, sottolio, gratinati, pesto, versione crema, insomma come volete, per me sono sempre il massimo, in inverno sento la loro mancanza.

Questa una ricetta totalmente nelle mie corde, amo tutti i sapori presenti, moltissimo aglio, basilico, olive ma anche capperi, pangrattato, non vi dico che porzione mi sono fatta!

Ricetta inoltre molto semplice, vero che i peperoni vanno prima arrostiti ma se lo fate in un momento morto basta metterli su una teglia in forno poi potete sbucciarli il giorno dopo e per mescolarli ai restanti ingredienti ci vogliono dieci minuti.

Con questo caldo vi consiglio di mangiarli tiepidi o a temperatura ambiente quindi di cuocerli un paio d’ore prima dei pasti, non vedo l’ora di rifarli!

 

Ingredienti:

per due persone

3 peperoni rossi grandi

1 cucchiaio di capperi

2 cucchiai di olive verdi (o quello che volete) denocciolate

1 spicchio di aglio grande

pangrattato q.b. (circa 3 cucchiai)

olio evo

sale e basilico

 

1 Lavate i peperoni, disponeteli su una teglia da forno tagliati a metà, parte esterna rivolta verso l’alto, cuocete a 200 gradi per circa 45 minuti, lasciate raffreddare totalmente poi spellateli.

2 In una ciotola riunite i peperoni freddi tagliati a listarelle grossolanamente, unite l’aglio tritato o a fettine, capperi, olive, basilico qualche foglia, sale e due cucchiai di olio, mescolate bene.

3 Accendente il forno a 200 gradi, mentre si scalda trasferite i peperoni in una teglia da forno, pirofila o quello che preferite, distribuite il pangrattato in modo uniforme, cuocete per 30 minuti. Mangiate tiepidi o a temperatura ambiente. Decorate con basilico fresco.

Antipasti/ contorni/ Legumi/ verdure

Farinata con fiori di zucca e cipollotti

Altra idea semplicissima, piatto molto noto la farinata, arricchito con fiori di zucca e cipollotti giusto per cambiare un po’, sul web vedo che è molto in voga la versione con le zucchine, penso che si possano aggiungere anche fagiolini, cipolle, porri, scalogno, ecc…

A me la farinata piace molto, la preparo spesso, è molto veloce da preparare, è buona anche i giorni dopo scaldata, usata anche come pane, o farcita (qua trovate il sandwich di farinata), si prepara in cinque minuti, sana, economica.

Inoltre mi ricorda la mia nonna, al mare da piccoli in Liguria, con il sole a picco la coda al forno per prenderla calda, appena sfornata, sottile, bella dorata, da mangiare rigorosamente con le mani e trovarsele belle unite in pochi secondi.

Una fetta tirava l’altra e infatti mia nonna ne comprava parecchia per le gole fameliche dei suoi nipoti, ricordo come se fosse ieri – e di anni ne sono passati molti – il caldo soffocante delle 13, sulla panchina con sotto il costume, in testa il cappellino, io e i miei fratelli in fila, anche mio nonno, con la nostra fetta una e sottile di farinata a Monterosso – Cinqueterre.

Bei ricordi, buon caldissimo fine settimana.

 

Per la ricetta della farinata cliccate qui, aggiungete un cipollotto grande tagliato a rondelle nella pastella, una decina di fiori lavati, tamponati, privati di picciolo, dieci nella pastella, cinque o sei quando avete versato il composto nella teglia unta, basta adagiarli.

La mia farina di ceci come sempre è di Azienda Agricola Dolci Giuseppina